Houzz Logo Print
dani_dani86

Invertire zona giorno con la zona notte?

Dani Dani
2 mesi fa

Buongiorno, sto restaurando l'ex appartamento di mia nonna. Un ingegnere mi assiste per la burocrazia e un architetto per migliorare l'estetica. Il problema principale è la struttura mista in calcestruzzo e pilastri degli anni '60. Un grosso muro in calcestruzzo da 30 cm divide l'appartamento tagliandolo a metà. Inoltre, c'è una piccola stanza di 140x170 cm, posta a sinistra, copre una rampa che serve come tetto per la scala d'ingresso e non è rimovibile, attualmente usata come ripostiglio.


(Disegni fatti da me)



Desidero un ampio open space con cucina a vista e isola, un bagno e due camere: una matrimoniale e una per il bambino.


L'architetto suggerisce di dividere l'appartamento in due: a sinistra l'ingresso e soggiorno/cucina a L, a destra la zona notte, ampliando l'attuale cucina di 50 cm verso destra per una cameretta. Tuttavia, ciò creerebbe lo spazio del soggiorno open space piccolino, rendendo impossibile inserire un'isola a causa della forma a L.

La proposta dell'architetto prevede l'uso di armadi e scaffali nell'ingresso, che circondano la porta del corridoio, creando un angolo accogliente con una postazione per giradischi. Il bagno verrebbe ampliato e la dispensa trasformata in lavanderia, sfruttando così il 90% della casa.


La mia idea, invece, è di spostare la zona giorno a destra, creando un ampio spazio aperto perfetto per una parete attrezzata, cucina con isola e tavolo, ottenendo un bel salotto rettangolare. Tuttavia, questa soluzione lascerebbe inutilizzati circa 6 mq dell'ingresso e richiederebbe la creazione di un ulteriore corridoio.

Nella soluzione proposta, si perderebbe spazio a causa dei corridoi.

La cameretta del bambino, benché sul disegno sia di 7.6 mq, includerebbe i 2.4 mq del soppalco aperto e utilizzato come letto ad 1.2 m di altezza con una scaletta.

Una parete all'ingresso coprirebbe la porta della zona notte, indirizzando chi entra verso la zona giorno.


Cerco consigli: ho consultato due professionisti, ma nessuno mi convince pienamente. L'ingegnere si è limitato ad evidenziare i limiti strutturali della casa e ha espresso un parere positivo sulla mia proposta, mentre l'architetto sembra non essere convinto.


Che consigliate voi?

Mi sembra assurdo che in circa 90mq non riesco ad ottenere 2 stanze e un open space, per via di un maledetto muro in calcestruzzo, che obliga dei tagli!

Commenti (59)

  • Laura M.
    2 mesi fa

    È un vano che verso la cucina (se riuscirai a mettere lì la cucina) puoi utilizzare per mobile dispensa, con ante nella stessa finitura della cucina in modo che sia percepibile come parte di questa (la spalla laterale in cartongesso magari a creare una nichis). Verso il soggiorno potresti chiuderlo con porta filomuro tinteggiata come le pareti ed usarlo come utile ripostiglio. Tolta la prof. 60/70 della dispensa, Ti rimane 1 m x. 1,4 di ripostiglio rialzato che non è niente male.

  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Grazie a tutti per i preziosi consigli ricevuti!

    Preciso che le discussioni saranno condivise con i professionisti coinvolti. La scelta del "fai da te" è motivata dalla necessità di non rimanere in mano tra i tempi tecnici d'attesa, di arrivare più preparato possibile ai prossimi incontri e di dare un tocco personale alla mia casa.

    Fatte le dovute premesse ho attentamente ascoltato i vostri consigli, fondamentali per me. Con questi ho formulato nuove ipotesi e chiedo ancora se posso il vostro prezioso parere.

    NB Nei disegni potrebbero esserci residue misure dai disegni precedenti, chiedo scusa, me ne sono reso conto solo ora.

    • Nel primo caso, ho cercato di posizionare la cucina a sinistra, ma è impossibile centrare il divano nella stanza a causa degli spazi ristretti e nel tentativo di mantenere almeno un metro di spazio nei passaggi. In questa ipotesi, la rampa diventa una colonna forno/microonde nel lato della cucina, mentre l'altro lato diventa un armadio come suggeriva Laura, con possibilità di apertura. Tra la rampa e il divano ci sono 90 cm di distanza per aprire le ante o, nella seconda variante, inserire una porta a soffietto che conduce a una dispensa alternativa.



    • Nella seconda ipotesi, la cucina va a destra, mantenendo il grande tavolo. La rampa diventa una cassapanca con seduta e cuscini (70 cm di profondità) da un lato, dall'altro lato diventa un armadio con ante, mostrando una volta aperto l'armadio il soppalco o altre strutture, sempre come mostrava Laura.



    • Nella terza opzione, provo ad agire senza il tavolo grande, la cucina resta a destra e la rampa mantiene il design precedente. Il divano può essere posizionato al centro. A destra di questo viene posto un bancone snack (40 cm) nella prima ipotesi mentre nella seconda ipotesi un'isola con piano cottura (60 cm). Per la seconda ipotesi la mia perplessità rimane nel fatto che un piano cottura vicino al divano sarà sicuramente sinonimo di disastri e macchie di sugo inlavabili ahahaha. Sono goffo, non ci sarà alzatina che potrà proteggerlo ahaahaha



    Per quanto riguarda gli spazi, sono molto risicati e non permettono molte configurazioni. Considerate che, pur di avere almeno 1 mt di passaggio tra una zona e un'altra, ho dovuto optare per un divano di dimensioni ridotte, il più piccolo trovato con penisola su IKEA (190 cm), ovviamente, l'ho usato solo per campionarne le sue misure.

    Grazie a tutti per la preziosa collaborazione!

  • Discussioni simili

    Pavimento diverso zona giorno/zona notte: quale scegliere?

    Q

    (17) commenti
    premetto che il mio tono sarà antipatico xD non me ne volere, ma vorrei esporti il mio modesto punto di vista da semplice appassionata che ha appena finito di ristrutturare casa. cito testualmente "vorrei evitare il legno semplicemente perché lo trovo di scomoda gestione: le parti potrebbe saltare, non sopporta bene tutti i liquidi, va pulito con attenzione e con prodotti dedicati, cambia se esposto alla luce del sole... " ti rispondo per punti: - le parti che saltano succedono solo in casi ESTREMI, tipo elettrodomestici o tubi esplosi, e credo che sarebbe un problema anche se tu avessi un piastrellato - non sopporta bene tutti i liquidi: in realtà è una notizia falsa perchè col giusto detergenti togli tranquillamente anche le macchie di caffè (parlo per esperienza personale) - va pulito con attenzione e con prodotti delicati: certo, non puoi darci la varichina pura, ma in realtà basta trovare il detergente giusto ed utilizzare un normalissimo panno piatto per pavimenti. io mi sono fatta consigliare direttamente dal parquettificio dove ho acquistato il mio splendido pavimento e mi hanno dato un prodotto per la pulizia eccezionale. il gres è da battaglia fino ad un certo punto: devi comprarlo di prima scelta, DI QUALITA', e quindi i costi sono paragonabili a quelli del parquet. inoltre l'effetto legno, soprattutto se mescolato ad altri effetti, restituisce un'atmosfera fredda e posticcia, che magari in foto può anche essere carina ed ingannare l'occhio, ma dal vivo ti sembrerà super finto (anche perchè lo è!). insomma, visto cosa vorresti realizzare utilizzerei sicuramente un parquet vero, accostandolo in cucina e soggiorno ad una bella piastrella, o pavimentando direttamente tutta la casa col legno. per i mobili eviterei i vari effetti: il top della cucina lo farei in quarzo o marmo, lasciando perdere i finti e posticci. i mobili li scegliere con parti in vero metallo e vero legno, e non con stampe o vernici che riproducono qualcosa che in realtà non sono. se hai problemi di budget rivolgiti direttamente agli artigiani, risparmierai sicuramente qualcosa. oppure rivolgiti direttamente ai vari brico, leroy merlin e compagnia bella, che offrono delle ottime soluzioni in fai da te: io ho realizzato delle mensole per la nicchia che ho in sala, prendendo le mensole grezze, facendole tagliare su misura (gratis) in negozio, tingendole col mordente e montandole insieme a mio padre. Poca spesa, massima resa, e non ho un EFFETTO LEGNO ma un prodotto vero
    ... mostra di più

    Divisione zona giorno- zona notte

    Q

    (19) commenti
    Onestamente non ho ancora capito cos è 1.2x53 comunque faccio una considerazione sul passaggio tra soggiorno e piccolo corridoio, un distinguo tra l aspetto normativo e quello pratico/estetico. In teoria, per il regolamento di igiene che norma l obbligo di antibagno, ci vorrebbe una porta, tanti anni fa quando i tecnici comunali uscivano a controllare ti avrebbero obbligato a metterla, oggi che non è più prevista alcuna verifica ma la CILA è una semplice comunicazione, il tuo geom/arch che ha fatto la pratica dichiara La conformità alla norma sotto la propria responsabilità, non so se abbia segnato la porta o meno, ma poco importa se la metti o no, tanto mai nessuno verrà a casa tua a vedere :-) Dal punto di vista pratico invece io la metterei, magari una scorrevole esterno muro o comunque una filomuro a tutta altezza, fino al soffitto, poi è questione di gusto personale, la casa è tua e tu ci devi vivere, se Ti piace aperto lascialo così
    ... mostra di più

    Divisorio fra zona giorno e zona notte

    Q

    (17) commenti
    Non so come realizzerai il soggiorno ma potresti anche realizzare una soluzione di questo tipo se sposti la porta filo muro soggiorno. A mio avviso ti serve un progettista perchè tu ragioni solo sulla porta mentre dovresti ragionare sull'insieme e la parete mobile potrebbe essere tappezzata con un parato che dia senso di profondità oppure anche dipinta in modo da dare un senso di prospettiva, ma ti ci vuole un'autore
    ... mostra di più

    Pavimentazione diversa zona giorno e zona notte dal bagno?

    Q

    (2) commenti
    A me non convince mettere tipologie di gres diverse. Io preferisco una pavimentazione uniforme in un appartamento. Se proprio vuoi qualcosa di differente io ti consiglierei il parquet nelle camere.
    ... mostra di più
  • pollicina2017
    2 mesi fa

    Se gli spazi sono già stretti perché metti sempre piano snack e tavolo? Opterei per usare una eventuale consolle apribile o un tavolo combinato come quello in foto.

    Non so se è possibile spostare la porta di ingresso verso il centro stanza, giusto per avere una armadiatura sulla sx qnd entri.

    I sanitari meglio su unica parete.

    MAC House - Kitchen · Maggiori informazioni

  • Laura M.
    2 mesi fa

    Secondo me l'una o l'altra. Preferisco quella con cucina sulla sinistra ma devi assolutamente cambiare tavolo.

    Con cucina a destra puoi forse usare il grande tavolo e la panca sottoscala usarla come seduta per il tavolo su quel lato. Metterei solo una piccola consolle a dividere dalla cucina oppure niente, assolutamente no piano cottura. E farei solo quattro metri ca. di cucina non angolare, delimitata da spalletta verso l'ingresso.

    Ti hanno suggerito di spostare la porta di ingresso in modo da mettere armadio laterale. Ottimo suggerimento cercherei ad ogni modo di ottenerne la possibilità

  • pollicina2017
    2 mesi fa

    Le opzioni di Laura sono quelle che convincono sempre di più! Vorresti un divano angolare perché è comodo sdraiarsi? Potresti optare per un divano 3 posti con pedana estraibile.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Indicazione da verificare con il professionista che ti segue

    Ho cercato di capire se possibile inserire quanto desideri. Il tavolo previsto da 160x80 (quindi non potrai inserire quello da te ipotizzato) e con panca in angolo.

    Una porta a specchio filo muro cela l'accesso alla zona rampa/ripostiglio verso la zona divani. Considerata l'altezza dei locali dipingerei il soffitto (nella simulazione l'ho portato a 3 metri ma potresti lasciarlo anche a 3,5 dipingendo una cornice sulle pareti in prossimità del soffitto.

    Ovviamente poi progetterai i moduli cucina e penisola in coerenza con tue necessità e abitudini. La mia è solo un'idea su cui fare dei ragionamenti









    per darti l'idea della posizione colori a soffitto con cornice.



    Gerusalemme - camera da letto · Maggiori informazioni


  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa

    Scusa sulla penisola inverti lavello e piano cottura. Purtroppo il modulo del programma non me lo invertire

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    La panca copre la prima parte di rampa e potrebbe avere apertura a cassapanca e diventare contenitiva x piccoli oggetti

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa

    Vedi freccia

  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa

    Grazie ancora a tutti per i consigli, siete stati veramente formidabili! Anche quest'altra soluzione per la rampa mi piace molto! In questa ipotesi l'unica pecca che vedo è che in pratica la cucina sarebbe composta esclusivamente da 2 colonne e un isola, lo vedo poco pratico, ma userò anche questa ipotesi quando parlerò con l'architetto e vi terrò aggiornati, grazie ancora!

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Davanti alla penisola ho inserito moduli a profondita ridotta contenitivi. ma il tuo architetto saprà darti le indicazioni che servono per avere quanto ti necessita


  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa

    Un'altra possibilità é utilizzare colonne per schermare la zona delle azioni del cucinare e posizionare il TV centro stanza posizionando sul fondo un divano. Domani posso provare con simulazione

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    simulazione (ho controsoffittato l'ingresso che può diventare ripostiglio. Il resto dell'ambiente è altro 350. Quì le colonne dividono la zona cucina dalla zona living diventando appoggio per il tv. Sempre da valutare con il tuo professionista








    puoi anche lasciare controsoffitto ingresso e colonna bianco e riprendere il colore del soffitto nel fondo della parete del tavolo





    ma queste sono scelte da eseguire poi con il tuo professionista che ha la visione reale degli ambienti

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Essendo un locale unico non metterei i pensili che fanno molto cucina ma solo colonne (anche in questa simulazione ho inserito due colonne da 60 prof. 60 prima delle basi) e basi. Poi scegli in base alle tue necessità, è solo un'indicazione.


    guarda per esempio la cucina con quinta con colonne di questo progetto

    https://www.houzz.it/hznb/progetti/venini-37-130-mq-pj-vj~6795998

    nel tuo caso non andrei fino a soffitto considerata la dimensione del locale ma mi fermerei ad altezza colonne

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    cucina più tradizionale con pensili celandola con degli elementi in ferro vetro creando un ingresso separato e quinta porta tv









    puoi anche aggiungere un ulteriore elemento contenitivo, che diventa anche appoggio al divano, sempre con apertura dall'alto (per esempio per plaid o altro a servizio del divano) davanti al mobile che copre la prima parte di rampa e una lampada da sospensione che scende nell'angolo (da scegliere a tuo gusto e in base al tipo di luce che serve, se diretta o indiretta, d'atmosfera o diffusa..)


  • pollicina2017
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Ciao Dani Dani, ti allego una distribuzione soggiorno cucina che mi sembra essere la più economica ma anche di effetto e di valorizzazione dei dislivelli e delle altezze che avete.

    Economica perchè la cuina è posta in prossimità di quella esistente (allacci/scarichi) e perchè si utilizzano i tavolati già esistenti attorno alla rampa per l'appoggio di un nuovo "piano calpestio" a 1 metro dal pavimento: in questo soppalchetto ho creato un angolo studio, ma potrebbe essere anche dedicato ai vostri hobbies (angolo chitarre, lego, cucito, lettura, collezioni, gioielli, fotografia) perchè nell'apparamento ritengo che ci siano già altrettanti spazi di ripostiglio (addirittura ne potresti fare in quota nel corridio data la notevole altezza). Per raggiungere il soppalchino una scala alternata o una scala estraibile o una scala ribaltabile...da posizionare contro il muro di fondo o anche nell'angolo centro stanza (tratteggiata) in maniera da avere più libreria. Il piano scrivania si mette sopra alla parte di piano inclinato fuoriuscente. Una penisola a forma di goccia (me la immagino di legno) che sormonta bancone cucina a fare da snack con vista verso l'esterno.

    A me sembra così un bell'ambiente arioso e divertente, conviviale anche per tante persone se apri un tavolo allungabile e lo posizione in asse alla portafinestra.





  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa

    Buon pomeriggio a tutti, ringrazio di cuore tutti per i preziosi consigli.

    Oggi, dopo aver discusso con l'architetta, abbiamo preso una decisione!

    Il quesito di questo post è risolto: confermo la scelta di posizionare la zona giorno all'ingresso. Questa discussione mi ha aiutato a comprendere le numerose possibilità offerte dalla stanza, rendendomi conto che sarebbe uno spreco spostare gli ambienti solo per ottenere qualche metro quadrato in più nella zona giorno.

    Per quanto riguarda la zona notte, ho discusso tutte le vostre proposte con l'architetta e sono state accolte. La porta della camera da letto verrà spostata dietro il pilastro, consentendo soluzioni più armoniose per la cameretta/camera degli ospiti. Per la cucina, abbiamo deciso di posizionare gli scarichi sulla parete destra. Questa scelta è dovuta alle discrepanze tra i calcoli dell'architetta e quelli del tubista, per evitare sorprese future scegliamo l'opzione più sicura.

    Non è possibile spostare la porta d'ingresso a causa della rampa di scale che conduce agli altri appartamenti. L'appartamento, costruito nel 1920 e successivamente ristrutturato, presenta alcune complessità strutturali dove l'unica soluzione è accontentarsi! La rampa sarà liberata dalla sua attuale gabbia di cemento, e una volta che gli spazi saranno "nudi" e l'appartamento sarà spoglio, decideremo la forma della cucina e la disposizione dei mobili. Nel frattempo, tra burocrazia, demolizione delle pareti, lavoro del tubista, rinnovo degli impianti e del bagno, avrò tempo per prendere queste decisioni!

    L'architetta, considerando le molteplici opzioni per la rampa e la cucina, mi ha consigliato di procedere in questo modo e ho accettato. Mentre i muratori lavoreranno, preparerò altri schemi e disegni e forse aprirò un post dedicato all'arredamento del salotto-cucina.

    Grazie ancora per l'immenso aiuto che mi avete fornito!

  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa

    Ho visto solo ora la soluzione con il soppalco, è molto bella e d'impatto devo capire come dividere le altezze, ma è molto bella!

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa

    tienici aggiornati ;)

  • Laura M.
    2 mesi fa

    Si le opzioni per il soggiorno sono varie, belle anche quelle con soppalco specie l'ultima di Officine.

    Un piccolo suggerimento per la disposizione del bagno con lavabo su parete frontale, se fattibile metro alla mano. In ogni caso cerca comunque di allineare wc e bidet sullo stesso lato.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    se può rientrare nel tuo budget e sempre verificando con l'architetta che ti segue inserireri doppi servizi. Uno esclusivo con accesso dalla camera per mezzo di doccia passante con vetri satinati e uno cieco per il figlio e per gli ospiti. Quello cieco con finestra sul bagno della camera per avere luce naturale. Anche la zona lavanderia potrebbe godere di luce naturale con una parte della parete doccia in vetro




    CORSO ROMA 33 - concept e render · Maggiori informazioni


  • pollicina2017
    2 mesi fa

    A mio parere non ci sono e altezze per realizzare un sopplaco vero e proprio: godibile sopra e sotto. Quello che ho proposto io è una pedana rialzata che puoi mettere a 100 cm da terra (4 pedate di scaletta interna salvaspazio) o arrivare anche agli attuali 140 cm (scaletta da 5 pedate). La parte di pedana che si può estendere sarebbe quella sopra una armadiatura, quindi 50 o 60 cm in più in lunghezza verso la cucina (dove ho scritto "madia"). La pedana potrebbe quindi essere di 150 per 210 cm. Non vediamo l'ora di vederlo realizzato questo appartamento!

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Pollicina per serdersi ad un tavolo (che non è una zona di passaggio) direi che 170/180 di H bastano, per andare a 350 soffitto ne bastano per un soppalco da utilizzare come spazio giochi/relax o lettura (quello che ho ipotizzato è da 140 di profondità lungo tutta la parete).

    Inoltre questo gli permette di evitare di controsoffittare tutta la zona giorno, dato che il soppalco spezza l'altezza della parete, limitando l'intervento alla sola zona ingresso inserendo uno spazio ripostiglio in altezza.

    Ovviamente tutto da verificare con la progettista che lo segue, anche in merito al budget a disposizione oltre alle effettive necessità dell'utente. Il mio non è un progetto ma solo un'indicazione

  • Laura M.
    2 mesi fa

    Ma anche senza fare una doccia passante c'è lo spazio per fare un bagno completo a disposizione della matrimoniale. Il secondo bagno cieco a seguire e un piccolo vano ripostiglio lavanderia (1.4x1) all'ingresso della zona notte. Considera che anche la parte soprascala (chiamiamola così) potrebbe destinarsi ad ulteriore spazio ripostiglio.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Ho pensato che un lavabo nella lavanderia sarebbe utile per bucato a mano ed eventuali ammolli

    e i sanitari sulla stessa parete di confine aiuta a contenere i costi degli impianti ed essendo in nicchia i sanitari sarebbero nascosti verso la camera

    La doccia può avere la porta in vetro colorato verso la camera da letto se si vuole più privacy e satinata o stampata verso l'interno bagno.

    Tutte le soluzioni sono possibili, dipende dal committente e dal suo professionista che avrà tutti i dati di realtà che a noi mancano.

    Il letto matrimoniale l'ho indicato non sulla parete di confine con la camera singola per questioni di maggiore privacy ma può essere inserito anche nella posizione indicata da Laura ed in realtà sarebbe più funzionale a livello di percorsi verso il bagno.

    Sono tutte soluzioni possibili e sicuramente lavorandoci sopra il tuo professionista ne studierà sicuramente altre







  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa

    Buongiorno e grazie a tutti. Vi inviterò all'inaugurazione dell'appartamento una volta terminati i lavori, per ringraziarvi!

    Rispondo un po' a tutto in ordine sparso! Per la sistemazione dei sanitari, i progetti iniziali erano provvisori. Ho affidato le decisioni conclusive all'architetta, che opererà con i suoi tempi. Ma l'idea proposta da Laura come al solito mi ha colpito molto, mi piace l'idea di trovarsi di fronte il lavandino, sospeso, appena entrati, lasciando i sanitari nascosti. Per il secondo bagno, al momento non rientra nel budget. Considero l'opzione di preparare gli impianti nella lavanderia e magari porre un lavabo, facilitando in futuro la trasformazione in bagno se cambiassi idea, grazie agli allacci già presenti non dovrebbe essere troppo complicato. Questo aspetto verrà discusso anche con il tubista.

    Le vostre proposte e quelle dell'architetta sono state fondamentali: lei, per esempio, suggerisce di posizionare il lavandino sotto la finestra, per lei l'effetto è molto bello. Quindi ho preso il tutto e ne ho fatto un mix, ponendo altre "necessità" come provare a nascondere la porta d'ingresso con un muro di listelli in stile Japandi e l'utilizzo di un vecchio baule come svuota tasche (l'architetta approva), oppure un'altra modifica riguarda la cabina doccia, ricavata da una parte dell'ex ripostiglio. Data la sua lunghezza di 135 cm nel tentativo di contenere i costi essendo un fuori misura, ho previsto l'aggiunta di un muretto di 15 cm, alto circa 1 metro, che fungerà da appoggio per i saponi.

    Poi sto cercando di trovare un modo per quanto riguarda la separazione della cucina, evitando che sia visibile dall'ingresso, sto valutando diverse soluzioni, come una parete in vetro, e ne discuterò con l'architetta.

    La rampa diverrà in un mobile TV da un lato e in un armadio dall'altro, con dimensioni di 150 cm x 100 cm (con possibilità di stoccaggio nella parte alta). L'idea di un soppalco si è rivelata poco pratica per la mia altezza di 1.85 m; lo spazio ridotto in altezza sarebbe risultato scomodo e probabilmente inutilizzato, preferendo destinarlo a spazio di stoccaggio.

    Per la camera da letto, l'architetta ha proposto un ampio armadio a muro di 60 cm di profondità, con porte scorrevoli. Sto considerando la possibilità di una cabina armadio, eventualmente più ampia, ma non credo ci entri, voi che dite? Quindi tra tutte queste idee nasce una nuova bozza.


    Nota bene: questa bozza nasce dall'integrazione delle vostre idee, quelle dell'architetta e le mie. Essendo "non addetto ai lavori", il progetto dovrà subire ulteriori modifiche. Importante: gli allacci dell'acqua sono stati predisposti in modo obliquo per via di un muro portante che non può essere toccato, utilizzando lo spazio della ex porta che verrà murata. Mentre i muri di confine sopra e sotto sono già attualmente bombati con un'aggiunta di 15 cm per il passaggio di tubi e cavi. Ecco la bozza e, come sempre, accolgo volentieri i vostri consigli!


    Nota bene bene: Alla fine un tavolo snack lo infilo sempre, chiedo perdono, ma è un mio piccolo capriccio, siate buoni, in questo caso di 120 cm di lunghezza.


  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa

    PPS La zona TV prevede un "braccio" mobile, che permette di ribaltare la TV di almeno 90 gradi cosi da poter vedere la TV dal tavolo, mentre si cucina o dal piano snack se sposto lo sgabello.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    stai facendo dei lavori di ristrutturazione che rientrano nella detrazione fiscale del 50% e che dal prossimo anno passerà al 36%.(non so se farai altri lavori che rientrano nell'ecobonus) che ha altre aliquote.

    Se hai intenzione di fare due bagni io penserei di fare subito i lavori per evitare di avere due volte l'impresa in casa, quando ci abiti avere dei lavori in corso non è mai una situazione facile, e per usufruire della maggior detrazione che poi non avresti.

    Personalmente non rinuncerei al bagno privato in suite, ovviamente parlane con il professionista che ti segue. La gestione del budget sarà sua e quindi saprà indicarti come meglio gestirlo e dove evitare di fare spese rimandandole in tempo futuro a favore di altre per avere il miglior risultato possibile.

    Nella camera da letto meglio armadio che cabina, un bell'armadio a tutta parete va benissimo.

    Magari potresti fare un piccolo contromuro nella camera matrimoniale dove appoggia il letto per evitare di avere il letto appoggiato sul muro di confine



    per esempio




  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa

    Usero il 50%, ma è un 50% che rivedo in 10 anni, sperando che in questi 10 anni la mia condizione lavorativa non cambi... Considera anche che sono solo per ora in casa essendo single... è una spesa che farò, se la farò tra 10 anni...

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    ovvio che io parlo senza avere i dati di realtà di cui dispone la tua architetta ma se in un futuro dovessi pensare di rivenderla avere due bagni e due camere aumenta il valore dell'immobile e anche la fetta di mercato a cui rivolgerti.

    Inoltre pensa se dovessi ospitare qualche amico/amica o amici che potrebbero usufruire di un bagno dedicato senza dover condividerlo con il padrone di casa.

    Parlane con la tua professionista che sicuramente saprà indicarti per il meglio.

    Ristrutturare è un'opportunità per pensare in termini non solo del quì e ora ma anche in termini di usi e bisogni futuri

  • PRO
    Casadivale
    2 mesi fa

    il locale lavanderia facendo delle predisposizioni può essere facilmente trasformato in bagno

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa

    ma poi non avrai l'accesso dalla camera matrimoniale e dovrai intervenire sulla parete per spostare la porta. Sempre che si voglia avere l'accesso dalla matrimoniale. Io non l'ho fatto quando ho ristrutturato casa (ma parlo di 35anni fa e allora nemmeno l'architetto che mi aveva seguito non lo propose ahimè) e se dovessi intervenire ora lo farei sicuramente.

  • Laura M.
    2 mesi fa

    Condivido pienamente tutto quanto ti consiglia Officine. Ricavare un secondo bagno è una spesa che valorizza l'immobile e fatto ora ti costa meno. Io spenderei il meno possibile per i mobili della cucina ad esempio ma investirei sulla struttura, vedi secondo bagno, È vero che lo puoi realizzare successivanente, ma devi intervenire sul bagno adiacente per rendere il secondo bagno più ampio(doccia + lavatrice richiedono più spazio) e quindi diventerebbe più complicato e costoso. Ora puoi invece predisporre anche piccolo vano lavanderia separato.

    Comunque tu decida la porta del ripostiglio/lavanderia/futuro bagno la farei centrata per sfruttare i lati corti essendo stretto.

    L'ingresso puoi schermarlo con listelli lato cucina, non farei schermi dove metti la cassapanca, lascia che all'ingresso arrivi la luce della finestra.

    In soggiorno, dove metti il tavolo, vedo che indichi delle lunghe mensole sulla parete parallela come mi sembra ti aveva indicato Officine (disegni color legno). Mi piacciono molto, spessore 3/4 cm, anche bianche essendo il tavolo antico.

    Se cambiassi idea sul piano snack il tavolo puoi metterlo anche di fronte alla cucina che sarà in linea in questo caso, un po' più lunga ma senza angolo. Il tavolo con sedie di design e una bella sospensione farebbe un figurone.

  • Laura M.
    2 mesi fa

    Condivido pienamente tutto quanto ti consiglia Officine. Ricavare un secondo bagno è una spesa che valorizza l'immobile e fatto ora ti costa meno. Io spenderei il meno possibile per i mobili della cucina ad esempio ma investirei sulla struttura, vedi secondo bagno, È vero che lo puoi realizzare successivanente, ma devi intervenire sul bagno adiacente per rendere il secondo bagno più ampio(doccia + lavatrice richiedono più spazio) e quindi diventerebbe più complicato e costoso. Ora puoi invece predisporre anche piccolo vano lavanderia separato.

    Comunque tu decida la porta del ripostiglio/lavanderia/futuro bagno la farei centrata per sfruttare i lati corti essendo stretto.

    L'ingresso puoi schermarlo con listelli lato cucina, non farei schermi dove metti la cassapanca, lascia che all'ingresso arrivi la luce della finestra.

    In soggiorno, dove metti il tavolo, vedo che indichi delle lunghe mensole sulla parete parallela come mi sembra ti aveva indicato Officine (disegni color legno). Mi piacciono molto, spessore 3/4 cm, anche bianche essendo il tavolo antico.

    Se cambiassi idea sul piano snack il tavolo puoi metterlo anche di fronte alla cucina che sarà in linea in questo caso, un po' più lunga ma senza angolo. Il tavolo con sedie di design e una bella sospensione farebbe un figurone.

  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Il secondo bagno aimé non rientra nel budget, sto cercando di non aprire mutuo e di usare i risparmi di circa 10 anni, sapete bene i costi che ha una casa. Contate che solo il primo bagno è stato preventivato ad un costo che prende quasi da solo il 33% della spesa totale. È tutto da rifare, impianti, finestre, pavimenti, controsoffitto, tubi, già i mobili sono fuori budget, entreró con un letto e la cucina e piano le cose si comprano.

    Il secondo bagno con la predisposizione degli impianti sarebbe comunque fattibile dopo anche senza allargamento sul attuale bagno, basterebbe rinunciare all'ingresso dalla camera matrimoniale trasformandolo dopo contando che la superficie è di 4.5 mq, certo dovrei pagare 2 volte il progetto, ma preferisco cosi che aprire un mutuo

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    per il letto può andare bene anche una rete semplice, semplice con materasso e rullo come cuscinone/testata.

    la cucina potresti anche trovarne di seconda mano al momento (su subito.it per esempio ce ne sono diverse che potresti riadattare con poco secondo me oppure chiedere a qualche negozio arredamento se ne ha di usate che hanno ritirato) ma avere casa finita.

    Spero che tu abbia fatto fare più preventivi per il bagno, chiedi alla tua architetta come fare per risparmiare il più possibile.

    Capisco però che ognuno fa le proprie scelte ;) e lo rispetto in toto

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    ti faccio un esempio, poi vedi tu con chi ti segue se può essere un'idea.

    In questo progetto leggo nella descrizione che la cucina è stata riadattata (probabilmente ritinteggiata con un colore più d'impatto rispetto ad un legno solito delle cucine dal gusto un pò country) inserendo degli elementi nuovi molto semplici.

    cito dalla descrizione del progetto " recupero della cucina esistente con modifiche e integrazioni con nuovi elementi per adattarla a nuova disposizione "

    Il dettaglio funzionale | 140 MQ · Maggiori informazioni



    Il dettaglio funzionale | 140 MQ · Maggiori informazioni


    io trovo che sia un ottimo risultato

  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Salve a tutti, ritorno alla carica dopo un po' di silenzio! Ero quasi convinto del progetto che avevo presentato e l'architetta aveva aggiunto un mobile girevole per la TV, così da poter vedere la TV da ogni angolo, questo non mi convinceva, ma poi cercando su internet ho trovato "un palo", la TV verrebbe posta su questo e potrebbe ruotare. L'idea a me piace molto anche se per lei è troppo da "negozio", ma ok, dettagli, direi che nel momento in cui devo fare acquisti, decido.


    Mentre stavamo discutendo con lei, mi stavo concentrando su come separare gli ambienti tra cucina e soggiorno e vedendo qualche consiglio in rete ho trovato questa idea "sollevare il piano con un pavimento galleggiante". Mi si accende una lampadina, e se alzassi il piano nella parete di sinistra? In altezza né abbiamo di spazio... Alzando il piano gli scarichi potrebbero passare tramite un gioco di gradini e colonne dal balcone.


    Per l'architetta la cosa è possibile ma è un po' dubbiosa sulle misure della cucina. Ma ecco che si apre un altra strada, alzandomi di 30/40cm posso prendere spazio da quella dannata rampa! Ottenendo circa 305cm per 1 parete, contando che poi c'è anche la parete ad L e la colonna forno che potrei incastrare nella rampa, nel totale sono quasi 4 metri di cucina distribuiti a C.

    Alzando il piano la grandezza della finestra non ne risente molto, è un fuori misura che arriva a 260cm, scenderemo a 220. L'idea ha aperto un altra maglia e a quanto pare c'è un vecchio scarico proprio sulla parete dove vorrei fare la cucina, ma va ripristinato con annessi permessi al comune, è una seconda strada molto più valida, che non preclude l'alzata del pavimento di questi 40 cm, con l'obbiettivo comunque di voler ottenere più spazio dalla rampa e comunque, l'effetto a mi piace un sacco! Allego un bel po' di foto e disegni che ho fatto, vorrei sentire il vostro prezioso parere. L'architetta è parecchio oberata di lavoro, non mi ha risposto.



    NB il nuovo progetto è un mix tra la disposizione della cucina proposta da Laura, con l'idea della panca a tavolo proposta da Officina, con la variante del mobile rotante dell'architetta e questa ultima idea di rialzare la cucina. Voi che dite?

    Nel disegno ho inserito anche un divano ben piu grande, un mobile antico della nonna e una porta scorrevole esterna, qui l'ingresso:



    Questa e una versione con il mobile rotante e non con il palo


    Qui un disegno alla meno peggio degli scarichi



    Prospettiva dalla cucina, con piano snack 180cm, utilizzabile 120cm, con porta frutta nel lato della cucina



    Vista dal divano







  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa

    Ma non dovevi contenere i costi?

  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Beh ancora qua siamo in una fase di progettazione, devo ancora farmi fare qualche preventivo, e come per il secondo bagno, lascerò la scelta definitiva ai costi, ma intanto considerare l'ipotesi, secondo me è importante... Ora non so quanto lieviti il tutto ma nel totale sono 8 mq, non è una metratura cosi spaventosa... e magari in quella zona evito il controsoffitto, considerate che il pavimento è comunque da rifare, ovviamente per risparmiare, nel resto della casa, poso il pavimento direttamente su quello vecchio, ma è comunque da fare

    Anche gli infissi sono da rifare, sono tutti in legno marcio ed erano già a preventivo, quindi se devono venire più piccoli per ospitare un gradino, anzi risparmio.

    Mi spaventa più il conto con tubista che il resto, ma male che vada eh, ho il piano B bello e pronto

  • Laura M.
    2 mesi fa

    Non mi piacciono in assoluto il palo in mezzo alla stanza e neanche quel mobiletto messo attaccato alla penisola. Il gradino? Se possibile non lo farei.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Il palo per la tv non è che non piaccia, è che per le dimensioni dello spazio non è coerente.

    Servono spazi più ampi a mio avviso rispetto a quelli di questo post per una tv centrale.

    Penserei invece di inserire la tv sulla zona che divide la cucina dal living, magari con pannello direzinabile o posto su un mobile con ruote

    (563) Pinterest · Maggiori informazioni



    Mansarda bianca moderna · Maggiori informazioni



    pranzo-soggiorno · Maggiori informazioni


    per quanto riguarda la posizione della cucina e se con gradino o meno affidati all'esperienza della professionista che ti segue

  • pollicina2017
    2 mesi fa

    Solo se puoi usare lo scarico che avete rinvenuto, senza fare gradini sotto la finestra. Eventualmente una piattaforma sotto la cucina (ma costa) con un solo gradino dove ho messo il tratteggio. Il tavolo può anche essere più compatto e apribile in caso di bisogno. Da vedere bene come creare accesso in quota al ripostiglio. Tv con braccio direzionale o con mobile come suggerito da altri.



  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa

    @pollicina2017 l'idea non è male, direi che farò un pò di preventivi e scelgo dopo questi, l'unico difetto che vedo nella tua soluzione è il divano. Dalle mie misurazioni risulta essere di 190cm, oltre finirebbe in direzione della colonna.

    Potrebbe essere un idea quella di rimuovere il tavolo? Mangiare normalmente sull'isola, mentre quando ho ospiti usare un tavolo componibile che di norma è riposto a mo di mobile? Avevi proposto una soluzione simile tu qualche post fa


  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    personalmente preferisco la cucina sulla parete di confine conil bagno perchè questo evita di avere la tv in una zona di passaggio e la zona living è più delimitata nella funzione.

    Mi sono divertita a creare un soppalco sempre seguendo il pensiero di Pollicina dove poter avere una piccola zona studio e la zona sopraelevata a cui si accede ha la copertura in rete. Una sorta di amaca rettangolare, diventa solo spazio relax per la lettura.

    Sicuramente i costi si alzano ma è sempre realizzabile in un futuro.

    Ho spostato la tv sulla parete di fondo così da poter essere vista sia dal tavolo che dal divano e dalla cucina.







    Around The Net - Picture gallery · Maggiori informazioni



    Attico ad Arezzo (floating boxes) · Maggiori informazioni


  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    L'idea non è male, ed è un pò il piano B, sto facendo un sacco di giri e preventivi e lascio la decisione a loro, attualmente, la cosa che più mi spaventa, sono i tempi del comune... Lo scarico che vorrei ripristinare è rotto, c'è da fare richiesta al comune e attendere i loro lavori.

    La soluzione che proponi mi aveva quasi convinto inizialmente e avevo dato l'ok ai tecnici per il progetto, ma mi ha destano preoccupazioni qualche giorno fa, ero andato a visitare l'appartamento con i tecnici e vedendo le cose "sul reale" il tutto non mi convinceva.

    L'ingresso per quanto sulla carta può sembrare enorme, in realtà essendo solo 2 metri e mezzo, è piccolino e con qualche prova improvvisata con mobili di ripiego sul posto, simulando la cucina ad L, la soluzione faceva sembrare che non entrassi in un open space, ben si in cucina, in quanto il resto dei mobili sono nascosti a prima vista.

    L'effetto non mi convinceva, l'architetta propose per ridurre l'effetto una cucina lineare 360cm che si mescolasse con una grande fila di armadi "da salotto", cosi entrando vedendo questi mescolati poi con le colonne avremmo attenuato l'effetto... Ma mi state conoscendo, mi sto incaponendo molto sulla possibilità di un tavolo snack / isola e quindi, sono tornato a considerare l'ipotesi della cucina dall'altro lato.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    anzichè il piano snack potresti prendere in considerazione un tavolino da bistrot, così avresti due sedie supplementari per il tavolo qualora lo volessi aprire ulteriormente quando hai ospiti spostandolo verso la finestra aggiungendo una delle panche, quella a parete che usi per il tavolo quando è accostato nell'angolo e ll tavolino da bistrot lo metti al posto del tavolo vicino alla panca.

    Oppure un altra panca che tieni in altro spazio della casa.

    In questo modo eviti il piano snack fisso che occupa spazio utile








  • Dani Dani
    Autore originale
    2 mesi fa
    Ultima modifica: 2 mesi fa

    Si era un pò la soluzione che proponeva lei, aggiungendo che l'armadiatura all'ingresso, incastonasse anche la porta in un armadio a ponte, cosi da dare un effetto omogeneo.

    Ma l'effetto non mi convince, secondo me andrebbe troppo a penalizzare la cucina.

    Rimango perplesso.


    (Immagina un effetto simile, solo che nella parte vicina alla lampada, vi è la cucina)



    Allego altre foto.





  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    2 mesi fa

    io mi fiderei dell'architetto. Lei ha accesso alla realtà e sa sicuramente consigliarti al meglio rispetto agli spazi.

    Non pensare che non voglia applicare i tuoi desideri, cerca di fare il possibile per darti il meglio per il tuo spazio abitativo rendendolo confortevole e funzionale con un occhio anche all'estetica.

    Nella soluzione che ti ho postato invece di inserire un elemento a ponte sopra la porta ho realizzato una porta fino all'altezza del controsoffitto della stessa finitura del mobile ingresso/cucina. Potrebbe essere un'alternativa su cui riflettere con il tuo professionista.

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Houzz utilizza cookie e tecnologie simili per personalizzare la mia esperienza, fornire contenuti per me rilevanti e migliorare i prodotti e i servizi di Houzz. Premendo su "Accetta", acconsento all'utilizzo dei cookie, descritto ulteriormente nell'Informativa sui cookie. Posso rifiutare i cookie non necessari cliccando su "Imposta le preferenze".