rossodicina

Aggiunta rivestimento

Elisa
4 mesi fa
Ultima modifica:4 mesi fa

Buongiorno tutti!

Abbiamo intenzione di sostituire la vasca attuale del bagno principale con una doccia di circa pari dimensioni walk-in, quindi 170-180 x 75 cm. Non volendo spostare di molto gli attacchi e soprattutto lo scarico, dopo esserci consultati con il rivenditore, abbiamo ipotizzato di realizzarla con due pareti in vetro poste ad angolo ed entrata su lato lungo accanto alla porta, tipo così (foto presa da Houzz)


Casa nel Montefeltro · Maggiori informazioni


Ecco come si presenta il bagno ora (scusate le foto sfocate e fatte al volo, ci sono alcuni elementi provvisori, tipo la tenda)


Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni



Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni



Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni


Il dubbio riguarda il rivestimento per la doccia, dato che vorremo preservare il più possibile quello attuale che ci piace molto. Avevamo pensato di proseguire in altezza per 1-1,2 metri solo per l'ingombro della doccia e in parte nella fascia centrale della parete lunga, dove dovremo intervenire togliendo almeno due piastrelle per sostituire la rubinetteria (che va alzata) e inserire l'asta doccia interno muro, magari evidenziando lo stacco con il profilo in alluminio già utilizzato nel rivestimento attuale in chiusura e a metà parete.

La domanda è cosa mettere nella porzione superiore, e ancora fare solo la parete lunga, solo fino all'ingombro della doccia, oppure proseguire anche sul lato corto accanto alla porta, pur se distante dal soffione?

Inizialmente pensavo ad un rivestimento in piastrelle della stessa dimensione ma di colore diverso per staccare, ma ho paura di non trovarle proprio uguali perché sembrano misurare 44,8 x 25 cm, quindi temo non combacerebbero le fughe.

Alternativa un mosaico, così non avrei il problema di allineare le fughe, ma i costi si alzano di un bel po' credo.

Ho pensato anche alla resina, ma non so se può essere adatta in doccia e come potrebbe essere il risultato finale e se possibile arrivare a filo con le piastrelle, che sono circa 8 mm (misura indicativa)


Ecco un paio di "schizzi" relativi alle mie idee e una foto dove forse si vede meglio il rivestimento attuale (non so di quale marca sia)



Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni



Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni



Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni


Grazie mille a chi vorrà dare il suo parere.

Commenti (42)

  • PRO
    Elle2 studio
    4 mesi fa

    Ciao Elisa, in primis grazie di esservi ispirati ad un nostro progetto! Venendo ai vostri dubbi risolverei come consigliatovi da OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS. In alternativa a pietra e gres potrebbe starci molto bene anche una carta da parati idrorepellente, i mq son pochi, quindi anche i costi non saranno stravolgenti. Poi se volete rivestire solo il lato lungo oppure girare ad angolo verso la porta d'ingresso, è a vostro gusto e discrezione. Ovvio è, in questo secondo caso, dover rivestire a tutta altezza, perchè come dice OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS, avete lo stipite della porta che vi consiglia di farlo! Buon lavoro e mi raccomando, postate poi le foto di ciò che sceglierete! Lorenzo

    Elisa ha ringraziato Elle2 studio
  • Discussioni simili

    Consiglio rivestimento bagno con vetrata

    Q

    (40) commenti
    Per il bagno, anche grazie ai vostri consigli, sto pensando di rivestire solo le due pareti (lavabo e doccia) e fare in microresina tutto il resto. Sono molto indeciso se rivestire o meno la parete doccia corta. Alcuni PRO, nella discussione sopra, consigliano di no, ma non capisco quale sia la ragione alla base del consiglio...tenere continuità con la parete obliqua dei sanitari? Istintivamente a me verrebbe da delimitare la zona doccia, avendo anche l'invito della spalletta prima della parete corta. E' possibile avere qualche delucidazione in più? Grazie.
    ... mostra di più

    Rivestimento cucina

    Q

    (39) commenti
    Infatti ho sempre visto pavimenti resistentissimi nei capannoni, e così tirati a lucido che nemmeno a Versailles. Già parecchi anni fa, quando di resina nell'edilizia civile non si parlava ancora, pensavo "Quasi quasi mi faccio fare un pavimento così". Ma gran parte delle innovazioni nel campo dei rivestimenti prendono spunto proprio da materiali usati inizialmente solo nell'industria e nella grande distribuzione. Un banco di prova durissimo della resistenza dei materiali che ne garantisce le performances. Come tutti i materiali, poi, se li compri all'ingrosso dal fornitore perchè hai molti clienti puoi fare un prezzo migliore, se lo vai a comprare per un uso sporadico da L.M. o al colorificio, una latta costa un occhio.
    ... mostra di più

    Rivestimento divano!

    Q

    (36) commenti
    Il tappeto è per il cane ahah poi ora con calma ne cercheremo uno più adatto😂 eh rimarrebbe meno spazio per il passaggio comunque provo e vedo come sta!
    ... mostra di più

    Pavimento in vetro calpestabile per pozzo di luce.

    Q

    (126) commenti
    @Hermann, sto proprio rimbambendo, avevo anche messo mi piace al tuo post col progetto che mi hai linkato, tutto a posto, non tenere conto della mia richiesta precedente. Eccolo qui PS Mi sono guardata tutto il progetto di @Maxim Tikhonov, e devo riconoscere che è una meraviglia, in così pochi m2 ha creato un ambiente arioso, leggero ma pieno di stile e gusto. Proprio come piace a me. Davvero in gamba i russi.
    ... mostra di più
  • PRO
    silvia piccioni architetto
    4 mesi fa

    Ciao Elisa, io ti consiglierei di fare un solo cristallo a partire dal fianco della porta per entrare sul lato corto del piatto doccia (dove ora hai il cesto). In questo modo il box sarà meno costoso e più semplice da tenere pulito. Per gli attacchi, in realtà quelli della vasca sono sicuramente da alzare per raggiungere la posizione corretta. Tanto vale rinunciare al rivestimento in corrispondenza della vasca e farne uno nuovo che si abbini.

    Elisa ha ringraziato silvia piccioni architetto
  • Laura M.
    4 mesi fa

    Condivido quanto suggerito da arch. Piccioni. Per il rivestimento userei resina o microcemento chiari in tonalità con il rivestimento attuale che già ha una trama lavorata a listelli.

    Elisa ha ringraziato Laura M.
  • PRO
    Elle2 studio
    4 mesi fa

    A seguito dei suggerimenti dati da silvia piccioni architetto e condivisi da Laura M., vorrei porre delle osservazioni: 1- vero che diminuisce il costo del box doccia, ma aumenterebbe il costo per lo spostamento degli attacchi, che sarebbero da posizionare sul lato corto, adiacente alla porta d'ingresso, essendo il punto più lontano dalla zona aperta; 2- cosa alquanto meno importante, non avremmo più un distacco fisico (dato dal vetro sul muro) fra vecchio rivestimento e nuovo, che ci permetterebbe senza troppe problematiche, il cambio di rivestimento. Spero sia stato il più chiaro possibile.

    Elisa ha ringraziato Elle2 studio
  • Franco2018
    4 mesi fa

    Per il rivestimento puoi anche comprare delle lastre in kerlite o gress porcellanato da 3 metri. Ci sono siti che vendono a poco prezzo residui di magazzino. Con tre lastre ci fai tutta la doccia (meglio 4 semmai se ne dovesse rompere una) . Ma ti serve personale qualificato per piazzarle.

    Elisa ha ringraziato Franco2018
  • Elisa ha ringraziato Franco2018
  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    4 mesi fa
    Ultima modifica: 4 mesi fa

    l'idea della carta da parati suggerita QUADRASTUDIO potrebbe darti l'effetto di fare la doccia immersa nella natura e regalare anche profondità.

    Questo un progetto che avevo visto quì su Houzz e che mi aveva sorpreso di Valentina Farassino

    La carta da parati è diCreative space ed è questa https://www.creativespace.it/green2/

    oppure anche questa trovo interessante https://www.creativespace.it/beyond-2/

    Dipende poi dal gusto, sul sito ne trovi altre.

    puoi chiedere una simulazione, riporto dal sito "Inviando una foto della vostra parete con le misure , siamo in grado di restituirvi le simulazioni. E’ un servizio gratuito, ma molto efficace in quanto reale…"


    Solo bagni · Maggiori informazioni


    Oltre ai suggerimenti già dati ho dato un'occhio anche al sito di iperceramica

    https://www.iperceramica.it/it/ita/catalogo/decoro-rooms-botanical-composizione-floreale-di-3-elementi-40x120

    https://www.iperceramica.it/it/ita/catalogo/decoro-murales-polinesia-gres-effetto-carta-da-parati-tropicale-composizione-120x120

    https://www.iperceramica.it/it/ita/catalogo/piastrella-lava-quadro-sabbia-20x20-gres-effetto-maiolica-decorata

    https://www.iperceramica.it/it/ita/catalogo/mosaico-intinta-giada-28-8x33-3

    questa posata in verticale https://www.iperceramica.it/it/ita/catalogo/piastrella-raku-6x25-gres-effetto-lucido-grigio-ferro

  • nonnetta
    4 mesi fa

    A mio parere una volta tolta la vasca e spostati un po i rubinetti, restano cosi poche piastrelle originali in quella zona che è meglio cambiarle tutte senza fare minestroni. Cosi la doccia avrebve solo un rivestimento a sé stante e non sembrerebbe una cosa rimediata.


    Elisa ha ringraziato nonnetta
  • Elisa
    Autore originale
    4 mesi fa
    Ultima modifica: 4 mesi fa

    Buongiorno a tutti,

    scusate il ritardo nelle risposte, purtroppo il più piccolo di casa è risultato positivo al covid e, nonostante non vi siano stati altri contagiati o problemi di salute, la gestione quotidiana tra Dad, smart-working e incombenze varie è stata complicata, lasciando poco tempo ed energie per altre attività.

    In settimana doveva passare l'idraulico ma per ovvi motivi ci è toccato rimandare.

    Ad ogni modo ringrazio di cuori tutti coloro che sono intervenuti dando pareri e spunti di riflessione preziosi.

    Effettivamente non avevo considerato la porta, quindi di portare il rivestimento fino a soffitto, grazie del suggerimento @OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS.

    @silvia piccioni architetto la conformazione suggerita era stata la prima ipotizzata, ma poi abbiamo fatto lo stesso ragionamento su spostamento di scarico e allacciamenti di @Elle2 studio, il cui progetto ci ha ispirato per la soluzione con doppio vetro.

    Ad ogni modo mi riservo di parlarne con l'idraulico per costi e fattibilità prima di decidere definitivamente :-)

    Il ceppo di gré mi piace molto, invece non amo molto la carta da parati e ho ancor meno simpatia per i rivestimenti in stile floreale/natura, a meno che non siano molto stilizzati.. è puramente una questione di gusto soggettivo, non nego infatti che con il parquet potrebbe stare bene.

    @Franco2018 hai ragione, i grandi formati vanno posati da esperti, ma non escludo la possibilità, dato che come notato da @Laura M. (che non mi riesce di citare) la presenza dei listelli e di tante fughe tutte regolari mi mette in dubbio se aggiungere formati diversi, quindi anche una resina in tinta con i rivestimenti esistenti (che in realtà sono due distinti: fascia bassa due file di piastrelle lisce 45 x 25, poi riga inox di separazione e due file di piastrelle 45 x 25 a listelli, riga inox a chiudere).

    Infine @nonnetta è vero che rischio il minestrone, anche se in realtà le piastrelle da levare per alzare il miscelatore sono due, ci devo riflettere bene, forse usando la resina si potrebbe pensare a qualcosa di decorativo per differenziare solo una fascia in corrispondenza del miscelatore e del soffione?

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    4 mesi fa

    Un'idea per coprire la zona che andrai a modificare delle piastrelle, considerata la presenza del listello inox, è di coprire la zona proprio con una fascia tutta in inox che comprende la rubinetteria (questo link per darti l'idea di cosa intendo ma nel tuo caso necessiterebbe di un su misura perchè la larghezza della zona che su cui devi intervenire non so se troveresti sufficientemente larga, al limite chiedi al tuo idraulico)

    Noi abbiammo agito nello stesso modo in questo bagno dovendo intervenire sull'impianto che aveva perdite non potendo intervenire sui rivestimenti su richiesta esplicita del committente e non avendo piastrelle extra a disposizione



    Nella parte sopra le piastrelle l'unica possibilità a mio avviso è la resina oppure grandi lastre bianche come la parete dipinta con cui però dovrai rivestire tutta la parete fino in fondo sopra i sanitari e fino al soffitto.

    Quindi dallo stipite della porta fino all'angolo sopra i sanitari sia che siano piastrelle che resina.


    Devi capire con preventivi alla mano quale è la soluzione migliore per voi.

    Se togliere le piastrelle della zona bagno e metterne di nuove o se intervenire sulle pareti sopra il rivestimento esistente

    Elisa ha ringraziato OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
  • Elisa
    Autore originale
    4 mesi fa

    Grazie @OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS, ho capito perfettamente il suggerimento.

    La fascia inox non mi dispiacerebbe affatto e farla fare su misura potrebbe non essere nemmeno un grosso problema, mi devo informare.

    La resina mi piace come soluzione, non romperebbe la regolarità delle fughe attuali con formati diversi ma avrei invece una superfice omogena con la possibilità di riprendere il tono delle piastrelle attuali. Quando ho comprato casa la parete del lavabo con lo specchio era dipinta a smalto nello stesso tono delle piastrelle e stava bene, anche se ho preferito fare tutto bianco per dare luminosità avendo il mobile lavabo grande e scuro.


    Mi appello ancora al vostro buon gusto per un consiglio.. il piatto doccia di quale colore lo fareste tra quelli disponibili?


    piatto doccia resina


  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    4 mesi fa

    il colore che più si avvicina ai sanitari, quindi direi bianco

  • Elisa
    Autore originale
    4 mesi fa

    Escludendo lo scuro che riprenderebbe il mobile lavabo?

    Io ero indecisa tra questi bianco, beige (ma solo se si assomigliasse molto alle piastrelle, dovrei vedere dal vivo) e antracite (lavello e top sono in materiale composito, antracite molto scuro)


  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    4 mesi fa

    io escluderei l'antracite, lasciando il lavabo protagonista.

    il beige non credo sarà mai uguale alla piastrella, ma non si sa mai

    Io ho ragionato per esclusione e sulla presenza sulla stessa parete dei sanitari che sono bianchi

    Elisa ha ringraziato OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
  • Elisa
    Autore originale
    9 giorni fa

    Work in progress

    Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni

    Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni

    Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    8 giorni fa

    Ciao Elisa, posso chiederti cosa ti ha portato alla scelta di questa tipologia di decoro?

    Nel tuo ideabook avevi inserito questi esempi


    Salle de bain m by marmorini · Maggiori informazioni


    Villetta unifamiliare · Maggiori informazioni


    Forse le foto non rendono e nella realtà la percezione è diversa ma la piastrella preesistente ha una decorazione a righe che non trova riscontro nelle righe continue della piastrella scelta e crea un pò di confusione.

    Forse sarebbe stato meglio un mosaico a quadretti anzichè rettangolari, anche se credo che in una doccia il mosaico diventa problematico con il tempo per le troppe fughe dove si depositerebbe lo sporco.

    Nel piano di posa avrei cercato di far coincidere la fuga della piastrella del bordo finale.

    Forse avresti potuto metterle in verticale anzichè orizzontale ma questo avrebbe potuto accentuare il senso di stretto e lungo.

    Anche la texture della piastrella sembra diversa in foto e questo aspetto a mio avviso incide avendo perseguito la nuance dei colori, diverso se i colori fossero stati contrastanti.

    La doccia avrà profili in acciao?



  • Elisa
    Autore originale
    7 giorni fa

    Buongiorno @OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    grazie per il riscontro :-)


    La piastrella scelta è l'unica che ha convinto entrambi, dopo moltissime prove (abbiamo portato a casa campioni e lasciati qualche giorno in loco prima di scegliere).

    Effetto ceppo di Gre piaceva tantissimo a me, ma a mio marito no, ho insistito un po' ma non c'è stato verso :-))

    Esclusa la resina (sempre il marito non convinto e difficoltà nel trovare bravo posatore in questo periodo) escluso il gres porcellanato grande formato (quindi anche disegni particolari) per lo spessore, le piastrelle esistenti sono infatti 8-9 mm, avremmo dovuto raschiare parecchio per non avere scalino, escluso.


    All'inizio abbiamo valutato la tinta unita, ma i colori scuri risultavano troppo impattanti, il beige chiaro non siamo riusciti a trovare un tono abbastanza simile alle attuali, come pure il formato 24,5 x 44,5 (motivo per cui era impossibile far coincidere le fughe con qualunque formato).

    Il grigio si trova quasi esclusivamente effetto cemento o simili, che non ci piace.

    Il bianco era tra le papabili, ma anche qui non è facile trovare un bel bianco puro, in genere sono decorati o effetto marmo.

    Valutate anche le mattonelle piccole, diamantate e non, pure l'effetto "muretto" orizzontale e verticale, ma anche qui i pareri erano discordanti.. dunque questo è il percorso che ci ha portato a queste piastrelle.


    In realtà dal vivo l'effetto per noi è piacevole, piatto più parete creano un angolo a se stante ma non eccessivo, inoltre il grigio ha dei riflessi metallici e richiama i profili e il termosifone, oltre al tappetino davanti al lavabo (che in foto non c'era). Stiamo valutando se mettere il profilo inox anche nel bordo verticale lato sanitari, in continuità con l'esistente orizzontale. Si la doccia avrà i profili cromati, così (anche la rubinetteria cromata)


    Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni




  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    7 giorni fa
    Ultima modifica: 7 giorni fa

    cosa intendi per bordo verticale lato sanitari? puoi mettere una foto? vorrei capire se ho capito

  • Franco2018
    7 giorni fa

    Vuol dire qui (in rosso). Io lo metterei, ammesso di trovarlo proprio uguale . E ci vorrebbe pure l’angolo “interno”. Queste cose le fa una ditta tedesca dal nome impronunciabile… poi aggiorno il commento.

  • Franco2018
    7 giorni fa

    Anch’io sono perplesso dalla foto: sicuramente dal vivo l’effetto è migliore ed è chiaro che questo è il meglio per voi dopo tanta fatica e ricerca. Ed è giusto che ve lo godiate. Mi chiedo però se agendo sulla tinta delle restanti pareti ci si possa muovere verso qualcosa con più carattere.

    Elisa ha ringraziato Franco2018
  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    7 giorni fa
    Ultima modifica: 7 giorni fa

    Se è così si, ma deve partire da terra fino a soffitto e sarebbe bene che fosse il profilo della doccia stessa. Non so se questo è possibile. Altrimenti lo metti e il profilo della doccia ci deve appoggiare sopra così da sembrare una continuazione e non un doppio profilo. Chiedi a chi ti sta seguendo nella posa

    Elisa ha ringraziato OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
  • Elisa
    Autore originale
    7 giorni fa

    Esatto @Franco 2018 (non si cita, non capisco perché), stavo per mettere la stessa foto.

    Il profilo lo abbiamo identico, ricavato dalla rimozione delle piastrelle lato vasca, basta incollarlo, come pure il profilo in legno lungo il perimetro del piatto, che metteremo.


    Ad essere del tutto onesta, i bagni scuri non sono la mia passione, possono piacermi per un periodo in vacanza, ma preferisco i toni chiari e ariosi. Un'idea che mi era venuta era di cambiare i soggetti delle foto o le cornici, riprendendo il mobile.

    Altra opzione dipingere le pareti in tono con le piastrelle beige, in modo da aumentare lo stacco con la parete doccia


  • nonnetta
    7 giorni fa

    ciao Elisa, grazie per l'aggiornamento!

    a me non dispiace, considerando che comunque la doccia avrà i profili cromati e quindi non ci sarà più continuità con le piastrelle preesistenti mi pare un risultato gradevole, se la doccia non fosse esattamente a filo delle piastrelle verticali aggiungerei il profilo




    Elisa ha ringraziato nonnetta
  • Elisa
    Autore originale
    7 giorni fa

    A questo punto aspetto di vedere a box posato, non posso metterlo fino a terra, comunque farò una prova.

    grazie per i suggerimenti ricevuti finora, non avrei posato fino a soffitto e non avrei scelto il piatto bianco altrimenti, invece è stato meglio così.


  • Elisa
    Autore originale
    7 giorni fa

    Vi aggiornerò ulteriormente a lavoro ultimato :-)

  • Francesca
    7 giorni fa

    Anche io dalla foto sono perplessa. Il vecchio rivestimento tira ad un beige caldo invece i mattoncini che hai scelto virano al freddo … avrei scelto un colore il piu simile alle piatrelle

    Elisa ha ringraziato Francesca
  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    7 giorni fa

    noto anche un problemino con lo stipite della porta. Non potresti farlo rifilare tutto alla stessa larghezza? Tra l'altro il box doccia dovrebbe partire dal piatto e quindi salendo lo stipite darà fastidio

  • Elisa
    Autore originale
    7 giorni fa

    Giusta osservazione, infatti dobbiamo farlo rifilare, prima la cornice seguiva il profilo della vasca. Non avremo il vetro su quel lato (walk in, rispecchia il progetto inizialmente preso a riferimento), ma comunque a livello estetico lasciato così è brutto

  • Franco2018
    7 giorni fa
    Ultima modifica: 6 giorni fa

    Se la doccia e’ walk in allora il profilo in metallo sulle piastrelle ci sta. Non ho capito di che profilo di legno mettere attorno alla doccia. Io non metterei nulla. Il lato del box doccia va appoggiato SOPRA il piatto e quindi va bene così, perché va a filo del bordo.

  • Elisa
    Autore originale
    6 giorni fa

    Franco si tratta di un profilo in iroko (stessa essenza del pavimento) che fa da raccordo lungo tutto il perimetro tra parquet e parete. Nel bagno lavanderia è posato anche lungo il perimetro del piatto doccia, ecco la foto


    Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni


    Nel bagno con la nuova doccia, il piatto è posato sopra il pavimento (come la vasca precedente) quindi in alcuni punti rimane spazio tra parquet e piatto, il profilo in legno consentirebbe di nascondere e tappare questo spazio, oltre che dare continuità con l'esistente.


  • Elisa
    Autore originale
    6 giorni fa

    @nonnetta grazie, penso anche io che con vetro e rubinetteria montati l'effetto sarà diverso, metterò aggiornamento!


    @Francesca grazie, ci abbiamo provato a trovare un tono caldo e simile anche della stessa casa produttrice ma senza successo, anche perché in realtà il beige delle piastrelle esistenti nel complesso risulta meno caldo di quel che può sembrare.

    Il contrasto caldo freddo non mi disturba, del resto era già presente nei profili cromati, il termosifone, la rubinetteria, il bianco stesso dei sanitari .

  • Franco2018
    6 giorni fa

    @Elisa ok capito, è lo zoccolino del parquet, lo abbiamo anche noi.

    Assicurati solo che sia legno massello e non impiallacciato Iroko.

    Gli zoccolini standard spesso sono degli impiallacciati.

  • Elisa
    Autore originale
    5 giorni fa

    @OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS non esattamente la stessa di Leroy, ma simili con decoro colorato oppure tono su tono, il problema era sempre il beige/avorio di base, differente dalle piastrelle presenti ma non abbastanza da creare uno stacco deciso.

    Mi sono portata la piastrella in negozio, di alcune ho portato a casa dei campioni, colori che sembravano uguali in negozio poi nel bagno, con la luce diversa, si sono rivelati tendenti al giallo, o troppo scuri etc. Perciò non ci siamo fidati di rimanere su colori simili, abbiamo preferito uno stacco con bianco e grigio, per creare un angolo a sé stante.


    @Franco2018 si è in massello, recuperiamo materiale esistente

  • Elisa
    Autore originale
    17 ore fa

    Buongiorno

    ecco la doccia ultimata, manca solo lo zoccolino in legno di raccordo intorno al perimetro del piatto.

    Dimensioni 180 x 70 cm, avendo il soffione lato lungo anche se non è molto larga lavarsi è comodo, il vetro perfettamente a filo del piatto senza porte consente di sfruttare tutto lo spazio, il passaggio tra mobile lavabo e doccia rimane ampio e agevole.

    Sono sempre stata scettica sulla walk-in (per la questione temperatura quando si chiude l'acqua per insaponarsi) ma devo ammettere che invece è molto pratica, vero ora è estate ma in inverno il bagno è ben riscaldato, prima c'era la vasca e non penso avremo problemi di temperatura, in ogni caso ho sempre la seconda doccia con box chiuso nell'altro bagno, nel caso i bambini sentissero freddo.


    Abbiamo intenzione di mettere gli appendini per gli accappatoi sulla parete corta accanto alla porta e una mensolina porta saponi sopra o sotto la rubinetteria, tutto cromato.



    Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni



    Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni



    Ecco una foto con luce artificiale, le piastrelle nuove virano verso un tono caldo simile alle esistenti


    Idee doccia 2021 · Maggiori informazioni


  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    17 ore fa

    Il profilo della doccia crea il giusto stacco tra le due tipologie di piastrelle e anche aver rifilato lo stipite regala una linearità indiscutibile.

    Buon lavoro!!

  • Katia B
    17 ore fa

    Bella @Elisa, mi piace molto! Grazie per avere condiviso anche il risultato finale!


  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    14 ore fa

    ecco però.....io non sono un tecnico ma se mai (e potrebbe essere una eventualità rarissima se non inesistente) ma se la porta del bagno restasse bloccata aperta per un qualsiasi motivo, come si esce dalla doccia?

  • Franco2018
    13 ore fa

    L'unico modo che la porta ha di bloccarsi è chiusa, perché bagnandosi si gonfia.

    Spero l'acqua non ci finisca mai addosso; io infatti pensavo il vetro partisse proprio dalla porta e nella doccia ci si entrasse dal lato corto (da cui il commento sul profilo in metallo sulle piastrelle).

    Manopole e soffione mi sembrano piuttosto distanti ... quanto c'è?

    Sto pensando a come aprire l'acqua con gli occhi chiusi per lo shampoo!

  • Elisa
    Autore originale
    13 ore fa

    Giusta osservazione, immagino bisognerebbe smontare la porta, o sfondarla. 

    Possibili soluzioni sarebbe invertire l'apertura, spostando fuori gli interruttori di luce e avvogibili, oppure cambiare serramento con una apertura a libro, che lascerebbe un po di passaggio per uscire dalla doccia.

    Pensanfo alla doccia si sarebbe potuto fare attacchi idrici doccia verso la parete corta, mettendo un solo vetro laterale e uscita verso il bidet, operazione che però avrebbe comportato rompere il pavimento. Oppure spostare solo il soffione e lasciare lo scarico dovre sta lato  "uscita", che però trovo poco pratico per il deflusso dell'acqua.

  • Elisa
    Autore originale
    13 ore fa
    Ultima modifica: 13 ore fa

    Non ricordo la distanza precisa tra soffione e miscelatore, ad ogni modo comoda anche per i bambini, è stato pensato così per non rischiare di urtarlo e farsi male dato che la larghezza doccia è di 70 cm.

    L'acqua non arriva a bagnare la porta (che tra l'altro mentre ci si lava rimane chiusa o accostata), nemmeno a pavimento. Il vetro sul lato lungo misura 120 cm, il soffione si trova a 50 cm dal vetro corto, il passaggio per l'ingresso misura 60 cm

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Houzz utilizza cookie e tecnologie simili per personalizzare la mia esperienza, fornire contenuti per me rilevanti e migliorare i prodotti e i servizi di Houzz. Premendo su "Accetta", acconsento all'utilizzo dei cookie, descritto ulteriormente nell'Informativa sui cookie. Posso rifiutare i cookie non necessari cliccando su "Imposta le preferenze".