raffaele_quatraro1

I rapporti aeroilluminanti come si calcolano in ambienti open space?


Ad esempio nell'immagine allegata, riporto una soluzione progettuale di una ristrutturazione di appartamento per dei miei clienti dove da un solo bagno ne vogliono ricavare un altro di servizio alla camera matrimoniale. Vi è solo una colonna montante per lo scarico dei reflui e il sanitrit non è desiderato da loro. Inoltre non volevo privare il bagno padronale di luce naturale. Le altre stanze sono tutte molto grandi quindi, per rispettare i RAI, ho previsto una cabina armadio in camera matrimoniale e un ripostiglio in soggiorno. In tal caso ad esempio il RAI del soggiorno come si calcola?


Commenti (37)

  • Franco2018
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    Concordo con @Nina

    Dovendo usare una scala a forbice per usare gli scaffali in alto praticamente in quel budello non ci si muove più a meno di studiare in anticipo la sequenza esatta dei movimenti da fare. Un po' come alla Ferrari per il cambio gomme. :D

    Migliore risposta
  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    In egual modo come nelle altre stanze..considerando il corridoio come disimpegno..Accorpare la zona giorno come se fosse un un’oca stanza essendo un open space e calcolare in base ai mq ed alle finestre presenti per avere il RAI..!

    Esiste una formula per il calcolo..! 😉

    Ilcalcolo va fatto attraverso la divisione tra superficie illuminante ed aerante delle finestre e delle porte finestre per la superficie del pavimento.

    es:

    il pavimento di una stanza misura 5 metri per 6 mentre la porta finestra misura 140 cm di larghezza per 230 di altezza, avremo i seguenti dati:

    Superficie di pavimento: 5 x 6 = 30 mq;

    Superficie aeroilluminante: 1,4 x 2,3 = 3,22 mq

    Il rapporto aeroilluminante sarà quindi pari a: 3,22/30= 0,11

    avendo avuto un valore inferiore ad 1/8 (0,125) questo ambiente non rispetta il rapporto minimo stabilito dalla normativa.

    Lo stesso principio va applicato alla zona open space come ho detto in precedenza..! 😎

    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners ha ringraziato Bartolomeo Fiorillo
  • PRO
    Chiara Home Staging and Interiors
    28 giorni fa

    Non sono architetto e mi permetto una domanda solo per capire meglio ed imparare: in questo caso non è necessario l'antibagno per il bagno che dà direttamente sulla sala? Creando il disimpegno alla zona notte non si "guadagnerebbe" qualche punto in più per il calcolo dei rapporti?

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa

    Ciao Chiara Home Staging.. si hai ragione difatti sarebbe opportuno evitare la comunicazione diretta tra i due ambienti.. Non è il progetto finale ma ora mi interessava conoscere l'aspetto dei RAI.. Io avevo proposto una parete di materiale da definire (vetro, cartongesso, laterizi) proprio a continuazione della parete di ingresso del ripostiglio accanto il soggiorno alla destra di dove sta posizionato il divano...

  • PRO
    Chiara Home Staging and Interiors
    28 giorni fa

    Posso anche chiedere cosa sia quel cerchio/ruota accanto ai sanitari del bagno principale?

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa

    Grazie Bartolomeo Fiorillo. Si in effetti il calcolo lo conosco.. Volevo solo sapere di come calcolare il limite di una stanza che in effetti essendo open non è delimitata completamente ma si fonde col corridoio...

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa

    Chiara sarebbe un cesto porta biancheria (o dei panni sporchi). Nel bagno è presente la lavatrice sotto mobile.

  • vecchiosetter
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    Come ti ha detto Fiorillo, aggiungo però che in Quasi tutti i regolamenti comunali è indicato anche un rapporto di profondità, verificalo... potrebbe essere limitante per l area centrale

    p.s. L antibagno così è risolto



    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners ha ringraziato vecchiosetter
  • Nina
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    Un metro di larghezza di un ripostiglio da più di 4 metri ? :-D :-D

    Se prendi due kg puoi entrarci solo dopo la dieta!

    Scusa, non essendo un pro non mi esprimo sul calcolo che chiedi, ma il ripostiglio salta all’occhio a che a me profana.

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa

    Si Nina. Per altri motivi non si può abbattere il tramezzo che separa con la cameretta e dall'altra parte c'è lo stipite del balcone. In ogni caso con scaffali da 40 che sono già molto larghi hai uno spazio di passaggio di 70 cm ;-)

  • vecchiosetter
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    La camera matrimoniale è esageratamente profonda, potresti eliminare il ripostiglio, crearlo nell attuale cabina armadio, e la cabina farla in camera dietro il letto

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa

    il ripostiglio nel soggiorno in realtà è nato per ridurre anche il soggiorno grandissimo

  • Nina
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    scusami, anzi ti ringrazio per la risposta, ma non condivido! A parte che ridurre la zona giorno in una casa di 4 persone, rimpicciolendo proprio la zona più vissuta mi sembra una motivazione bizzarra.

    Secondo me una scaffalatura lunga 4 metri ha un potenziale che un passaggio così stretto lascerà inesploso. Non c’è proprio spazio di manovra, se devo riporre un oggetto voluminoso devo sperare che ci sia spazio all’ingresso del ripostiglio!


    comunque la discussione verteva su altro, passo la mano ;-)

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    Essere un pro non vuol dire sapere tutto. Si chiama confronto. Se fai caso le mie stanze tenevano conto del RAI (0,125). Nessuno obbliga a rispondere a domande stupide. Come vedi io ho fatto la domanda su un argomento specifico e sono arrivate risposte su altre cose non chieste. Il problema non è il mio che non so chiedere ma di chi come te in questo caso apre argomenti che non hanno attinenza con la domanda. Hai fatto tutto un calcolo di come si calcolano i RAI e già lì potevo sentirmi offeso (come se non lo sapessi) ma con questo messaggio hai tolto ogni dubbio alla mia supposizione se avessi o meno capito la mia domanda. Buona giornata

  • PRO
    Caterina Martini
    28 giorni fa

    Tengo a fare una precisazione: sia per RAI che per necessità o meno di disimpegno, oltre anche per altri parametri è SEMPRE necessario verificare il regolamento edilizio specifico del comune in cui si trova l'unità immobiliare. Si potrebbero trovare sorprese: tutti i regolamenti prevedono, per esempio che il bagno sia disimpegnato rispetto alla cucina /angolo cottura, ma alcuni prevedono che sia disimpengato anche rispetto ad altri ambienti. Anche per i RAI ci possono essere delle minime differenze locali (sempre in termini più restrittivi), o alcuni regolamenti normano dei lati minimi di alcuni ambienti (come bagni, corridoi ecc..) altri no... Insomma, è sempre assolutamente necessario leggersi bene il R.E. locale.


    A parte questo.... concordo con Bartolomeo Fiorillo... anche io sono rimasta molto stupita dal leggere un post del genere scritto da un collega.... dando per scontato che si tratti di un collega alle prime armi... consiglierei, come minimo, di scrivere nella sezione da pro a pro... e non qui :-)

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    @Caterina Martini Ecco ora ho capito. Non avevo capito il fatto che qui sto chiedendo consigli a Pro come se si facesse da persona non addetta ai lavori. In effetti la mia era una domanda tecnica e se riesco allora sposto il post nella sezione Pro. Mi sono iscritto da poco sul portale e non avevo capito il distinguo. Ti ringrazio per avermelo farmelo notare. Ma soprattutto dove si trova quella sezione da Pro a Pro?

  • vecchiosetter
    28 giorni fa

    Ricordati nel RAI di verificare il rapporto di profondità... quelle finestre non le vedo benissimo

  • PRO
    DIMAdesign
    28 giorni fa

    Se posso permettermi, concordo con vecchiositter, attenzione ai regolamenti edilizi comunali, spesso il RAI non è l'unico fattore per il rapporto (soprattutto quello illuminante). Alcuni regolamenti prevedono anche una profondità massima delle stanze, per fare in modo di non averne di strette e lunghissime illuminate al'inizio e buie in fondo.

    In questa pianta vedo un ambiente living di profondità oltre 10 m. illuminato solo alle estremità, tra l'altro da finestre disassate.

    Qui a Torino, per esempio, oltre al rapporto RAI minimo di 1/8 di superficie vetrata per superficie di pavimento, c'è anche il vincolo del fattore di luce diurna medio minimo pari al 2%, misurato anche nei punti più bui.

    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners ha ringraziato DIMAdesign
  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa

    Hai ragione Andrea...e l'ho anche evidenziato prima che le finestre forse non compensano il RAI ma vabbè..

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa

    @Bartolomeo Fiorillo il fatto è che tu stai utilizzando "avvelenamento del pozzo" (cerca su wikipedia) senza nemmeno sapere con chi stai parlando. Qualcuno ti ha obbligato a rispondere? Ti vuoi mostrare superiore a me? Fatti tuoi :-)

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    Superiore a lei..ma scherza....non mi sento superiore a nessuno...ho tanto da imparare da tutti oltre quel che so, ed imparo tanto mi creda, anche dai non pro..e oggi ho imparato che un pro non deve sapere per forza tutto per poter esercitare e lei ne è la prova e le chiedo la gentilezza di darmi del lei visto che non ci conosciamo e nessuno l'ha autorizzata a darmi del tu, Poi non ho nulla da sapere, ne da verificare, ne da dimostrare...quindi non si alteri che alla fine potrebbe essere chi vuole, ciò non cambia la mia applicazione dell'art. 21 della costituzione...che wikipedia può spiegarle cosa dice..!!! ;-)

    P.S. Il pozzo lo avvelenano i convinti ed i convinti sapienti. E senza offesa un giovane ingegnere che vuole dare lezioni di etica mi fa davvero pensare, specialmente se non sa calcolare un RAI che è la cosa meno peggio di una progettazione. senza offesa sia chiaro, ma io a 34 anni non mi permettevo di affrontare qualcuno con 15 anni di esperienza in più a me, se pure ne poteva sapere meno o più, con la presunzione che ha lei. 😉

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    Quindi vada a documenti tardi che qui si parla di norme igienico sabotare e se non si conoscono queste cose con quale criterio un professionista e/o progettista pensa di progettare..?

    Per tanto un pro non deve sapere tutto, ma deve sapere le cose basilari dettate da una norma nazionale ossia:

    D.M. Sanità 15 luglio 1975, decreto nato esattamente 11 anni prima che nascesse lei...Questo decreto prescrive un preciso requisito minimo, quello di fornire un’adeguata ILLUMINAZIONE NATURALE DIRETTA:

    • OBBLIGATORIA in tutti i locali delle abitazioni;
    • NON OBBLIGATORIA per i locali destinati a servizi igienici, disimpegni, corridoi, vani-scala e ripostigli...
    • inderogabile da applicare nelle nuove costruzioni, nelle ristrutturazioni edilizie, modifiche interne e tutte le trasformazioni edilizie compiute successivamente al DM stesso.

    Si tratta di una serie di requisiti igienico sanitari necessari per l’abitabilità degli immobili.

    😉😎

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa

    Dai che se progetti come scrivi verranno fuori delle case bellissime 😊

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    A certo..e ne sono anche tante non solo case,...poi tanto che progetto come scrivo, qualche anno fa fui chiamato da tecnici della sua zona per un progetto di riqualificazione sul tavoliere delle puglie (un piccolo spazio insomma 😉) che dovrebbe conoscere bene essendo della zona, chissà come mai contattarono me e non persone competenti come lei...Si ponga qualche domanda e si dia qualche risposta egregio ingegnere.

    Buona giornata..ad maiora...!!! ;-)

  • Franco2018
    28 giorni fa

    In questa discussione l'unica cosa da rispondere era: si prega di usare la sezione opportuna. E quindi cancellarla.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa

    Franco io posso capire che un utente possa domandare come fare dei calcoli perchè non è una competenza che gli appartiene, ma non un professionista..per favore. E l'ing si permette anche di fare il figo...ma su...!!!!

    Sarebbe opportuno se studiasse un po invece di fare il moralista..!!

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa

    Io vado in cantiere che di sicuro ci sono persone più competenti....!!! ;-)

  • PRO
    Chiara Home Staging and Interiors
    28 giorni fa

    Posso gentilmente chiedere, sperando di non sollevare polemiche, se separando l'open-space nelle 2 diverse zone living e cucina-pranzo utilizzando 2 pareti mobili scorrevoli (ad es. in ferro e vetro per far passare la luce), le 2 zone verrebbero considerate a tutti gli effetti come 2 stanze separate e chiudibili rispettando così tutti i rapporti? Spero la domanda sia chiara e grazie a chi risponderà, intendo una cosa come da schizzo sotto:



  • PRO
    Caterina Martini
    28 giorni fa

    in questo modo, purchè le porte siano a tutta altezza, diventano ambienti separati. I parametri devono a questo punto essere verificati per ciascun singolo locale, separatamente dagli altri, e il corridoio/ingresso non deve essere verificato. Non posso dire se tornano, perchè vanno calcolati, ma certamente la situazione sembra migliorare, anche per quanto riguarda il rapporto rispetto alla profondità della stanza.

  • PRO
    Chiara Home Staging and Interiors
    28 giorni fa

    Grazie @Caterina Martini del chiarimento. La cucina di 17 mq sembrerebbe rispettare i rapporti, il salone va calcolato bene perché non mi ci sono messa con precisione.

  • PRO
    Caterina Martini
    28 giorni fa

    per calcolare i rapporti sarebbe meglio avere tutti i dati, per esempio sapere se esiste un aggetto (per esempio un altro balcone sopra quello della cucina) e sapere di quanto aggetta... tutti i regolamenti edilizi hanno un coefficiente riduttivo da applicare qualora l'aggetto superi una certa profondità (in genere 120 o 150 cm, a seconda dei regolamenti). per porta finestra si deve togliere la prima fascia inferiore di 60 cm... Anche dall'altra parte vedo un balcone, e anche in questo caso si deve verificare se il balcone c'è anche al piano superiore (aggetto sopra finestra) e di quanto è...

    insomma, vanno calcolati e lascerei al progettista il compito di verificare puntualmente tutto :-)

  • vecchiosetter
    28 giorni fa

    Arredi fissi anche aperti o porte scorrevoli possono essere considerate separatori o di due vani ( in questo caso soggiorno e ingresso) quindi per La domanda di @chiara home staging la risposta è si

  • vecchiosetter
    28 giorni fa

    Scusate non mi ero accorto che mi hanno preceduto :-)

  • PRO
    Chiara Home Staging and Interiors
    28 giorni fa

    Certamente è compito e competenza del progettista, volevo solo dare uno spunto sul quale riflettere per aggirare il problema.

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    Grazie @Chiara Home Staging and Interiors.. ti spiego.. in base alle richieste della clientela dovrei "toccare" meno tramezzi possibile.. Quelli che vengono realizzati sono soltanto per esigenze normative e ovvio anche di funzionalità.. Ora provo a disegnarmi la soluzione che hai proposto e vedo con le misure come mi trovo.. cercando sempre di restare nel budget che la clientela ha a disposizione.. in ogni caso apprezzo molto il tuo intervento e mi dispiace che devi sentirti intimorita di essere giudicata da qualche saccente di turno.. Chi domanda non fa mai errore e chi si pone in tono rispettoso merita di essere trattato con altrettanto rispetto.. :-)

  • PRO
    Studio di Progettazione - Quatraro & Partners
    Autore originale
    28 giorni fa

    Grazie arch. @Caterina Martini.. in realtà il nostro regolamento edilizio non è così stringente.. apprezzo molto la sua risposta e spiegazione tecnica :-)

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    infatti @Studio di Progettazione - Quatraro & Partners chi domanda non fa mai errore..Basta ammettere i propri limiti...tutto il resto è opinabile. ;-)

    Lei infatti ha la presunzione e la faccia tosta di chiedere diplomaticamente soluzioni ad altri e non ammettere che non sa come fare..!!! Quindi eviti di fare riferimenti sarcastici che sono solo un bumerang.

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.