fredricbellini

Disposizione soggiorno

fredricbellini
l'anno scorso

Nel progetto che mi è stato proposto dall’architetto relativo alla ristrutturazione della mia abitazione, ho un forte dubbio sulla disposizione del living. Come da disegno il divano si trova dietro la vetrata di sinistra (quella di destra è una vetrata con l’ingresso), ma non si trova al centro della TV. La TV stessa si trova su una parete parziale progettata per nascondere il pilastro portante e schermare la cucina. Non sarebbe meglio posizionate la TV sulla parete a ovest e ruotare il divano, in modo da godere anche della vista della vetrata (non c’è chissà quale panorama ma si vedono le aiuole del giardino)?
Grazie mille a tutti quelli che mi vorranno dare un consiglio!

Commenti (134)

  • vale ria
    12 mesi fa

    Secondo me dovresti rivolgerti ad un professionista che abbia già realizzato lavori simili o sia anch'esso un musicista. Purtroppo spesso le nostre esigenze non vengono capite :(

    Cmq felice di aver dato degli spunti in questa interessante conversazione!

  • vale ria
    12 mesi fa

    @Nina gli strumenti sono tanto belli, ma se relegati a semplici soprammobili mettono tristezza (e si sciupano a non essere suonati)

  • Discussioni simili

    Disposizione soggiorno

    Q

    (40) commenti
    Come divani ci hanno proposto la Samoa e la Novamobili che sembrano avere una differenza prezzo rilevante. Ad ogni modo per il divano pensavamo ad un divano in pelle, lo spazio mi sembrerebbe sufficiente anche per un divano con penisola ma non vorremmo sacrificare lo spazio che potrebbe invece essere dedicato al gioco dei bambini. Abbiamo visto ieri il divano Samoa Shine che non trovo ora nel sito del produttore forse non è un modello corrente .. Ci piaceva la presenza per la presenza di schienale regolabile e piedino in acciaio. Consigliereste qualche altro modello? Allego anche potesi aggiornata rendering
    ... mostra di più

    disposizione soggiorno

    Q

    (2) commenti
    Ciao ale, oltre a zone tv con divano e angolo studio/lavoro ti occorre anche il tavolo per quando hai ospiti? In quanti siete in famiglia? La stanza non è molto ampia e cercherei d'ingombrarla con meno elementi possibile e di utilizzare arredi con più funzioni diverse tra loro. In attesa d'avere maggiori dettagli sulle tue esigenze, una possibile disposizione potrebbe essere: - parete attrezzata con tv sul tratto che dicevi di 190 cm. Se hai necessità di contenere molti oggetti cercherei di sfruttare al massimo anche in altezza con un mobile capiente in modo da evitare l'inserimento anche di una madia; - il divano 3 posti di dimensioni contenute 180-200 cm difronte alla tv. Altre sedute come pouf e poltroncine sono meno ingombranti e potrai spostarle facilmente; - l'angolo studio a sx dell'ingresso, si può organizzare una vera e propria postazione di lavoro oppure prevedere qualcosa di più contenuto e a scomparsa se necessiti solo di un appoggio notebook; - a dx dell'ingresso un mobile poco profondo in parte aperto ed in parte chiuso per appendiabiti, svuotatasche, scarpiera se necessario, ecc; - a servizio del divano un coffee-table che si trasformi all'occorrenza in tavolo da pranzo
    ... mostra di più

    Disposizione soggiorno

    Q

    (32) commenti
    Stefano, se volesse addossare la parete attrezzata alla parete lunga sulla destra, direi che o segue il giusto consiglio che le ha dato Laura, oppure, utilizzando lo schema che le avevo fornito più sopra io, prova ad utilizzare una parete attrezzata composita (un po' sul modello della seconda immagine postatale da Laura poco sopra) facendo in modo che un piano di circa 40 cm. di profondità passi a fianco al divano e possa essere utilizzato a mo' di tavolinetto , tenendo la parte più alta verso la zona cucina, ed usando una isola incorporata di profondità maggiore (60-80 cm.) su cui collocare la tv, che con un adeguato ripiano rotante puo' orientare sia in favore di divano che di tavolo da pranzo. Rimane quindi libero il passaggio a sinistra del divano, sempre circa 80 cm. con un divano tre posti da 180. In alternativa puo' optare per un divano da 160 e riesce allora anche a piazzare una libreria (profondità ripiani 20-25 cm.) su quella parete. Le allego uno schemino esplicatorio. Cordiali saluti Diego Maglioni DIMAdesign
    ... mostra di più

    Disposizione soggiorno cucina

    Q

    (3) commenti
    Ciao Chiara, corretto è una porta finestra e non ce ne sono altre. Stiamo parlando di un appartamento di circa 80mq in costruzioni, è possibile fare ancora modifiche riguardo gli attacchi cucina. Al momento siamo ancora in due, sperando un giorno di diventare tre. Non abbiamo particolari necessità se non quella di avere un ambiente giorno spazioso. Grazie in anticipo e scusa per le informazioni mancanti
    ... mostra di più
  • Nina
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Valeria, in quale punto della discussione hai percepito che il committente non suona mai il piano e per cui sarebbe li inutilmente a prendere polvere?

    secondo me chi ama suonare vuole avere lo strumento pronto all’uso, ma questo ce lo dirà @fredricbellini.

    Io non sono musicista, ma vivo con un musicista e frequento case di musicisti e tutti, ma davvero tutti, appena possono mettono le mani sullo strumento perché è impellente. Anche solo per andare verso la camera, se ho il pianoforte a tiro, mi siedo e produco un suono, uno qualsias. Questo è quello che fanno quelli che conosco, per cui mi baso sulla mia esperienza.

    Evidentemente ci sono diversi tipi di musicisti....magari @fredricbellini aspetta di avere ospiti e allora forse potrebbe chiudere il pianoforte come se fosse un trapano nella scatola degli attrezzi :-D :-D più ci penso più mi vengono esempi

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Nina forse qualcosa nelle comunicazioni non torna.

    L'avere il pianoforte con la parete scorrevole tonda al centro della stanza non è avere lo strumento sempre pronto all'uso? La porzione di parete che resta sempre presente (quando le due pareti si sovrappongono) diventa un paravento più per celare quello che c'è dietro che quello che c'è davanti; e forse il segreto sarà anche nell'altezza di questo sistema mobile.

    O forse non ho compreso io qualcosa dello schema a cui faccio riferimento.

    Io per esempio non farei nemmeno in modo che le due pareti curve chiudano completamente la zona piano lasciando la facoltà di lasciare il taglio di doppia apertura che si viene a creare come un buco della serratura da posizionare a scelta dal committente.

    Ma questo è quello che farei io, il committente avrà altre necessità probabilmente

  • Nina
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    rispondevo a Valeria che crede che questo pianoforte sia un oggetto inutilizzato a prendere polvere ...non so bene perché visto che da diversi post parliamo di jam session e concerti en plein air. Anzi, Officine, mi sa che io e te abbiamo già il posto in prima fila ;-))

    Il fatto che il contenitore sia trasparente o in oro zecchino, non lo esime dall’essere un contenitore, per cui a me da la sensazione di un attrezzo da tirare fuori per l’uso

    pero, come ho specificato, ogni musicista ha un proprio rapporto con lo strumento e forse i miei (musicisti) sono troppo viscerali.

    Mio marito si è stufato di tenere la chitarra nella custodia ...ed è solo una zip da far scorrere...

    Mio cugino ha un secondo piano verticale in corridoio e ci mette le mani ogni volta che passa (aiuto).

    Tutto qui, dipende da quanto il piano impatta nel quotidiano, perché se la voglia di toccarlo è urgente, l’idea di dover aprire due scorrevoli e “preparare” la zona musica non fa per lui.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    12 mesi fa

    Sii posto prima fila!!!!!!

    Nina il sistema mobile alla fine resterà sempre aperto sul piano....è un pò come le porte scorrevoli tra le varie zone....in casa mia sono sempre aperte....ma aperto celerà il dietro a seconda di come lo posizioni....per me un valore in più

  • Nina
    12 mesi fa

    Ultima considerazione, mettere il pianoforte al centro della casa e poi volersi ingegnare per celare la vista è una contraddizione in termini.

    Siamo in presenza di un salone triplo, volendo mi prendo il lusso di non dover celare nulla! Per una volta

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    12 mesi fa

    fredric a te la parola ;)

    ....e non dimenticare il posto in prima fila

  • vale ria
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    @Nina veramente stavo rispondendo al tuo commento " non solo non considero uno steinway un oggetto domestico, ma mi sembra di essere una delle poche che lo lascerebbe sempre in bella mostra dedicandogli metà soggiorno.... " con una mia considerazione off topic.... sai quante persone tengono il pianoforte in soggiorno come soprammobile perchè non lo sanno suonare?? trovo la cosa triste, tutto lì.

    Fra l'altro stai parlando con una che ha appeso i bassi e la chitarra nella sala hobby proprio per averli pronti all'uso.... e a breve ci posizionerò anche l'amplificatore.

    cmq se vogliamo fare i puntigliosi il committente in un altro commento ha scritto "Su un pianoforte a coda di solito non studi, per quello al massimo ti compri una tastiera portatile (ce ne sono di ottime a prezzi contenuti). " quindi non credo che lo suonerà tutti i giorni. trovo molto calzante il sistema di scorrevoli di cui parla @OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

  • Nina
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Valeira il mio commento era contestualizzato, ho capito però che la tua risposta era più generica, ok ;-)

    lasciamo al diretto interessato l’ultima parola, è evidente che le nostre esperienze personali generano mondi diversi e magari è anche giusto così. Anzi ci arricchisce.


    sarei curiosa di conoscere la nuova ipotesi dell’architetto Masu, visto che voleva ritirare le indicazioni date fino ad ora...potrebbe essere un ulteriore spunto

  • Nina
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Altra considerazione che non è stata fatta, ma a me non dispiacerebbe, é lasciare tutta la zona giorno/musica a destra della porta e portare la cucina vicino alla zona notte.

    Nella situazione attuale se mi alzo per bere devo attraversare l’intera casa in pigiama, in altre discussioni questo tema si è affrontato. Ho paura che la presenza del pianoforte abbia un po’ distolto l’attenzione dall'uso degli spazi nel quotidiano

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Nina

    1. ritirerei le indicazioni per un motivo molto semplice, La pianta si presenta libera e con un solo pilastro. Una pianta ampia, rara ...cosa si propone?! una sequenza di muri importanti anche se realizzati come contenitori, ma un muro è un muro e qui sembra creare due corridoi , ampi, ma più simili a atri che a spazi per\da vivere.
    2. al contrario le mie indicazini , oltre regolarizzare, togliendo il tormeto dell'obliquo, lo ampliano per valorizzare l'altezza ...ne avrei fatto una sorta di volta cassonettato..per luci e altro, oltre che migliorarne l'acustica....
    3. la zona notte- due piccoli quartieri, due mini suite per la notte, con uno spazio per una colazione o per un privato molto riservato, sia per privacy che per il quotidiano con difficoltà( una piccola influenza...o giornate intense di studio...)
    4. la televisione... perche un solo schermo...perche non, anche , la videoproiezione del concerto improvvisato o no dell'amico di passaggio con il contrabasso o il cello nello zaino?!in differito o live...! rido...dove sono andate le illimitare ragione della creatività...!?
    5. La questione -casa d'artista! E' un campo minato, ne ho conosciuto molti alcuni nel privato sono di una noia mortale... ma i musicisti sono particolari, Al contrario dei pittori o scultori che lasciano i loro scarti di lavorazione in studio...i musicisti si portano tutto...allora bisogna capire dove sono in ogni momento... e rispondere con spazi coerenti anche quando sono soli o solo in effige... non è un progetto immediato, il quotidiano si mescola troppo e con troppe ragioni del tempo.... ora, che tipo di artista sarà il nostro:::?!!!

    ps. implicito qui lo sviluppo per nuove ndicazioni

  • Semplice utente non pro
    12 mesi fa

    Sono d'accordo con Nina, io lascerei la cucina dove era (ossia dove in seguito è stato piazzato il pianoforte) e ricaverei il salone doppio nella zona con le grandi vetrate, ossia nell'ex ufficio.

    Un po' di foto di Houzz che potrebbero essere di ispirazione

    Salon - Appartement P · Maggiori informazioni



    Loft Madrid · Maggiori informazioni


    Lake Austin Estate · Maggiori informazioni


    Hampstead Home, Bold & Bright · Maggiori informazioni


    Modern Home · Maggiori informazioni


    Southwestern Living Room · Maggiori informazioni


  • Nina
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    @Semplice utente non pro che belle foto! Me ne sono salvate un paio, sicuramente qualcuno dirà ch le foto non sono sufficienti ma, in questo caso, forse serviva un impatto visivo del concetto ;-)

    @RAIMONDO MASU TEAM sono d’accordo con i punti elencati, soprattuto il primo e infatti avevo detto che sembrava di essere sotto un pontile...lo so, i miei esempi sono spesso dissacranti ;-)

    molto interessante il punto 4!

    Giustissimo il punto 3, nell’impossibilità di spostare la cucina verso la zona notte, attrezzare quest’ultima di tutti i comfort necessari per ovviare al disagio.

    In particolare renderei la camera del figlio una camera en suite, questo permetterebbe di eliminare la porta del bagno sul soggiorno e di evitare litigi sullo stato (immagino disordinato) del bagno del ragazzo. Restando ad uso esclusivo della sua camera, in caso di ospiti nessuno lo vedrà.

    Dato che il proprietario è solo, è utile semplificare la vita in termini di praticità, manutenzione e ordine vista la metratura davvero generosa!

  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    Ahahah! Questo topic è talmente pieno di persone preparate e simpatiche che potete scommetterci che alla fine (se mai ci sarà; o sarà come la decima per tanti compositori?) vi invito tutti per una jam di quelle da brivido!
    Tornando a noi. Come la vita di ogni musicista ci sono momenti dove si suona parecchio e momenti meno. Ma in questo caso l’idea di Officine, ovvero di celare in modo discreto alcune parti/componenti della casa la vedrei meglio per la cucina. In questo senso potrebbe avere anche molta valenza pratica (odori, rumori, ecc.). Il pianoforte invece lo lascerei come protagonista visivo, magari con pedana, specchio e giochi di luci... Non può essere silenzioso, è costruito a mano ed è di legno, materiale vivo per antonomasia. Quando si alza il coperchio, sia della tastiera che della cassa armonica, aspettando il silenzio e giocando sulle luci... Non è già una sala da concerto finita? Da visiva l’arte diviene uditiva...
    L’architetto Raimondo solleva invece dubbi o per meglio riflessioni allo spazio che come il silenzio alle volte va “riempito” alle volte no... Sono d’accordo lo sviluppo in lunghezza è un po’ un limite.
    Nina e utente semplice invece tornano su un dubbio che avevo sollevato in precedenza! La disposizione di questi 3 spazi in uno! E qui davvero mi piacerebbe sentire il parere da architetto, cui di certo non sfuggono particolari che potrebbero a noi...

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa

    Che significa schema attuale..Questa pianta è lo stato attuale dell’appartamento o uno stato di progetto che le hanno sottoposto...?


  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Poi domando ma il bagno alle spalle della cucina come da progetto ossia quello nella zona Giorno..è vincolante oppure no..?

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Nina era interessante la definizione ...--silos-- rido. perche non la trovo più? mi ha tolto il divertimento di rispondere... se non mette almeno una ruota nelle mie indicazioni...qui poi sono almeno 6... tenendo conto che con un adeguato meccanismo gli elemnti si potrebbero anche traslare e, perche no!, sollevare.... tutto libero quindi...ma questo è gia porgetto! mi fermo!!! rido

  • Nina
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Non lo so ho visto duplicato il mio post, ne ho eliminato uno ma non vedo più neanche l’altro! Ho anche problemi con i “mi piace” e con le foto allegate.

    Però sono contenta che è riuscito a leggerlo e ..ad essere ancora incolume ...rido...;-)))

    caldeggiavo anche una candidatura, ma forse è un procedimento poco corretto. Chissà se mi ha letto anche l’interessato?!

    mi rifiuto di credere che metterebbe anche le ruote al pianoforte!...rido...anche se in effetti molti strumenti le hanno!!

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    12 mesi fa

    Nina grazie!

  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    Si Bartolomeo quella è la situazione ad oggi. Per vincolante intendi se lo terrei? Direi di sì... Nina certo che ho colto il tuo suggerimento e non ci vedo nulla di scorretto! :-)
    Sono solo statico per via di tutte le incertezze che questo brutto periodo ha generato! Ma credo e spero sia solo una questione di tempo prima di ritrovare un po’ d’entusiasmo!
    Era in effetti molto allegorica la dicitura Silos! :-)

  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    E di questo cosa ne dite...

  • Nina
    12 mesi fa

    Pianoforte in lucite? Forse sono più per il legno tradizionale, anche se ne avevo visto uno tempo fa con un design particolare, se trovo la foto te la posto.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    No fredric non intendevo se tenerlo, ma se vincola nel senso che deve essere il piano il primo attore dove poi tutto gira intorno. Non mi permetterei mai di chiedere ad un musicista di liberarsi di un piano. Si può avere una foto del piano che lei ha...oppure è quello postato nell’ultima foto..?

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    12 mesi fa

    sono sempre stato incuriosuto dalle "intimita" degli oggetti, da bambino ero uno che smontava tutto e ricostruiva...in questo avevo la buona compagnia dei miei tanti fratelli... questo vale anche per la musica


  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Io invece con una passione simile alla tua Raimondo, montavo ed ingegnavo sempre...infatti già a soli 6-7 anni ricordo che costruivo le case con i cartoni, complete di stanze e ambienti vari, realizzate su più livelli e in spaccati insomma. Per la musica posso invece dire che non so suonare, ma vivo ed ho vissuto da sempre con la musica, avendo una compagna che canta da sempre ed essendo stato io un dj produttore, avendo fatto dischi di musica house in tutto il mondo oltre ai remix a personaggi noti come Tony Esposito ed i First Choice, oltr poi alle serate in tutta italia..ancora lo sono, ma non più come prima, in quanto è cambiato proprio il modo di produrre e fare musica oggi.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    vorrei se possibile, vedere una pianta con misure..! Sarebbe possibile..?

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa

    Noto che Fredric non ha risposto ad una sola delle mie domande..mmmm

  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    Hahaha! Non Bartolomeo se l’ho fatto mi scuso e non era mi intenzione!! Riguardo alla tua domanda riguardo alla priorità del piano non avevo e non ho un’idea precisa! Era stato collocato in quell’angolo perché è caratteristico. Se immaginiamo di avere dietro il piano una libreria con tutti libri musicali (ne ho parecchi), e con due Frau mollis (che possiedo già)non uscirebbe un incantevole spazio ascolto/lettura musicale?
    Immagini del piano non ne ho in archivio e ora sono fuori casa comunque è il modello più piccolo a coda della Stainway (S-155). Allego le dimensioni...

  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    Stainway

  • Nina
    12 mesi fa

    Sarebbe incantevole senza dubbio, ma scusa quindi la disposizione delle tre zone rimarrà quella postata all’inizio della discussione?

    Mi sono un po’ persa...avevo capito che era stato messo tutto in discussione

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    veramente io chiedevo le misure sulla planimetria non del piano..!!

    Oltretutto penso e credo che il piano debba fare parte della zona living e non messo nell'angolo come lei ha comunemente detto. Per questo io vedrei una disposizione diversa che dia più spazio ad una grande zona living compresa di tavolo da pranzo che così come gli è stata proposta..!

  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    Infatti Nina io mettevo proprio in dubbio tutta la disposizione! Però capisco che i pro si fermino a considerazioni generali e non pretendo che vadano oltre.
    Bartolomeo grazie del tuo consiglio che in un certo senso nobilita i miei dubbi. Riguardo alle dimensioni io ho solo quelle della piantina che ho allegato con la dicitura “stato attuale”. Per esempio l’ex ufficio è indicato come 8.5x6.6 h.3.45.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Mi perdoni, non che metta in dubbio le due parole, ma faccio un po’ fatica a credere che ha solo la pianta dello stato attuale....lei ha pubblicato una pianta di progetto e dei rendering. E di solito un progettista che redige un progetto le quote le mette per far comprendere meglio le dimensioni degli ambienti..(e per come lei è preciso e sicuro di quello che vuole..sembra strano che lei non abbia una pianta quotata)..! 😉

  • PRO
    Chantal Forzatti architetto
    12 mesi fa

    buongiorno a tutti, ho cercato di leggere tutti i commenti prima di esprimere il mio parere per evitare di ripetere cose già dette...ma sono davvero tantissimi!

    io valuterei di girare il divano o con le spalle all’ingresso (ma non mi convince molto), o appoggiandolo al muro di fondo e creare una libreria/mobile tv che filtro l’ingresso.

    il collega ha progettato una spina attrezzata con l’idea di inglobare almeno uno dei due pilastri, quindi qualsiasi altro arredo contenitore che andrà messo dovrebbe essere più leggero per non togliere la scena a questo sistema di arredo.

    io personalmente girerei la cucina facendola sviluppare per il lungo.

    Mi da un po’ fastidio che l’isola e il tavolo non siano allineati tra di loro e che anche la finestra non sia in asse.

    Nella camera matrimoniale che è nuova (prossima zona giorno) invertirei letto e armadio così da non entrare direttamente sul letto.

    Non mi convince neanche la distribuzione dei sanitari, ma vedo che è uguale all’esistente e immagino che non siano state previste modifiche.

    Complimenti per la scelta dell’abitazione, avendo tanti affacci vi verrà più facile tagliarlo e distribuirlo secondo le vostre necessità!

    Chantal Forzatti architetto


  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    Gentile Bartolomeo, io ho il file CAD perché l’ho dato io all’architetto. Quindi l’architetta non avrà aggiunto quote dando per scontato che io le ho! Mi sono fatto dare anche il suo file sempre in formato CAD per poterci “giocare”. Poiché non si può postare un file CAD dovrei aggiungerle io e poi postare l’immagine. Ma non l’ho fatto perché continuava a ripetere di rivolgermi ad un professionista quindi mi sembrava quasi di “abusare” con troppe richieste/informazioni.
    Gentile Chantal, grazie mille per i suggerimenti. Ho letto con attenzione le tue indicazioni con la pianta davanti agli occhi. Con l’inizio del tuo post hai toccato un po’ il lato dolente della questione. Quello è un grande open-space con 3 aree: cucina, soggiorno TV e angolo pianoforte. Sono ancora dubbioso sulla distribuzione delle tre aree, anche se questa proposta dalla tua collega è già un passo avanti nei confronti della precedente. La spina attrezzata nasce dal fatto che la precedente bozza di progetto non prevedeva spazi chiusi e mi chiedevo poi dove riporre tutte le infinite cianfrusaglie che girano per casa! Però forse così è un po’ troppo, e altri utenti hanno espresso lo stesso dubbio! La cucina sviluppata in lungo era anche quella l’idea iniziale, ma poi non ci starebbe l’isola. Riguardo alla disposizione della nuova camera: ottima idea!!! Grazie. Riguardo ai sanitari il bagno giorno si pensava di non toccarlo per ora, ma quello notte si deve rifare, quella era solo la bozza preliminare.
    Un aggiornamento per tutti quelli che gentilmente hanno deciso di intervenire con le loro idee/opinioni: ho dato in mano il progetto ad un ingegnere per alcune valutazioni tecniche riguardo agli interventi energetici. In particolare si stanno studiando soluzioni per il riscaldamento radiale. Se fatto a pavimento (inizialmente si parlava di ristrutturare solo la zona giorno e il bagno notte perché era stato previsto il riscaldamento radiale a soffitto) dovendo rifare tutti i pavimenti allora la ristrutturazione sarebbe di tutto l’appartamento. Questa soluzione è stata proposta (anche se dal punto di vista economico molto più impegnativa) per isolare la soletta che comunica con una taverna quasi mai riscaldata... Insomma quasi quasi rinuncio!!!! 😞

  • Nina
    12 mesi fa

    A cosa rinunci?


  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    12 mesi fa

    c'è qualcosa di fumoso nel tipo di valutazioni sul problema energetico... Con il super bonus prima di rinunciiare a un po di disagio ci penserei... La questione non è far tornare i numeri "energetici" ma affrontare un progetto che sia un percorso che faccia rientrare ogni capitolo di spesa dentro una unica famglia : l'efficientamento energetico. Per altro Bienno è in classe sismica 3 dunque c'è un piccolo tesoretto anche lin quella direzionei.... Da ultimo i disagi del costruire!...c'è solo una parola d'ordine i questo caso - costruzione a secco-. Le occorre un progetto integrato, Ho un team per affrontare questi temi...ci pensi!!

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Fredric forse In modo empirico, faccio fatica a credere a delle cose che lei ha detto..mi spiego:

    sembra al quanto strano che un architetto dia al proprio cliente il file cad del progetto..per due motivi..1) perché lei dovrebbe possedere un software tipo autocad o simili per poterlo aprire; 2) perchè difficilmente viene ceduto un file Dwg, almeno io non lo darei mai ad un cliente..ma premesso ciò credo che a prescindere dal dare o non dare quel file, (almeno io quoto sempre i miei progetti.

    Detto tutto ciò, credo che tutti si siano lasciati condizionare dalla pianta che lei io le postato all’inizio....come ho già detto secondo me ci sono altre possibili soluzioni valutando una serie di cose, una di quelle potrebbe essere quella di spostare la cucina dove le hanno messo il piano, magari ridimensionare il bagno e la camera e valutare una tirali variazione, in virtù del fatto che lei ha fatto capire che il piano debba comunque essere un elemento dominante nella casa...allora io credo che posizionandolo in una grande zona living, dove si vedrebbe subito all’ingresso creerebbe una sorta di quinta che pian piano accompagnerebbe l’ospite nell’ambiente accogliendolo...la mia idea che probabilmente non le piacerà potrebbe essere questa..una delle possibili Variabili..!


    E ci possono essere altre soluzioni che andrebbero valutate prima in termini funzionali, poi estetici..!

  • PRO
    Chantal Forzatti architetto
    12 mesi fa

    Buongiorno,

    la cucina anche se girata non pregiudicherebbe il collocamento di un’isola.

    in merito al discorso energetico quindi l’ipotesi di un riscaldamento a pavimento, eventuale raffrescamento, vmc, ecc non mi pronuncio perché bisognerebbe valutare meglio la situazione e la struttura della casa.

    Se ha già firmato un contratto con un collega, anche per rispetto di quest’ultimo, le consiglierei di richiedere due o tre soluzioni differenti ed insieme selezionare i punti vincenti così da poter arrivare alla soluzione che megli o risponde alle vostre esigenze.

    il layout e’ il cuore del progetto, la parte più importante sulla base del quale poi viene calcolato il capitolato.

    non è infatti così immediato capire le necessità del committente e individuare la soluzione migliore.


  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Ecco finalmente qualcuno che la pensa come me..lo dico dall’inizio @Chantal Forzatti architetto che deve parlare con il suo architetto peeché così avrà sicuramente più risposte ad ogni dubbio..!

  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    Nina devi ammettere che alle volte essere scoraggiati è il minimo!
    Raimondo la questione energetica rimane primaria anzi, ti dirò che l’idea di ristrutturare, nata prima del “110”, era per cercare di limitare costi di gestione che ora ho francamente fuori ogni logica! Direi che sarebbe bello confrontarci; non l’ho fatto sinora perché non mi sembra corretto approfittare.... Bartolomeo le dico in tutta onestà che ho di meglio da fare che stare a “bleffare” in questa sede. Era solo un modo per confrontarmi e devo dire che è stato e continua ad essere molto utile. Ho Autocad installato sul mio PC forse da oltre 25 anni, lo uso per lavoro! L’architetta mi ha girato la versione CAD semplicemente perché me l’ha chiesta la ditta che sta studiando il progetto dal punto di vista energetico! Non ho motivo di nascondere o di bleffare, se l’ho inconsapevolmente fatto è perché il mezzo comunicativo a nostra disposizione non è scienza perfetta.
    La sua soluzione non è per niente male ed è propio in quella direzione che ragionerei! Magari tornando sugli stessi passi ma non prima di aver valutato attentamente ogni possibile incastro! Sono pignolo? Si vero! Ambisco sempre a progetti che siano perfetti pur nell’imperfezione umana! Ho amici che mi hanno confessato “la casa è mia e ci faccio ciò che voglio! Non voglio sentire l’opinione di nessuno! Nemmeno degli architetti”! Ognuno ragiona a proprio modo, ma lasciamo che la leggerezza dei post su Hauzz ci facciano compagnia aprendoci la mente senza pregiudizi e giudizi!
    Gentile Chantal, esatto: riscaldamento con pompa di calore/caldaia, VMC, serramenti, cappotto esterno per 1/4 della casa (il resto è in pietra) e 3/4 interno! Soluzioni e idee per pavimento e contro soffitti... Insomma una ristrutturazione importante in un mare di proposte. Basti pensare ai materiali, spessori, soluzioni... Certo che ne sto parlando con quelli coinvolti in passato, ma anche con voi! Perché no?

  • Nina
    12 mesi fa

    Sì certo, ma siccome avevi usato specificamente “rinunciare” non avevo capito se ti riferivi al progetto energetico o all’intera ristrutturazione!

    scoraggiarsi davanti ad un’impresa del genere è comprensibilissimo, ma mi pare di capire che non sei uno sprovveduto, né un pressapochista e neanche da solo davanti all’ignoto! Direi che sei a buon punto, devi solo non avere fretta ;-)


    devi dire ai tuoi amici che l’architetto non da opinioni...per quelle ci sono, appunto, gli amici ;-)

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa

    Sarò malizioso, ma penso che l’architetto sia proprio lui Nina. Lui è il progettista di quella casa e che trovatosi in difficoltà su qualcosa, ha creduto bene di venire su Houzz a chiedere qualche idea.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Fredric anche noi o almeno io grazie a dio ho di meglio da fare e questo è il motivo che spesso assumo atteggiamenti che chi mi conosce sa bene. Ci sono dei punti che lasciano pensare non al bleffare, ma ad uno speculare. Io da progettista “navigato“ posso pensare che lei abbia un progetto definito non solo dalla architetta ma anche da lei. Come ho detto penso che forse l’architetto sia lei (Non sarebbe ne il primo ne l’ultimo a venire qui a chiedere idee per i propri lavori)...magari sbaglio, ma ci sono troppe cose che non sono chiare nel suo parlare, o lo sono troppo per non pensare a certe cose. Come anche le sfere alcune risposte, levitare alcuni argomenti che le sono stati posti etc etc etc..,non me ne voglia, ma come ha detto anche lei, usando le sue parole:

    (ognuno ragiona a proprio modo, ma lasciamo che la leggerezza dei post ci faccia compagnia aprendoci la mente senza pregiudizi o giudizi.....io aggiungere con pregiudizi) 😉

    P.S. a mio umile avviso è anche offensivo verso i pro questa sua frase. Ed invito tutti a riflettere.

  • Nina
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    comunque per quanto mi riguarda la discussione è conclusa. Ognuno ha detto la propria e abbiamo continuato a farlo anche se il diretto interessato è intervenuto con pochi post, forse a volte un po’ fumosi. A me non ha dato l’impressione di essere ambiguo, quanto piuttosto di avere poco tempo per scrivere.

    Ma non sono un pro...e poi ho un invito per il concerto! ;-)

    A questo punto non c’è altro molto da aggiungere, @fredricbellini se un domani si potesse vedere il risultato finale a me farebbe piacere ;-)

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa
    Ultima modifica: 12 mesi fa

    Mi auguro che il signor Fredric non sia Federico Bellini perché sarebbe davvero assurdo..i 25 anni di uso cad farebbeeo tornare i conti.

    🤔

  • fredricbellini
    Autore originale
    12 mesi fa

    Grazie Nina della belle parole, intelligenti seppur mirate. Ho risposto così ieri perché mi sembravano un po’ ironiche le tue parole. Grazie ancora per i consigli e ne aspetto altri in post futuri!
    Gentile Bartolomeo non so tutti questi sospetti da dove vengano ma può essere che in passato abbia avuto brutte esperienze e quindi la posso comprendere. Non sono Federico Bellini, non so nemmeno chi sia. Uso CAD da 25 anni perché lavoro nella siderurgia! Il progetto postato all’inizio è di un’architetta (non mi sembra corretto menzionarla ma in via privata posso farlo) ed è la primissima stesura!
    Detto questo anche io ho ricevuto ottimi consigli e alcuni post mi hanno aperto la mente. Tutto questo era il mio scopo! Se vi fa piacere vi terrò informati con altri post sulle decisioni prese!

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    12 mesi fa

    No Fredric nessuna brutta esperienza sereno..anzi. Sono sospetti legati ai suoi atteggiamenti. Infatti ho premesso che forse avrei potuto sbagliare, ma

    leinha dimostrato comunque di essere un po vago su certe cose ed è anche e sottolineo anche lecito che maliziosamente qualche dubbio venga. Come credo Che sia venuto anche a qualcun altro, ma non lo dice.

    Usare il cad per le macchine a taglio numerico è cosa diversa dobbiamo crederla sulla parola..! 😜

  • PRO
    Chantal Forzatti architetto
    11 mesi fa

    Anch'io aspetto aggiornamenti sulle decisioni prese e... in bocca al lupo!

    CH

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.