Commenti (13)
Grazie per aver segnalato questo commento. Annulla
PRO
Complemento Oggetto

Sono tornata al Salone e al Fuori Salone dopo qualche anno di latitanza.

Ho trovato un Fuori Salone ricco e ben organizzato, soprattutto Zona Brera, che ho visitato bene.

Inacessibile Zona Tortona, ormai decisamente inflazionata e, forse, più votata alla mondanità che al design.

Quello che mi ha colpito é stato il VERDE, inteso in senso lato: molte le proposte di nuovi materiali ricavati da scarti industriali, o ricavati da materiali naturali che , normalmente, verrebbero scartati, come le foglie secche.

Negli allestimenti, largo uso di materiali naturali o di riproduzione di ambienti naturali, anche in digitale. A questo proposito, bellissimo l'allestimento dello spazio Mont Blanc, dove, per accedere ad un cortile interno, era necessario passare attraverso un piccolo androne, totalmente tappezzato da schermi che riproducevano un bosco in digitale, con tanto di uccelli che volano e foglie mosse dal vento, più tutti i suoni di un bosco. davvero suggestivo:

Stupenti e disarmanti per la loro geniale semplicità, le composizioni floreali proposte da un gruppo di designer giapponesi. Una sorta di rivisitazione del tradizionale Ikebana. Magnifico!Della serie: quando hai una buona idea, bastano anche tre fiori e un piatto....

Fuori Salone vuol dire anche poter accedere a palazzi normalmente accessibili solo ai privati e, da questo punto di vista, Milano é una sorpresa assicurata. Zona Brera e non solo, hanno dei palazzi e dei cortili magnifici, con appartamenti di inizio '900 che sono una delizia e dall'atmosfera molto parigina! In uno di questi aveva trovato spazio Marimekko:


Se poi non c'erano piante e fiori, molte ditte hanno utilizzato i loro prodotti per riprodurre elementi naturali, come dei funghi giganti fatti di tessuti da tappezzeria:

E poi tanti allestimenti che sono dei moniti alla cura della natura, alla riscoperta di una nuova sensibilità alla bellezza del design naturale, non ultima, la possibilità di visitare il giardino botanico di Zona Brera: una rigogliosa perla verde incastonata in una città che sta cercando (e riuscendo) a dare spazio alla natura, anche in quartieri dove era stata dimenticata per troppo tempo.

Sì, forse più di tutto mi ha sorpreso proprio Milano, città che io non ho mai amato, ma che questa volta mi ha accolto più calorosamente.






4 Mi piace    
Grazie per aver segnalato questo commento. Annulla
PRO
FLAMAR tessuti carte moquettes

certamente educare i clienti e frenarne gli eccessi, ma intendevo educare gli architetti virgolettato, come informare, avvicinare! , lavoro nel settore da oltre trenta anni e tantissimi architetti ignorano quasi il mondo della decorazione e dell'interior design che passa attraverso le carte da parati, la creazione di imbottiti su disegno, la tappezzeria tradizionale, tendaggi e quanto necessario in casa che non venga direttamente da un catalogo seppure di marca. Non intendeva essere una critica negativa, quanto piuttosto un invito ad avvicinarsi a questo mondo, soprattutto dopo aver visto finalmente la rinascita della decorazione vera, vestita di una nuova identità contemporanea , ma che attinge ad un passato tradizionale che non è proprio dell' "architetto-arredatore " che siamo abituati a conoscere.

   
Grazie per aver segnalato questo commento. Annulla
Ale biga

Nell'articolo si parla di nuove finiture: texture cemento per tavoli o gres e resine per librerie. Potete fare qualche esempio? Grazie.

   

Articoli correlati

Fiori e piante Nuovi Trend Giardino dal RHS Chelsea Flower Show 2020
L’edizione digitale della famosa fiera floreale conferma il nostro amore per la natura e il suo potere rigenerativo
Leggi Tutto
Houzz per i Pro Chi Sono i Biodesigner e Cosa Fanno?
Funghi, insetti e batteri sono i nuovi materiali di domani. Parola di 5 designer d'eccezione
Leggi Tutto
Houzz per i Pro Come Il Coronavirus Potrebbe Cambiare i Nostri Bagni
I Pro di Houzz immaginano lo scenario post Covid-19 e come evolverà l’ambiente bagno per tenere lontani virus e batteri
Leggi Tutto
Lavorare con i Pro Ristrutturare Over 60: Come Sta Cambiando la Casa dei Babyboomer?
Come cambia la casa dopo che i figli sono andati via? Ecco le risposte dei proprietari e dei progettisti di Houzz
Leggi Tutto
Houzz per i Pro In che Modo il Coronavirus Cambierà le Nostre Case?
5 architetti immaginano come il COVID-19 trasformerà le nostre case e condividono i consigli per renderle più sicure
Leggi Tutto
Resilienza per Pro 6 Futurologi del Nord Europa Prevedono 5 Tendenze degli Anni 20
Quali trend domineranno il nuovo decennio? Ecco 5 consigli visionari degli esperti danesi
Leggi Tutto
Houzz per i Pro Il Futuro dell'Architettura di Interni si Chiama Biofilia?
La progettazione degli interni fa spazio alla biofilia per comporre ambienti ispirati alla natura
Leggi Tutto
Io-sto-a-casa I Consigli degli Scenografi del Cinema per la Tua Casa
Tre scenografi condividono la loro sensibilità sull'universo della casa, raccontando come enfatizzarne armonia e ritmo
Leggi Tutto
Stile classico Vuoi Essere Più Sostenibile? Scegli il Vintage, Dicono i Pro
Riparare, reinterpretare, ringiovanire: i vantaggi del recupero dei vecchi arredi spiegati dai professionisti di Houzz
Leggi Tutto
Lifestyle And the Winner Is... 10 Case Che si Ispirano ai Film Premi Oscar
Ispirati ai capolavori del cinema premiati a Los Angeles, 10 interni ne ripercorrono le atmosfere e gli stili
Leggi Tutto