deepinsideta__

Idee cucina e gestione spazio nuovo progetto

Ivan .
6 mesi fa

Buongiorno a tutti,

prossimamente partirà il cantiere per la realizzazione della mia villa ma ancora non ho le idee ben chiare su che tipo di cucina acquistare (colore, materiali e disposizione nell'ambiente a disposizione).

Dovevo iniziare a girare qualche showroom ma questa maledetta quarantena ha cambiato i piani per tutti.

Vi allego una piantina della casa e vorrei soffermarmi sulla zona cucina che è un open space con il soggiorno.

Lo stile da tenere in considerazione (che a me piace molto) è il rustico moderno.

Il pavimento sarà in stile gres porcellanato effetto parquet (tonalità ancora da definire), ma allego una foto di come più o meno piacerebbe a me (anche tendente più chiaro).

Nella zona soggiorno verrà effettuato per metà un tetto spiovente con travi in legno (allego foto di archivio del costruttore).

Mi piacerebbe anche abbinarci un tavolo in legno massello che penso di aver individuato (allego foto).

Riuscirei a darmi qualche idea su come la fareste voi e come la fareste in base alle informazioni che vi ho elencato?

Ovviamente vi ringrazio in anticipo e sono accettate tutte le vostre idee e/o accorgimenti.

Grazie mille







Commenti (51)

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    6 mesi fa
    Ultima modifica: 6 mesi fa

    Ma che stai a dire..cosa c’entra questo che hai detto..?

  • Discussioni simili

    Idee per la predisposizione di cucina e soggiorno

    Q

    (5) commenti
    Buonasera, doppia altezza significa che in corrispondenza del tavolo il soffitto è alto il doppio, come in questa immagine. Se nel bagno in camera ha la doccia, io ridurrei questo al minimo indispensabile (wc e piccolo lavabo) in modo da dedicare più spazio possibile alla zona giorno. Per rendere il tutto il più arioso possibile, valuterei anche la possibilità di integrare la cucina nel soggiorno, magari con una bella isola con sgabelli o sedie in modo da non dover destinare uno spazio al tavolo ed ampliare ancor di più lo spazio. Le dicevo di contattarmi in privato se le interessa un progetto studiato ad hoc e non solo qualche consiglio generico dato qui sui post. Lo può fare col pulsante "contattami" sul mio profilo o più semplicemente inviandomi una mail a arch.digregorio@gmail.com
    ... mostra di più

    idee nuovo arredamento

    Q

    (11) commenti
    Concordo con chi ha detto che questa descrizione corrisponde alla casa dei (miei) sogni, ma i sogni non sono uguali per tutti! Eheh Ottima la scelta dei materiali naturali, rimodernare è ok ma questa scelta mantiene una coerenza con il resto dell'ambiente, per un restyling armonioso! In alternativa al murales ti proporrei una fotomurale (è come la carta da parati ma a tutta misura), che sul nostro shop puoi realizzare in sette differenti supporti di carta. Puoi crearla delle misure che ti servono partendo dall'immagine che preferisci, perchè no una tua illustrazione! Più che altro avrebbe una durevolezza maggiore che un murales, se conti di rimanere tanto in questa casa. Ti lascio il link del nostro shop: https://www.livingdeco.it/
    ... mostra di più

    Idee disposizione cucina e soggiorno

    Q

    (4) commenti
    Buonasera Sarah, condivido tutte le sue considerazioni riguardo alla demolizione e costruzione di pareti, e anche quella del collega Rubini, riguardo alla possibilità/importanza di rivolgersi ad un professionista. Credo comunque che potrebbe procedere con una demolizione solo parziale della parete che divide il soggiorno dall'attuale camera (futura cucina). Nello specifico, interverrei demolendo la metà del divisorio prossima al pilastro interno all'abitazione. Utilizzerei quindi un sistema di porte a vetri da far scorrere (e nascondere) dietro la metà del divisorio non demolito, sul lato rivolto alla cucina. Riguardo al divano, personalmente lo collocherei nell'angolo tra la parete perimetrale e la parete di confine con l'appartamento adiacente; riguardo infine al tavolo (meglio se tondo, visto lo spazio a disposizione) lo collocherei proprio davanti al nuovo accesso alla cucina. Spero di essere stato sufficientemente chiaro, nonostante le tante parole! E comunque sia, buona ristrutturazione!
    ... mostra di più

    progetto nuovo da sistemare

    Q

    (18) commenti
    Per quanto riguarda lo studio: in realtà non è uno studio ma uno spazio dove mettere i miei libri (che sono tanti). Se poi si riuscisse a mettere una poltroncina ad angolo ecco lo studio. La scrivania non la metterei, anche se può risultare utile, proprio per non dare l’idea di un vero e proprio luogo privato proprio nell’ingresso. E così potrebbe essere anche carino, una libreria dà sempre quel tocco in più, anche in entrata. In quanto alla cucina sono quasi obbligata a metterla li perché in terrazza nella prima portafinestra a dx metterò il camino esterno e mi risulta comoda la cucina vicino. Certo metterò l’isola più piccola o forse non la metterò, proprio per non creare una strettoia. E poi ci sono il secondo bagno e il ripostiglio/dispensa. Non è bello fare un bagno in soggiorno, è vero, ma lo farò piccolino, con parete insonorizzata e piccolo vano con una porta sul ripostiglio e una sul bagno. Ospiti ne abbiamo pochi, familiari più che altro, siamo solo noi due e mia figlia che a breve andrà fuori casa, quindi se anche un ospite andasse in bagno durante una cena non penso sia una cosa così sgradevole (lo spero). Non sono del tutto convinta e infatti ci sto ancora ragionando, ma non vorrei rinunciare ai due ripostigli perché non ho né cantine né soffitte, solo il garage. E le altre camere non so come disporle. La sua soluzione, Renata, mi piace, ma dove metto il secondo ripostiglio?
    ... mostra di più
  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Vi ringrazio per le risposte, un po’ meno per vecchiosetter.. ma vabbè..
    La villa fa parte di un progetto residence già approvato. Io ho raggiunto l’accordo per la seguente Villa con la seguente piantina, già creata in precedenza. Adesso non mi sembra il luogo per motivare tutte queste scelte ma chi ha realizzato il progetto non si occupa in questo caso di interior design. Io mi interfaccio solo con il costruttore.
    Data la piantina già approvata, varianti strutturali non vi possono essere ma ad esempio mi premeva la scelta della cucina per comunicare la posizione dei vari attacchi alle utenze e la scelta del rivestimento.
    Ovviamente la mia era una richiesta di consiglio. Tutto qui.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    6 mesi fa

    Ivan per ora quello che mi sento di consigliarti è di pensare ad un tavolo con base diversa, chi si siede sul lato lungo si ritrova la gamba tra i piedi.


  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    Non è stata nemmeno ipotizzata una distribuzione della cucina nel progetto iniziale?

    Almeno sapresti dove indicativamente son stati pensati gli allacci ...

    dalla pianta direi che hai poche opzioni, se la zona è quella tra la porta finestra e l affaccio sul salone

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo
    6 mesi fa

    Gentilissimo Ivan, nessuno le vieta di incaricare un architetto che le curi gli Interni con un progetto che soddisfi le sue esigenze. Come non credo che se lei chiedesse al professionista che ha progettato la villa di seguirla anche per gli interni si ridurrebbe..naturalmente lo deve pagare. E forse il problema di base è quello da quanto mi pare si capire. Lei vorrebbe selle idee he siano dele direttive anche sugli impianti per far continuare i lavori all’impresa..ma non funziona così purtroppo. Gli impianti vanno pensato bene e lo si fa con un progetto..non con dei consigli..!

  • PRO
    A+A Architects
    6 mesi fa
    Ultima modifica: 6 mesi fa

    Buongiorno, prima di tutto mi soffermerei sulla scelta del legno/effetto legno, secondo me va fatta attenzione nell'accostare diverse essenze vicino o simil legno, vedo troppa differenza tra l'essenza delle travi a vista e il simil legno del pavimento, magari valuterei per il pavimento un effetto cemento, per capirci come si vede dalla foto postata del tetto la stessa essenza è ripresa nell'elemento ligneo sopra il camino, nei pensili che si intravedono, insomma ci deve essere una certa armonia...Per il tavolo stesso discorso, ma qui non è un problema perchè quest'azienda fa la personalizzazione dei prodotti. Per la cucina io valuterei di sfruttare la parete da 3,70m per mettere la colonna frigo, la colonna forno e lavello al centro proprio di fronte alla portafinestra metterei un isola con i fuochi ed una cappa a sospensione di design, con una parte una zona snack per la prima colazione mentre la parete da 3,10 m la utilizzerei come colonna dispensa. Entrando nella villa, sulla sinistra metterei la zona pranzo, un bel divano centrale di fronte alla parete da 5,60m che utilizzerei come parete attrezzata tv e libreria. Per la cucina andrei su un total white con alcuni dettagli (gola, mensole, zoccolino nero) e magari inserirei qualche effetto materico (effetto cemento). Sicuramente in un open space si deve giocare molto sull'armonia tra la cucina e la zona living, ci devono essere dei richiami, (Colore, meteriali, corpi illuminanti), non possono essere due mondi a se, capite la caratteristiche principali degli elementi predominanti, (ed in questo caso molta importanza avrà il tetto a vista) si deve costruire il resto intorno, armonizzando il tutto il più possibile in base anche ai nostri gusti. Comunque per essere più tranquillo le consiglierei di affidarsi ad un interior design che magari può aiutarla nelle scelte da effettuare e le consiglierà come sfruttare al meglio tutte le potenzialità dell'immobile.

  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    l'isola ci starebbe risicata, non so la comodità visto che si troverebbe proprio di fronte alla porta finestra.


  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Grazie mille a tutti per le risposte.
    Essendo la mia prima esperienza sicuramente incaricherò un interior design, ma quello che volevo io erano dei pareri diversi in modo tale da rendermi conto delle opzioni possibili.
    Anche perché come ha fatto notare qualcuno l’unico effetto vincolante sono le travi a vista di quel colore.
    Quindi devo badare sicuramente anche all’armonia dei materiali e dei colori.
    Non volevo che qualcuno di voi mi progettasse gli spazi, ci mancherebbe.. apprezzo tutte le idee esposte.
    Le foto che ho inserito sono solo di riferimento si miei gusti ma non è detto che debba utilizzarli.
    Di base mi piace molto il gres effetto legno per il pavimento e infatti stavo pensando anche a qualche effetto più chiaro in modo tale da spezzare con il colore delle travi.. il color cemento non mi fa impazzire.
    Per la cucina ovviamente lo spazio è quello da 3,70mt, io penso che mettere un’isola andrebbe a risicare troppo gli spazi ed anche un po’ antiestetico di fronte la finestra.
    Un’altra idea che mi era venuta in questi giorni era una cucina con angolo esposto lato porta di ingresso, andrebbe male secondo voi? Non mi piace molto l’idea di rinunciare al tavolo da pranzo nella zona cucina.

  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    come misure l'angolo ha più "senso" sul lato che dalla sulla veranda

  • PRO
    Chiara Home Staging and Interiors
    6 mesi fa

    Ciao Ivan, personalmente riserverei la sola parete da 370 cm per le basi ed i pensili ed inserirei di fronte un ampio tavolo direttamente nella zona cucina, sotto un esempio:



    Il piano del tavolo è dello stesso materiale che, se vuoi ma potrà essere anche di altro colore coordinato o a contrasto, potrai utilizzare per il top ed alzata della cucina, estremamente resistente anche se sottile, di seguito un link di riferimento ma sono tante le aziende cui rivolgersi:

    https://www.ariostea.it/ultra/application-design

    A mio avviso il vantaggio è di non ingombrare la zona divani con un tavolo e di disporre di un'ampia superficie anche per le preparazioni, quasi fosse un'isola ma con la comodità del tavolo. Dopotutto è un open-space, tutto a vista, quindi è già previsto che eventuali ospiti interagiscano senza problemi.


  • Nina
    6 mesi fa

    Ciao Ivan, stupendo il tetto in legno e bello anche lo stile rustico contaminato da moderno, metropolitano e industriale.

    Se ti piace il gres effetto legno non insisto con il parquet, però fai molta attenzione alle tonalità perché avresti testa legno/piedi fino legno/arredi legno...i colori devono essere ben armonizzati e possibilmente il vero dall”effetto” essere il più distanti possibili per evitare che l’occhio li confronti.


    A me la cucina a destra della porta piace molto perché finalmente questa casa ha una zona giorno di tutto rispetto!! Eviterei l’isola a favore di un tavolo, con quasi 4 metri di profondità il posto c’è e inoltre vedo un affaccio pergolato che immagino si possa attrezzare per la bella stagione.

    Dorse allungherei la spalletta a sinistra (in giallo), non mi piace la porta di ingresso che sbatte (si fa per dire) sulla cucina.

    Mi dici cosa c’è in questo rettangolo? È solo un disegno per i dicarne la misura o c’è un ingombro?



  • Nina
    6 mesi fa
    Ultima modifica: 6 mesi fa

    Ah, il tavolo che hai segnalato è bello...solo senza sedie. Poi diventa una cacofonia di zampe e, in effetti come ha detto @OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS, è anche un po’ scomodo.

    Provalo bene, nel senso di metterti seduto, accostaci delle sedie di vari modelli e guardalo sotto diversi punti di vista. Oh, poi se è proprio amore amen! :-)

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Ovviamente è un (mi piacerebbe).. non è stato acquistato ancora nulla.

    Mi rendo conto che, da ignorante in materia, e come primo approccio.. come giustamente avete fatto notare, bisogna rendere gli ambienti armoniosi.

    Il "problema" sostanziale è che non potrei rivolgermi ad un interior designer esterno in quanto la scelta dei materiali deve ricadere nel capitolato a disposizione del costruttore (ovviamente andando a utilizzare un capitolato diverso, una ditta diversa per realizzare il progetto esterno eventuale, ha dei costi diversi che non posso sostenere in quanto andrei a rinunciare il "chiavi in mano" del capitolato del costruttore).

    Attualmente è tutto fermo per via di questo periodo maledetto ma sicuramente farò una chiacchierata con il costruttore per un progetto con l'architetto che ha progettato le piantine che spero sia competente in materia. altrimenti sarà un vero problema..

    Nonostante tutto sono qui per apprendere e accettare qualsiasi consiglio (e non a chiedere un progetto gratis come qualcuno sosteneva..) :-)

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    6 mesi fa

    Ivan il primo consiglio è, se possibile, di non rivolgersi all'architetto dell'impresa se dovesse essere a pagamento, perchè farà l'interesse dell'impresa.

    Invece un architetto incaricato da te farà il tuo interesse.

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    @Nina grazie per aver risposto, si il riquadro in oggetto è solo una quota aggiunta da me per indicarne le misure.

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    @OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS non essendo navigato nell'ambiente, secondo lei, se dovessi incaricare un interior designer esterno (che di conseguenza avrebbe la propria ditta fidelizzata per gli eventuali lavori) non andrebbe a scontrarsi con l'avanzamento lavori della ditta costruttrice? non ho per niente idea di cosa aspettarmi..

  • PRO
    Kibuz_architettura&ingegneria
    6 mesi fa

    Ciao Ivan, generalmente anche con il "chiavi in mano" un pò di margine nella scelta ci dovrebbe essere, sopratutto se siete ancora nelle fasi iniziali del cantiere. Di solito il costruttore si serve da un rivenditore, il quale magari ti può proporre alternative a quelle proposte rimanendo nel range di spesa già concordato. Questo per farti riflettere anch'io sull'opportunità di andare ad inserire un finto legno sul pavimento da accostare a quel soffitto così importante. Se il pavimento di capitolato è gres c'è un ampia scelta di colori e finiture tra cui scegliere. Se si tratta di una villa singola potresti anche valutare invece di farti fare il soffitto con le travi dipinte di bianco (che danno molta più luminosità) e a quel punto puoi tranquillamente fare il pavimento "effetto legno" nella tonalità che più ti aggrada.

  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    se non intendi cambiare i lavori in essere, si può fare scelte e progetti utilizzando i materiali presenti nel capitolato.

    ovviamente l'unico vero "problema" può essere se l'impresa ti sbaglia il lavoro indicato e dovessero fare problemi a risolverlo

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    6 mesi fa

    Il professionsita che ti dovesse seguire non è necessario che porti propri fornitori, Si relazionerà con la ditta costruttrice senza problemi, anzi essendo competente ti aiuterà nella gestione dei costi e nella scelta dei materiali anche scegliendo dal capitolato e armonizzando con altri dettagli.

    Fornendoti anche le necessarie disposizioni funzionali degli spazi, considerato che sei ancora nella fase esecutiva

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    6 mesi fa

    Una prima cosa che mi salta all'occhio. Hai due bagni. Quello vicino alla camera matrimoniale ne inserirei l'accesso dalla camera e metterei l'ingresso della camera prima del bagno diminuendo il corridoio.

    Un progettista potrebbe portare delle migliorie e dare valore aggiunto all'appartamento, anche economico di mercato

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM
    6 mesi fa

    SOTTOSCRIVO.

    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    12 minuti fa

    Il professionsita che ti dovesse seguire non è necessario che porti propri fornitori, Si relazionerà con la ditta costruttrice senza problemi, anzi essendo competente ti aiuterà nella gestione dei costi e nella scelta dei materiali anche scegliendo dal capitolato e armonizzando con altri dettagli.

    Fornendoti anche le necessarie disposizioni funzionali degli spazi, considerato che sei ancora nella fase esecutiva

  • X Y
    6 mesi fa

    premesso che il gres porcellanato effetto legno non piace neanche a me, se ti piace molto forse si armonizzerebbe meglio con travi sbiancate. per la cucina chiedevi uno stile rustico ... se lasci tutti i legni già presenti io eviterei ulteriori effetti legno, andrei su una cucina bianca come consigliato.

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Sono un po’ contrario allo sbiancamento delle travi, sia perché mi piace il colore ma anche perché mi sembra poco naturale. Comunque ormai penso di essermi rassegnato a utilizzare un Gres effetto legno.
    Sempre dall’archivio del costruttore ho visto che qualcuno ha utilizzato questo tipo di pavimento.
    Dite che utilizzando un grigio del genere si valorizzi di più l’ambiente? Sinceramente non mi dispiace neanche...

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    In più aggiungo che verrebbe anche un camino centrale o laterale al posto del finestrone con annesso muro in pietra ancora da scegliere

  • PRO
    Kibuz_architettura&ingegneria
    6 mesi fa

    Sicuramente meglio dell'effetto legno, specialmente se metterai anche la parete in pietra

  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    in che senso il camino al posto della finestra?

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Al posto di quel finestrone verrà fatto un camino (da decidere se centrale o laterale) su un muro in pietra.. al lato destro (lungo) la parete attrezzata con tv

  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    ma è il salone all'ingresso?

    e i rapporti aeroilluminanti?

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Si è il lato sx guardando la piantina all’inizio del post.. vi è una finestra lato sx alla porta di ingresso

  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    appunto, nella pianta c'è una sola finestra per stanza ... se la togli come risolvi luce aria nell'ambiente?

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Mi spiego, se da un’occhiata alla piantina vi sono una finestra lato sx e una lato dx apribile che da sulla veranda esterna.. quindi non è una soltanto.. questa foto è solo di esempio perché appartiene ad un altro progetto

  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    nella pianta postata c'è una finestra, una porta di ingresso (se no da dove si esce) , e la porta finestra in cucina, direi insufficiente per un locale lungo circa 8 mt, quindi sarebbe anche da vedere se poi ti viene concessa l'abitabilità ...

    il camino magari sarebbe meglio metterlo altrove

  • Nina
    6 mesi fa

    Ivan togliere una finestra è una follia, qualsiasi cosa tu voglia metterci in alternativa!

    mettila altrove oppure sposta la finestra.

    chi ha stabilito questa modifica?

  • vecchiosetter
    6 mesi fa
    Ultima modifica: 6 mesi fa

    Tralasciando il gusto personale di avere un soggiorno senza finestre, a livello puramente normativo quella Portafinestra lato veranda dubito soddisfi il RAI dell intero locale, considerando che è ca 32mq, la superficie vetrata dovrebbe essere minimo di 4mq (vi è inoltre un rapporto di profondità) hai verificato lo rispetta?

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Forse sono poco chiaro. La foto che ho postato col pavimento grigio è UN ALTRO PROGETTO. Il finestrone che vedete li sostituisce quello lato sx della mia piantina. Attualmente non conosco la superficie reale delle finestre per poter effettuare un calcolo, ma non è la prima costruzione che viene realizzata in questa maniera dal costruttore. Quindi deduco sia tutto a norma di legge.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    6 mesi fa

    IVAN quello che si cerca di farti osservare è di porre attenzione e assicurarti di quello che l'impresa sta eseguendo anche se su tua indicazione.

    Se non dovessero essere rispettati i rapporti aerolluminanti il tuo appartamento potrebbe non risultare a norma e questo inficerebbe future operazioni di vendita.

    Sono solo consigli, penso che Silvana G faccia riferimento alla piantina e alle tue indicazioni circa il camino e non alla foto dell'appartamento che hai postato.

    Ti sta dando indicazioni professionali, non sono critiche

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    6 mesi fa

    Per quanto riguarda il pavimento anch'io preferisco quello in foto, gres effetto cemento. Attento poi alla scelta e alla realizzazione dei muri in pietra e anche alla realizzazione del camino

  • Nina
    6 mesi fa

    io che non sono un tecnico non ne faccio una questione di normative. Quelle le lascio agli esperti.

    Ne faccio una questione di luce, soprattutto a seconda dell’esposizione.

    Che poi sono dati su cui si basano i calcoli tecnici, chiaro, ma senza entrare nelle misure minime e massime io non toglierei proprio una finestra.

    Avresti uno spazio da illuminare sempre con luce artificiale per due ovvi motivi:

    Intanto la finestra di cucina non illuminerebbe oltre la porta di casa, hai quasi sei metri di soggiorno con il soffitto scuro.

    sei a piano terra e questo comporta meno luce anche con due finestre. Se ne levi una buio totale (parlo per esperienza diretta).

    Il fatto che gli altri lo abbiamo fatto non vuol dire che sia un bel lavoro, ma solo che probabilmente il calcolo tecnico ti fa rientrare nella normativa.

    Ma sempre al buio rimani.


  • Nina
    6 mesi fa

    Perché il camino deve stare proprio lì? Hai vincoli con la canna fumaria?

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Calcolando le quote essendo in scala 1:100, approssimativamente, siamo intorno a 1/8. Penso vada bene no?

  • PRO
    金 Silvana G. | Interior designer e Home stager
    6 mesi fa

    Per farti capire che è un pò più complesso di come sembri, ti linko questo rapporti aeroilluminanti , dove dice " Spesso, i regolamenti edilizi ritengono efficace l’illuminazione naturale per una superficie di profondità pari a "x" volte (ad esempio a Firenze, 2,5 volte) l’altezza dell’architrave della finestra misurata dal pavimento. Pensa ad una finestra alta 2 metri. La stanza potrà essere profonda al massimo 2 x 2,5 = 5 metri. "

    hai altre 2 ampie pareti, metti altrove il camino, non ti stiamo dicendo di rinunciarci, ma solo che è meglio avere sia la finestra che il camino, quando hai lo spazio per averle entrambe

  • Nina
    6 mesi fa

    Io ripeto con non serve fare un calcolo o seguire la normativa, per sapere che una finestra a destra non illuminerà mai la zona giorno così grande a sinistra.

    Mettici pure gli ingombri della cucina e del soggiorno...chissene importa dei calcoli!

  • Ivan .
    Autore originale
    6 mesi fa

    Va bene, terrò a mente ció con il costruttore. Grazie per l’intervento.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
    6 mesi fa

    IVAN ci farà piacere seguire lo svolgersi dei lavori. Spero che questo confronto ti sia stato utile.


  • Nina
    6 mesi fa
    Ultima modifica: 6 mesi fa

    Secondo me dovresti ipotizzare una bozza di arredamento, o comunque disposizione delle funzioni nella stanza, prima di decidere dove mettere il camino.

    E un “oggetto” molto vincolante e ti condiziona tutta la disposizione. Meglio avere una mezza idea di come vorresti la stanza, prima di farlo installare


    questo però lo sai tu...il costruttore ha fretta di piazzarlo e chiudere la pratica...

  • PRO
    Chiara Home Staging and Interiors
    6 mesi fa
    Ultima modifica: 6 mesi fa

    Naturalmente sottoscrivo quanto già detto da chi mi ha preceduto, un professionista che ti accompagni nelle scelte progettuali e di arredo seguendo i tuoi gusti ed esigenze è fondamentale per un esito che ti soddisfi appieno.

    Detto questo, tornando al dilemma sulla disposizione degli arredi, sinceramente mi rende ancor più convinta di quanto avevo suggerito riguardo alla tipologia di tavolo da inserire direttamente in cucina (colore ed effetto della finitura sarà a tua scelta). La sola zona conversazione appare limitata per accogliere contemporaneamente divani e tavolo, sotto una bozza di come potrebbe diventare:



    Considera che:

    - ho inserito un divano 3x2 mt, alle sue spalle una libreria consolle bassa che funga da appoggio e svuota-tasche quando si rientra;

    - camino con sopra tv a centro parete ed ai lati mensole/libreria/contenitori. Il camino lo farei basso ma lungo, anche 150/180 cm, in modo che la tv posta sopra ad esso non risulti troppo alta, sotto una foto d'esempio con arredo moderno ma andrà adattato al tuo stile:



    Chiederei al costruttore di trasformare in porta-finestra quella a lato dell'ingresso e di spostare la porta della cameretta per ripararla meglio dai rumori provenienti dal living.

  • PRO
    progetti Arch&co.
    6 mesi fa

    buongiorno Ivan,

    mi spiace inserirmi a discussione molto avanzata, ma, da professionista con i capelli bianchi, sento la necessità di saperne di più per poterti aiutare, e non solo di dettagli tecnico/commerciali - che invece mi appaiono chiari - ma bensì personali. Se questa sarà la 'tua casa', ovvero quella che ti rappresenterà, coccolerà, ti sarà funzionale, dovresti innanzitutto interrogarti su ciò che praticamente - in termini di oggetti/contenitori/elettrodomestici/accessori - ti occorrono; per fare questo devi sforzarti ad immaginare in questa casa i tuoi passi, i movimenti per fare cose, la sua fruizione insomma. Se non hai già vissuto da solo è tutto da inventare, e per questo devi 'immaginare' a partire da alcuni dati di base. Es: sei uno che cucina? sei uno che cucina per bisogno e per piacere? lo fai tutti giorni? più volte al giorno? o solo di domenica? quante volte fai la spesa in un mese? compri verdure fresche? Altro esempio: quanto tieni alla pulizia? tanto, sei maniaco o affatto?...perché se ci tieni devi valutare cose da pulire spesso in agilità e con poco tempo (pezzi sollevati così il robottino ci passa sotto, ecc.). Ancora: divano enorme perché ricevi tantissimi amici spesso e guardate la tv? oppure principalmente li inviti a cena e quindi ti occorre un enorme tavolo? poi ti piace pranzare/cenare su un enorme tavolo sempre vuoto?...o è meglio una consolle allungabile? ecc... ecc... ecc...

    Insomma, prima di capire quale colore avranno le cose, dovresti interrogarti su quali saranno per risolvere cosa.

    Almeno 10 domande per ogni funzione, così otterrai la mappa dei tuoi bisogni a cui dare forma e gusto; dopo però!...perché 3,70 m di cucina sono moltissimi per uno che non cucina e pochissimi per uno che invece lo fa sempre, e magari ha anche intenzione di mettere su famiglia!

    Immagino tu debba però dare risposte all'impresa nell'immediato; allora ti suggerisco, dopo aver fatto comunque la tua 'indagine' che ti aiuta a tenere sott'occhio tutto tutto insieme, di fare una simulazione di cucina con le tante ditte costruttrici che mettono a disposizione dei programmi per assemblare i vari pezzi (es: IKEA) ed ottenerne anche delle viste 3D

    Scusa se anziché fornirti soluzioni ti ho invitato a raccogliere problemi!

  • Nina
    6 mesi fa

    Accidenti, 10 domande per ogni funzione sono davvero tante! Grazie, è una riflessione che mi divertirò a fare anche io!

  • X Y
    6 mesi fa

    Sì, credo sarebbe meglio, anche se devo dire che queste piastrellone grigie non mi fanno impazzire...

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.