webuser_377729662

Consigli open space 44 mq

Laura
29 giorni fa

Buongiorno,

stiamo acquistando una casa in costruzione, si tratta di una villetta con zona giorno e zona notte sulla stesso piano.

Cerco dei consigli per la disposizione di soggiorno e cucina open space di 44 mq circa.

Il progetto dell'architetto del costruttore (figura 1) prevede la cucina in un angolo buio e molto piccolo (3x2,4m).

Noi stiamo valutando di invertire la posizione poiché vorremmo una cucina con penisola (figura 2 - mobile tv in nero, divano in verde, tavolo in giallo e cucina con penisola in rosso). Abbiamo inoltre deciso che il muro davanti all'ingresso non ci sarà.

Avreste dei consigli?

Grazie!







Commenti (31)

  • PRO
    Roberta Tognoni
    29 giorni fa

    Ribaltando cucina e divano come mostrato la zona divani diventa molto sacrificata.

    In una villetta il rapporto interno esterno è molto importante e le scelte dovrebbero tener conto anche di ciò che sta fuori.

    Da quel che vedo, deduco che la zona che prevedete di vivere maggiormente sia la cucina, giusto?

    Le due aperture: fianco porta ingresso e di fronte sono finestre o porte finestre?

    Io azzarderei una disposizione con cucina centrale.


  • Laura
    Autore originale
    29 giorni fa

    Le due aperture sono entrambe porte finestre, mentre quella dove abbiamo disegnato la cucina è una finestra.
    Vorremmo trovare un giusto equilibrio tra zona divano e zona cucina se possibile, ma dovendo scegliere vorremmo privilegiare la cucina con penisola o isola con sgabelli alti.
    Abbiamo calcolato che così disposta, il mobile tv sarebbe di 3m e ci sta un divano abbastanza grande togliendo il muro davanti all’ingresso.

  • Discussioni simili

    Progettazione open space 32 mq

    Q

    (13) commenti
    Ciao Veronica.. intanto personalmente eviterei assolutamente quel muro in diagonale.. per lo meno se fatto come da disegno.. inoltre, con la tua metratura, sarebbe opportuno che pensassi di farti elaborare qualche alternativa da un professionista, anche attraverso una progettazione online se non hai la possibilità di affidare un incarico tradizionale. Ma non hai nemmeno un progetto di massima elaborato dal tecnico che ti segue per la ristrutturazione? Se sì, si potrebbe partire da quello... Poi vorrei capire una cosa: hai due bagni posti entrambi nella zona di ingresso. Quello che hai disegnato a sinistra sarebbe un terzo bagno? Vuoi ricavare una zona giorno open space, 3 camere e 3 bagni o sono sufficienti 2 bagni? Sicura di non avere vincoli (tipo colonne di scarico)?
    ... mostra di più

    arredamento cucina soggiorno open space +50mq

    Q

    (2) commenti
    Ciao, nell’attesa di qualche idea dai Pro fai un giretto su internet cercando townhouse interior. Ti consiglio di girovagare anche su Pinterest, un mondo di immagini tanto per tirarti su di morale. Non sentirti disorientata, moltissime abitazioni nel mondo hanno la struttura della tua casa!
    ... mostra di più

    Open space 20 mq

    Q

    (11) commenti
    Buon suggerimento di Semplice utente pro. Traggo spunto anche per questa (vedi piantina). Il rosso sono le basi fisse, sovrastate dai pensili o cappa se la base è addossata alla parete, poi frigo (nell'incasso da 1,47), mentre attorno al pilastro avremo una colonna che fungerà anche da parete verso il "CORRIDoio" per la camerette, colonna a cui unire il bancone con 3 sgabelli o sedie secondo l'altezza preferita. In azzurro la parte retraibile, o ripiegabile, del bancone e usabile quando ci sono ospiti (la misura è da calibrare ovviamente in base allo spazio per girarci appresso). IL verde segna i ripostigli che partono dal soffitto e arrivano fino all'altezza della porta della cameretta creando anche il corridoio che delimita l'ingresso in cameretta. Un architetto, più o meno con queste diverse soluzioni, troverebbe pezzi e materiali originali e sfrutterebbe al meglio ogni interstizio, magari con una soluzione armonica.
    ... mostra di più

    Open Space 25mq consiglio disposizione (cucina/tavolo/divano)

    Q

    (13) commenti
    In ogni caso è la lunghezza della stanza che mi lascia perplessa e lo dico pensando al mio soggiorno, che nella parte centrale è lungo 520 e largo 410, senza una cucina. Ho un divano da 240, una poltrona, il tavolo, un cassettone e la libreria e sinceramente se dovessi immaginarmelo con una cucina fatta in quel modo, pur essendo la tua stanza piu' larga, penso che si starebbe veramente stretti. Ma se hai queste esigenze forse dovresti farti fare un progetto da un architetto con il disegno di tutti gli arredi perché solo un architetto ti può ideare delle soluzioni fatte ad hoc che risultino realmente funzionali
    ... mostra di più
  • Laura
    Autore originale
    29 giorni fa

    Aggiungo che l’idea di sacrificare un po’ il divano è perché esiste un piano superiore mansardato grande 90 mq che diventerà locale hobby con divano e locale sport.

  • PRO
    Roberta Tognoni
    29 giorni fa

    In questo caso comprendo la scelta. Ma non scarterei comunque l'idea della cucina centrale che separa la zona pranzo dalla zona divano.

    Affiancando alla porta lato box due penisole parallele si otterrebbe anche un'ingresso di servizio per riporre la spesa senza attraversare altre zone.

    Ovviamente andrebbe tutto studiato nei dettagli per ottenere un effetto gradevole funzionale ed originale.

    Laura ha ringraziato Roberta Tognoni
  • PRO
    Casadivale
    29 giorni fa

    io eviterei il divano angolare, meglio un divano lineare ed una poltrona o pouf

    Laura ha ringraziato Casadivale
  • PRO
    Niccolò Mazzoni
    29 giorni fa

    Buongiorno

    unico consiglio che mi senti di dare è quello di mettere sulla parete lunga sia cottura che lavello, prevedendo cosi una base lavastoviglie fra le due zone, per com'è disegnata adesso vedo problematico il carico scarico di un'eventuale lavastoviglie.

    Laura ha ringraziato Niccolò Mazzoni
  • PRO
    Spinzi Design
    29 giorni fa

    Se state valutando di rinunciare al muro davanti all'ingresso, potrebbe essere interessante sostituirlo con una libreria da pavimento a soffitto, alla quale accostare lo schienale di un divano lineare sul lato opposto. In questo modo lo spazio living sarebbe definito nettamente, ma risulterebbe decisamente più arioso grazie alla trasparenza della libreria.

    Laura ha ringraziato Spinzi Design
  • PRO
    Arch_a_Porter
    29 giorni fa


    Gentile Laura,

    Le invio una bozza di soluzione elaborata sulla base dei suoi desiderata. Le sconsiglio di rivolgere il divano verso il muro perché sarebbe troppo penalizzante. Se non le piace il muro alto all'ingresso può pensare ad un muro basso che funga da filtro e le permetta di posizionare il divano. Se desidera chiarimenti può contattarmi all'indirizzo arch.a.porter@gmail.com

    Saluti

    arch. Flavia Moretti

    Arch_à_Porter

    Laura ha ringraziato Arch_a_Porter
  • vecchiosetter
    29 giorni fa
    Ultima modifica: 29 giorni fa

    Onestamente trovo più razionale la figura 1, o meglio la 1 la considero un soggiorno / cucina, la 2 è una grande cucina con un divano.

    Leggo che questo concetto è già stato affrontato, ho Visto la tua risposta che cerchi di trovare un equilibrio, ti invito a ragionare su cosa sia per te “equilibrato”, non so in quanti ci viviate e che abitudini abbiate ma sei certa ti occorra una cucina di più di 10 metri lineari?

    Laura ha ringraziato vecchiosetter
  • Laura
    Autore originale
    29 giorni fa

    Il dubbio è proprio questo: che la cucina sia troppo sproporzionata rispetto al soggiorno. Abbiamo pensato a questa soluzione perché vorremmo una cucina con penisola o isola con sgabelli alti ed un frigo grande. Nella figura 1 lo spazio per la cucina ci sembra troppo poco e non ci sono finestre.

    Diversi architetti ci hanno consigliato di invertire la cucina (figura 2), però abbiamo un po’ di dubbi.

    Per ora siamo una coppia, ma è una casa pensata per il futuro con dei figli.

  • Ff.G
    29 giorni fa

    la scelta è vostra, ma solitamente si prevede la cucina un po’ più nascosta perché entrando può essere sgradevole vedere la cucina magari in disordine. ovviamente poi dipende da gusti e abitudini

    Laura ha ringraziato Ff.G
  • PRO
    Arch_a_Porter
    29 giorni fa

    Dipende qual è la vostra idea di cucina. Se si tratta di un angolo cottura che si tiene adiacente al salotto solo per ragioni di spazio è un conto. Se invece la cucina assume dignità e importanza di un ambiente da vivere non è un problema dedicarle più spazio. Anzi diventa il luogo dove si prepara insieme, si fa un aperitivo, due chiacchere un tutt'uno con il soggiorno

    Laura ha ringraziato Arch_a_Porter
  • Laura
    Autore originale
    29 giorni fa

    Esatto, noi vorremo una cucina importante (ci piace cucinare e ci piacerebbe accogliere i nostri amici sul bancone della penisola per un aperitivo etc). Per questo ci sembrava poco lo spazio dove era stata disegnata dall’architetto.

    Un’altra cosa che non ci piaceva è che entrando si vedeva a 1,5 m di distanza un muro alto, per questo abbiamo deciso di non farlo.

  • Laura
    Autore originale
    29 giorni fa

    Siamo aperti ad altre soluzioni, l’interno è ancora tutto in fase di costruzione. L’unica cosa che vorremmo nella nostra cucina è una penisola o isola con sgabelli alti dove poter fare colazione ,un pranzo veloce o un aperitivo.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa

    Gentile Laura..la soluzione da lei desiderata ossia la seconda, non sarebbe così come l'ha impostata, in quanto per le misure da della parete..o avrebbe una penisola più piccola, oppure lo spazio tra penisola e tavolo sarebbe non scomodo, ma di più..oltre ad avere la zona living castigata e poco funzionale visto che da quanto si capisce lei desidererebbe anche un bel divano.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    L'idea della collega Piccioni non sarebbe male se lo spazio della parete tv fosse più lungo e con la disposizione di due divani come ha pensato la collega, ho dei dubbi in merito alle distanze tra isola e tavolo e tavolo e divano in quel modo..d'accordo forse sull’idea di abbattere quella parete.

    Laura ha ringraziato Bartolomeo Fiorillo
  • Laura
    Autore originale
    28 giorni fa

    L’idea della composizione assiale ci piace molto.
    L’unico dubbio è riguardo alla distanza tra tavolo, isola e divano. Non vorremo che risulti troppo stretto e scomodo.
    Proprio per una questione di distanze giuste chiedo un consiglio perché dalle proposte di diversi architetti il nostro dubbio era sempre riguardo al poco spazio tra divano,tavolo e isola/penisola.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    28 giorni fa

    Oppure così lasciando la penisola..ma va comunque studiato bene ogni centimetro..non mi fa impazzire la zona living..ma schizzata velocemente potrebbe essere così..E comunque possono venir fuori altre soluzioni riflettendo sugli spazi e sulle disposizioni..va riprogettato tutto l'ambiente.


    Laura ha ringraziato Bartolomeo Fiorillo
  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    28 giorni fa
    Ultima modifica: 28 giorni fa

    non so rispondere al suo quesito . personalmente lascerei lo spazio esposto a tutte le luci perchè viva di quelle luci e del tempo che ogni luce vorra insegnare nell'errare quotidiano. Oggi sorridiamo quando nei tagli anni '60 il corridoio lungo era parametro di "benestare", mentr allineamo sedie su sedie come medaglie.

    Mi sentirei nel suo caso di lasciare che lo spazio vuoto scelga il tempo del quotidiano con la sola determinazione degli individuiche lo abiteranno.

    Laura ha ringraziato RAIMONDO MASU TEAM
  • Semplice utente non pro
    28 giorni fa

    preferisco di gran lunga il progetto del costruttore, c'è più armonia. Ma mi piace molto anche quello dell'architetto silvia piccioni. Il suo proprio no, è tutta cucina. Mi sa che le vendite di cucine vanno a gonfie vele in Italia :)

  • vale ria
    27 giorni fa

    @Semplice utente non pro evidentemente alla gente piace cucinare? (mi sa a te no xD)


    Anche io forse butterei giù la paretina per rendere più degna la zona divani... L'inversione mi piace, personalmente adoro le cucine grandi e conviviali quindi perchè no?

  • Semplice utente non pro
    27 giorni fa
    Ultima modifica: 27 giorni fa

    vale ria fino a dieci anni fa invitavo una media di 15 amici a cena tutti i weekend. La mia cucina è sempre stata all'altezza, mi chiamavano la cheffina, ma almeno il soggiorno era ampio e ci stavamo tutti comodamente (certo non come a casa dei miei genitori, dove il soggiorno è di 40/50 mq e ci sono molti divani), tant'è che non se ne andavano mai, anzi, arrivava gente fino all'una di notte :)

    Adesso no, lo ammetto, invecchiando mi sono impigrita e soprattutto ho un cane molto problematico che non mi consente di fare molte cose.

    In ogni caso continuo a trovare più gradevoli le case con librerie e libri ovunque, divani e poltrone per stare comodamente a chiacchierare a cucine con angolo tv :D

  • Laura
    Autore originale
    27 giorni fa

    Ovviamente ognuno ha il suo gusto e la ringrazio per il suo commento.
    La nostra scelta di “sacrificare” la zona divani è perché esiste un piano superiore mansardato open space di 90 mq e lì ci sarà una zona divani con tv per accogliere tutti i nostri amici quando al piano sotto non ci staranno :)
    La decisione di invertire è perché, per nostre esigenze, la cucina dove era stata disegnata era troppo piccola purtroppo.

  • Semplice utente non pro
    27 giorni fa
    Ultima modifica: 27 giorni fa

    Laura rispetto le sue esigenze, per carità, ma continuo a non capire questo tipo di preferenze: un ingresso in una grande cucina dove accogliere gli ospiti, perché faccio fatica a immaginare un dopo cena in cui tutti si spostano al piano di sopra e io trovo quanto mai scomodo e snervante passare la serata a tavola (come ho sempre trovato insopportabili i lunghi pranzi di matrimonio o comunioni ecc.). Ma io vivo e ho sempre abitato in appartamenti di città e ovviamente è anche questione di gusti, come dice lei :)))

    E in ogni caso lei per prima aveva espresso il dubbio che la cucina fosse sproporzionata rispetto al soggiorno ("Il dubbio è proprio questo: che la cucina sia troppo sproporzionata rispetto al soggiorno.") :)

  • Laura
    Autore originale
    27 giorni fa

    Si esattamente il dubbio è proprio quello, per questo chiedo consiglio anche qui.

    Vorremmo trovare la giusta proporzione e che sia di nostro gusto, ma forse è impossibile, siamo troppo esigenti :)

    Effettivamente la cucina, come disegnata in rosso, è troppo sproporzionata.

    La disposizione assiale suggerita dall’architetto Piccioni, ci piace e ci sembra più equilibrata invece.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    27 giorni fa
    Ultima modifica: 27 giorni fa

    Laura le racconto un episodio di qualche anno fa visto che lei dice di essere esigente: una mia cliente che voleva sempre essere presente e decidere su tutto, qua do andammo a vedere le mattonelle si porto al negozio delle tende, dei vestiti e delle scarpe per capire se si i tonavano. poi nonostante i miei consigli volle decidere lei per una mantovana in vetro sulle tonalità bronzo. le proposi uno schema di posa con tanto di disegno, ma lei esigente come dice lei, volle decidere come montare la mantovana che andava montata a 45 gradi rispetto a due pareti squadrate ed io le consigliai come fare per evitare di vedere le guide a soffitto nella sala. Una mattina lei venne in cantiere con tanto di schema di montaggio da lei disegnato dicendomi: architetto credo che la soluzione migliore sia questa e non la sua, in quanto la mia da il senso dell‘obliquò, la sua non mi lascerebbe vedere quella obliquità dei vetri. Io le dissi che si parlava Di 4 centimetri secondo il suo schema si sarebbe poi notare il profilo non a filo degli angoli dei due muri....alla fine volle fare come lei aveva deciso..e dopo aver montato mi disse: architetto non mi piace, ora ho capito quello che lei voleva dirmi quando mi diceva che erano solo 4 cm.

    Con questo cosa voglio dire? Voglio dire che molto spesso credete che essere esigenti voglia dire che potete fare da soli e sostituirvi a qualcuno che ha esperienza e competenze.

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    26 giorni fa
    Ultima modifica: 26 giorni fa

    "open space" non è parola italiana, come non lo è "living" sono parole prese da altre lingue e quindi riflettono culture diverse . Fin qui poco male, ma Open Space non significa solo spazio aperto, ma anche comportamenti senza soluzione di continuità. passare da una stanza a un'altra , chiudere uno spazio da pareti e porta è come la dissolventa nei film, ovvere sottrazione del tempo tecnico per passare da un racconto a un altro, anche la scrittura della sceneggiatura è differente. Se chiedo un bicchiere d'acqua, o un uovo fritto, se sono in un open space il tempo per friggere l'uovo è contenuto nell'azione presente , con la cucina separate quel tempo è riempito da altro...dissolvenza appunto ..."il pranzo è servito"(scena classica della filmografia giallistica) Cosa voglio dire. Semplicemente che molto spesso noi chiediamo una particolare performance, ma non verifichiamo la coerenza fra azioni future di quotidianità e spazio per l'azione. La coerenza non è altro che una qualtità di vuoto sufficente per agire atti di relazione con 1,2,3...individui.

    Ora nel suo caso mi sembra che lo spazio si stia delineando ibrido ovvero articolato fra open space e spazio separato per l'opportunità offerta dal locale sovrastante in continuità. La dissociazione posta nella sua domanda a mio avviso è proprio in questo, ...a noi pone una domanda parziale ma la costruzione del suo racconto (e dunque le sue controrisposte) ragionano con uno spazio dilatato.

    Come fare.

    ?! ricominci da capo .partendo dall'ingresso... anzi dalla strada!

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    25 giorni fa
    Ultima modifica: 25 giorni fa

    ricominciare dalla domanda ...ma non troppo...!

    I tuoi preferiti Houzz · Maggiori informazioni



    ..così , forse, la cucina dovrebbe poter avere un proprio varco sul terrazzo (anche)

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    25 giorni fa
    Ultima modifica: 25 giorni fa

    ...alla ricerca del tempo ritrovato!

    I tuoi preferiti Houzz · Maggiori informazioni

    ps La parola chiave per entrare nella filosofia che sottende gli argoment proposti dalle indicazioni offerte è -DISSOLVENZA-! Il tema portante di un possibile PROGETTO D'USO per risolvere tutti i passaggi dell'agire quotidiano

  • MARIA ROSARIA URBANO
    25 giorni fa

    Io tirerei tutta indietro la cucina lasciando la disposizione a "c" e sposterei il tavolo di fronte al lato centrale della cucina. In questo modo, togliendo anche la paretina all'entrata, si amplia di molto la zona living, senza sacrificare la zona pranzo a lei molto cara. Più o meno così.... Perdonate il disegno improvvisato ma nella vita faccio tutt'altro.

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.