mbscrc

Roma - Cercasi professionista ..."multitasking"!

Marchome
12 giorni fa

Buongiorno,


sto trattando l'acquisto di un immobile, villetta su un piano di 130mq, fine anni 60 da rifare completamente sia fuori che dentro. (prov. Roma)


Per rifare intendo: riconsiderare anche la disposizione degli spazi in funzione delle richieste del committente (per me per esempio è fondamentale avere luce in salone cucina nelle ore del tramonto), realizzare uno stile interno economico ma rappresentativo della committenza (non avrei alcun problema a considerare anche solo mobilio di ikea per dire, se fosse usato nel modo a noi congeniale), portare un immobile degli anni 60 (senza alcun pregio architettonico) nel 2020 con tutti i benefici e i vantaggi (di nuovo anche economici a lungo termine) che ci porta in dote la tecnologia e in generale un modo diverso di pensare sia l'abitazione che il modo di costruirla.

Faccio un esempio: dove sta scritto che se abbatto tutti i tramezzi debba ricostruirli in muratura e non farli magari più leggeri in cartongesso? (pro, contro?.. chi me li spiega?) e magari sfruttare il cartongesso per non toccare il massetto e fare un impianto di condizionamento canalizzato? (pro-contro?)

Perché pensare di intervenire in maniera classica sugli impianti e non magari pensando sin da subito alla domotica e alla diffusione della rete nell'impianto elettrico? o - in funzione del clima - scegliere tra un condizionamento/riscaldamento aria-aria o uno a pavimento? quali fonti energetiche vogliamo usare? metano-energia elettrica? solo corrente? pellet e corrente? come vogliamo usare la vegetazione del giardino per ombreggiare naturalmente l'immobile?


Nel caso di specie cioè cerco un professionista (uno studio?) che da una parte abbia l'estro per interpretare lo stile (interno esterno) voluto dal committente dall'altra le conoscenze tecniche per affrontare una ristrutturazione con l'occhio al budget per individuare le migliori opzioni di ristrutturazione ed efficientamento energetico, anche in funzione del beneficio fiscale in essere.

Non ho esperienze così importanti ma mi chiedo se davvero posso affidarmi ad un professionista unico che sintetizzi tutto facendo un piano di intervento che contempli tutti questi aspetti all'interno di un unico progetto o se - nella realtà - questo "progetto" globale viene gestito dal committente con un mix di fai-da-te / consulenza del pro.


Giusto per dare una idea di cosa intendo per "ristrutturare", allego una foto.

Si prende una casa vittoriana e la si porta nel XXI secolo, si ripensano gli spazi, si integrano le nuove tecnologie e si finisce con l'avere un tetto verde attaccato ad una casa di 150 anni fa.... senza che nulla stoni.


Concludo dicendo (sperando di non scandalizzare nessuno) che il mio budget è in priorità per un buon progetto, originale, moderno (direi quasi avant-guarde rispetto alle media italiana...), dettagliato il più possibile (fino alle lista della spesa da ikea)... una sorta di vademecum per il committente.

Avendone la possibilità/capacità e per esigenze di budget mi orienterei (se supportato dal professionista) a fare una parte dei lavori in economia (rifiniture e demolizioni) e quella più "sostanziale" (impianti ed efficientamento) con tutti i crismi possibili.


Trinity Hall · Maggiori informazioni



Battersea House · Maggiori informazioni



Commenti (9)

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.