webuser_324999677

Consigli tavolo da pranzo

Marta Geri
9 settembre 2019

Buongiorno a tutti, devo mettere nella sala in foto un tavolo da pranzo. Avevo pensato di prenderne uno rettangolare e posizionarlo parallelo alla parete con il muretto, che in tutto è lunga 190 cm. Sono in dubbio sulla tipologia da prendere: l'attuale arredamento è molto scuro vorrei qualcosa di visivamente leggero e moderno. Voi che suggerimenti avete? altri consigli per rendere bella questa sala ancora un po' spoglia?

Commenti (53)

  • PRO
    Falegnameria Grelli Danilo

    Per prima cosa non li terrei così vicini.Meglio se su pareti diverse.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    potresti postare una piantina con le misure degli elementi presenti?

  • Discussioni simili

    Consigli su sala da pranzo

    Q

    (1) commenti
    BUON POMERIGGIO giulia napolano, per aiutarla bisogna anche conoscere i suoi gusti (colori, materiali, forme, ..). Se interessata mi contatti, assolutamente senza impegno. CORDIALI SALUTI
    ... mostra di più

    Tavolo da pranzo e angolo sottoscala

    Q

    (11) commenti
    Buongiorno, è possibile spostare la chaise-longe dall'altro alto del divano( ad alcuni è possibile farlo), se fosse possibile io lo sistemerei come disegno, appoggerei una consolle max 30 cm larga al divano difronte porta ingresso per metterci uno svuota tasche, mentre il lato lungo del divano mi farebbe da corridoio per accedere alla scala e la zona notte, il tavolo lo metterei al posto del divano vicino la vetrata, la posizione della tv è ottima sia per tavolo che per per divano, solo metterei per un braccio al muro per sostenerla ,ma più alta e toglierei il mobiletto per fare spazio. Il sottoscala lo arrederei o con mensole a vista o con ante su misura. Saluti
    ... mostra di più

    Consigli arredamento camera da pranzo/salottino

    Q

    (13) commenti
    Grazie a tutti per i commenti, provo rispondere alle domande e chiarire qualcosina. Pensavamo di mettere li la stufa a pellet perché dietro quell'angolo c'è l'accesso a un giardinetto di pertinenza dell'appartamento. I soffitti sono alti 280 cm ( sono stati ribassati dai precedenti proprietari, l'altezza reale è di 340 cm). Le mensole che si vedono nella foto fanno parte della cucina appena comprata, quindi non vorrei toglierle (allego una nuova foto). L'idea di mettere una libreria mi piace molto ma temo che chiuda troppo lo spazio che già non è molto. Pensavo in principio di lasciare gli spazi comunicanti, per non creare ambienti divisi ma troppo piccoli. Il consiglio che cercavo era piuttosto su dove posizionare divano ( e magari che tipo), tavolo e mobile etc. Non so bene da dove cominciare, che divano mettere, in che posizione eccetera, in quanto lo spazio non è molto, ma ho necessità di farci entrare tutto il necessario della zona living, vorrei inoltre che fosse confortevole e rilassante. Potreste darmi qualche consiglio? grazie mille
    ... mostra di più

    Sedie da abbinare al tavolo da pranzo

    Q

    (16) commenti
    Buongiorno, complimenti per l'open space molto elegante! io intorno al tavolo vedrei molto bene delle sedie stile vintage industriale anni 30', pratiche e molto resistenti, qui nella fotografia in dettaglio c'è il modello old montpellier del Cargo milano, ma ne esistono moltissime versioni in ogni fascia di prezzo. la vedrei bene sia in colore grezzo lamiera sia in bianco, per un effetto più moderno. in alternativa inserirei 2 Louis ghost kartell con braccioli ai capo tavola, e 4 victoria ghost senza braccioli rigorosamente trasparenti no color.
    ... mostra di più
  • PRO
    Alessandra Castiglioni Interior Design

    Ciao. Se è solo il tavolo per cui cerchi un consiglio, per alleggerire, andrei su uno con piano in vetro e struttura in alluminio o ferro battuto che richiamerebbe l'insieme un po' rustico... Però a quanto vedo dalla foto, tavolo a parte, manca proprio lo studio dell'arredo (anche nella disposizione) che delle finiture (colori ecc...)

  • Marta Geri

    Ecco la piantina.
    A separare la zona ingresso da quella soggiorno c'è il divano (lunghezza 200 cm). Troppo lungo e scuro per quella posizione, ma per ora l'unico intervento che prevediamo è sostituire la fodera). Nella parete lunga ci sono un piccolo armadio (lunghezza 110 cm) - che volendo si può anche sostituire con altro, e il mobile TV (lunghezza 150 cm). Vicino al mobile TV c'è una poltrona da restaurare (dimensioni circa 70x75) e una lampada da terra che sarà sostituita. Sulla parete opposta, che divide dalla scala, c'è una libreria (lunghezza 114 cm). Nel vano della finestra, di fronte alla parete lunga, c'è un termosifone di 60 cm che impedisce di mettere mobili contro quella parete. La parete con il muretto, che divide dalla cucina, è lunga cm 194.

  • Marta Geri

    Scusate la piantina è venuta tagliata. Eccola intera. La parete tra la porta e la scala misura 207 cm

  • Marta Geri

    Alessandra, grazie per il tuo consiglio per il tavolo. I mobili arrivano tutti dalla casa vecchia, quindi certamente manca uno studio ad hoc su questo spazio e alcuni elementi sarebbero da sostituire. Magari spostando qualche elemento si può già migliorare la composizione? Per quanto riguarda la palette di colori invece si accettano suggerimenti, visto che le prime cose che potremo cambiare sono la fodera del divano, il copri-poltrona (fino a che la faremo restaurare) e i cuscini (e spostare il vaso sul mobile TV).

  • Nina

    Ciao, un paio di domande:

    la libreria a giorno accanto al disimpegno è autoportante o deve essere ancorata al muro?

    quanto misura?

    Dietro al muretto che separa la cucina c’è qualche mobile o è libero?

    A colpo d’occhio, vista la vicinanza della cucina e del punto luce a soffitto, ti direi che quella è la posizione migliore per il tavolo. Però l’arredamento è messo un po’ alla rinfusa, anche senza voler cambiare dei pezzi qualcosa andrebbe rivisto.


    Personalmente il blu sul pavimento di cotto è un abbinamento un po’ triste,, crea un rustico un po’ spento, ma essendo fodere acquistate e non fatte fare dal tappezziere me ne preoccuperei in un secondo momento.


  • Marta Geri

    Buongiorno Nina, la libreria a giorno è autoportante ed è lunga 114 cm. Dietro al muretto ci sono le basi della cucina (v. foto).

  • Marta Geri

    Cosa proporrebbe di cambiare?

  • Nina

    Per prima cosa toglierei il mobile alto dalla finestra. Ingombra troppo, non dialoga con la panca della tv e, come può vedere dall’ultima foto, la poltrona spostata in quella posizione sta molto meglio.

    in questo modo lo spazio per il tavolo risulterà meno attufato.


    In merito al tavolo io non snaturerei troppo lo stile, anche volendo cambiare totalmente l’arredamento ci saranno sempre finiture molto caratterizzanti, come il pavimento e la cucina. Un tavolo in vetro e ferro accentuerà lo stile rustico, cosa che mi pare aver capito voglia un po’ attenuare.

    Mentre un tavolo in vetro ultramoderno sarebbe decisamente stonato.


    Resterei su un legno rustico abbinato però a sedie moderne, anche diverse tra loro. Mi piacerebbe sia rettangolare - forse più facile da allungare in caso di ospiti - sia tondeggiante per ingentilire un po’.






  • Nina

    un’altra cosa che non mi convince è la posizione del divano. Personalmente avrei invertito la situazione mettendo la tv spalle alla porta, creando un filtro con l’ingresso, e il divano al suo posto per poter godere anche della luce e della vista dalla grande finestra.

    Capisco però che l’impianto sia stato già cablato in quella posizione, quindi mi limito a fare un’osservazione che però non credo sia applicabile


    Se in futuro avrà intenzione di sostituire i mobili, ovviamente le finiture dei nuovi acquisti (in questo caso il tavolo) andranno pensate in previsione di cambiamenti futuri.


  • Marta Geri

    Grazie mille Nina perni suoi suggerimenti. Sono d'accordo con lei sulla posizione di armadio e poltrona, anche se un mobile dove mettere calici e liquori ci sarebbe comunque necessario.
    Per la posizione del divano, credo che avessimo considerato la possibilità di invertire con la televisione ma ci ha frenato il fatto di trovarsi poi con i cavi a vista appena si entra. Come si potrebbe risolvere in maniera esteticamente accettabile, soprattutto senza cambiare il mobile TV?

  • Nina

    Il mobile alto lo metterei al posto della libreria che, mi perdoni la franchezza, non è di mio gusto nè dialoga granché con gli altri pezzi. Più che antica sembra etnica, se non è di valore (affettivo) la eliminerei.

  • Hermann V.

    Buongiorno Marta. Concordo con Nina, il divano sarebbe perfetto contro la parete, per godere della luce naturale e il televisore di fronte su di una libreria a giorno che funga anche da divisorio tra ingresso e soggiorno (attrezzata sul lato ingresso con vuotatasche). Anche perché sedersi dando le spalle ad un ingresso non permette di rilassarsi molto, a livello psicologico ci sentiamo sempre con le spalle scoperte (lo sconsiglia anche il feng-shui) e restiamo inconsciamente all'erta. La libreria autoportante che ha già può essere utilizzata allo scopo? Per nascondere i cavi elettrici e l'antenna ci sono molte soluzioni proprio destinate allo scopo (in un negozio di materiale elettrico troverà sia le soluzione che la consulenza più adatta), non si vedrebbero i cavi entrando in casa.

  • Nina

    Esatto Hermann avevo pensato anche io alla libreria come soluzione tv, per questo avevo chiesto se fosse autoportante.

    Poi ho abbandonato l’idea perché se l’impianto è sulla parete opposta bisognerebbe rintracciare tutto....oppure si potrebbero portare i cavi intorno alla finestra utilizzando delle canaline il più nascoste possibili?

    In questi raffinati tecnicismi mi sa che sei più esperto ;-)

  • Hermann V.

    Nina, magari, ma grazie! Esperto nel senso di elettricista no, ma sono stato geometra capocantiere, quindi ho una conoscenza e una visione generale per tutto quello che riguarda la realizzazione di un progetto dalla carta all'edificio "chiavi in mano". Un trait d'union tra progettista e impresa edile, con funzioni di co-direzione lavori, traduca "colui che risolve tutti i problemi". Da quando sono andato in pensione però cerco di tenermi ancora un po' aggiornato, soprattutto per i miei progetti personali (ristrutturazione della mia abitazione), e siccome la tecnologia edilizia ed impiantistica fa progressi spettacolari a velocità ragguardevoli anche gli esperti devono sempre stare sul pezzo (conosco bravi elettricisti che stanno facendo un po' di fatica a destreggiarsi tra le varie soluzioni tecnologiche, per questo vanno guidati dal progetto di un ingegnere elettrico o di un architetto a 360 gradi).

  • Hermann V.

    Comunque, Marta, le allego un link con varie soluzioni, anche decorative, per nascondere gli antiestetici e pericolosi cavi e cavetti a vista di tutti gli elettrodomestici. Una è anche molto divertente (l'idea "Rasta" :D ) anche se poco proponibile in un ambiente formale. Un bell'articolo, in ogni caso https://www.idealista.it/news/deco/interni/2015/03/18/114771-ecco-15-soluzioni-per-nascondere-gli-inestetici-cavi-elettrici-fotogallery

  • PRO
    Arnia Architettura e Home Staging

    Valorizza la parete TV con una tinta chiara, e appendi delle piante sopra il muretto per schermare un pochino la cucina =)

    Ti consiglio un tavolo bianco, il cotto e il legno sono già molto scuri!

  • Stefania Sasso

    Finalmente un pavimento come si deve!!!

  • Marta Geri

    Grazie a tutti per l'aiuto!
    @Hermann V. e @Nina purtroppo la libreria non ha vani abbastanza alti per ospitare la TV quindi non la posso utilizzare a questo scopo. Per quanto riguarda il cavo dell'antenna potrebbe non essere troppo difficile portarlo nella posizione giusta per quello che proponete. L'idea di sostituire il mobile alla libreria ha senso anche da un punto di vista "funzionale". Ma la dovrò fare digerire al marito, con calma...
    @Arnia Architettura e Home Staging proponi di colorare la parete dietro la TV? che tinta faresti? Hai esempi di tavolo bianco che vedresti bene in un ambiente del genere?

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    Un’idea di gusto personale da verificare con un professionista
    . Come già suggerito sposterei la libreria sulla parete d’ingresso (per renderla meno etnica potresti dipingerla di bianco e potrebbe essere utile per appoggio chiavi ecc.), sulla parete del corridoio il mobile a due ante a servizio del tavolo (piatti, bicchieri, tovaglie ecc) . Verso la finestra creerei un angolo verde con belle piante con la poltrona da lettura, un tappeto per evidenziare la zona living e il divano spalle al tavolo.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    Esempi di angolo lettura con del verde e una piccola libreria verticale

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    Per il tavolo potresti pensare ad un tavolo tutto in ferro grezzo molto minimal (realizzato con profili piccoli) con sedie di colore chiaro oppure di colori diversi oppure un tavolo semplice in cristallo con telaio in ferro verniciato e sedie chiare






  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    Sarebbe anche interessante chiudere con una vetrata il vano aperto del muretto. Qualcosa di questo genere, da studiare x il tuo ambiente.

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    Se il mobile a due ante non è di valore potresti dipingerlo di blu e decorare la parete della scala dove lo appoggerai di grigio Tortora

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    E poi un bel quadro colorato sulla parete in corrispondenza del tavolo. Ovviamente anche altre opere ma quello al tavolo di maggior impatto

  • Nina

    Officine, non capisco l’utilità della televisione se il divano, essendo spalle al tavolo, guarda la finestra. Oggi ormai l’apparecchio è il vero punto focale della stanza, inutile prevedere layout che non lo contemplano, perché poi per poterlo vedere si deve mettere su un braccio mobile...niente di più orribile.

  • Marta Geri

    Grazie Officine Colombo! La poltrona in effetti in origine era vicino alla finestra proprio con questo scopo. Posso provare a rimetterla lì. Interessanti anche gli spunti per i tavoli!

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    quando sostituirai il divano prevedi di acquistarne due da due posti che sono più semplici da gestire oppure una soluzione a moduli da utilizzare singolarmente o accostata ad altri.

    Dovendo fare nuovi acquisti fatti aiutare da un professionista nella scelta degli elementi che siano proporzionati allo spazio a disposizione e che rispecchino le tue necessità


    Apartment in via Bonvesin de la Riva · Maggiori informazioni



    Calia Italia - Modula · Maggiori informazioni



    Calia Italia - Modulari · Maggiori informazioni



  • Paola

    Mi raccomando i tappeti per definire la zona del living e bilanciare l'effetto del pavimento. Ci vedrei bene quelli in sisal, cocco e similari. Piante, fiori e frutta sempre per dare il senso di una casa viva e vissuta. A proposito mi sembra di capire che hai una bella vista sul giardino: da valorizzare, anche con i tendaggi.
    Non è necessario fare tutto entro domani, ma lavorarci per gradi avendo un progetto in mente, così non si prende paura, spesso rinunciando a mettere in pratica anche gli accorgimenti più semplici (e i mariti non svengono!)
    Saluti

  • Nina

    Scusi Marta, ma a parte acquistare un nuovo tavolo è indirizzata anche a sostituire altri pezzi di arredamento, o terrà quelli presenti?

  • Marta Geri

    Grazie Paola! Piante senz'altro ne prenderemo. La vista può in effetti essere valorizzata: tendaggi... cosa ci vedresti bene? Non è così facile per me avere un progetto complessivo di questo ambiente: sono passata da una casa piccola a una grande e mi piace la sensazione di ampiezza, così l'idea di "separare" e "chiudere" mi fa paura...

  • Marta Geri

    Nina, in partenza pensavamo di cambiare il divano, ma per ora è una spesa rimandata. Se però individuiamo un progetto di arredamento che spinga in un'altra direzione io personalmente non ho preclusioni (l'unico vero limite è il budget!).

  • Marta Geri

    PS però non penso di sostituire integralmente l'arredamento, se è questo che intende

  • Paola

    Il bastone come già hai, da muro a muro e una tenda a trama semplice di lino o cotone, se ti piace con un po' di strascico, sennò a filo del pavimento da tenere (se non hai problemi di privacy) ai lati.
    Potresti fare anche un doppio bastone con una tenda più leggera (rasoterra) e una a trama più spessa un po' più lunga per schermare i raggi troppo diretti. Non so come siano orientate le finestre. Colori corda, ecru, panna e verde scuro (anche con piccoli decori), ma se puoi, tienile ai lati e goditi il verde del giardino.
    Anche io metterei il tavolo in legno, sul genere di quelli postati da Nina.
    Anche l'idea di dipingere la libreria etnica e metterla vicino alla porta non è male.
    Saluti

  • Paola

    Il bastone esile, come già hai, da muro a muro, secondo me va benissimo. Le tende a trama semplice in lino o cotone color ecru/corda a rasoterra o con un leggero strascico, se ti piace, da tenere ai lati e godere il più possibile del giardino.
    Non so come siano orientate le finestre, per regolare la consistenza del tessuto e la necessità di schermare la luce troppo violenta. Potresti anche pensare ad un doppio bastone con una tenda leggera sotto e una più pesante e scura sopra (verde scuro, per esempio).
    Anche io metterei un tavolo in legno, sul genere di quelli postati da Nina.
    Saluti

  • PRO
    Stefania Architetto

    La cosa più strana, e bella al tempo stesso, di quando vedo le richieste di suggerimento da parte delle persone su come arredare, che colori scegliere, come disporre i mobili è che in realtà, spesso, hanno già la loro idea di cosa vorrebbero. Ovviamente come sovente accade anche a noi architetti è che non sappiamo se davvero la scelta che faremo ci soddisferà a pieno o magari guarderemo quello che abbiamo fatto e diremo: "Caspita forse era meglio qualcos'altro!!" . Così io propendo sempre per non ricercare soluzioni non troppo avventate. Certo guardando i cataloghi e le foto si vedono soluzioni pronte all'uso che magari ci fanno pure innamorare e il pensiero che non riusciamo a trattenere è: " Vorrei una casa così". Ciò di cui ci innamoriamo è lo stile che ci rispecchia di più e quello che sognamo per noi. Ogni volta che ci troviamo di fronte a delle scelte diventano quindi l'occasione per conoscersi un po' meglio e questo è quello che adoro del mio lavoro, sapere che posso essere utile in questo percorso, affiancare i clienti in questi momenti di ricerca. Diventa quasi il gioco che fanno i bambini nella ricerca di soluzioni adatte a loro per potersi relazionare con gli altri, per poter stare bene nel posto in cui si trovano e per far si che sia il contesto a diventare a misura loro e non il contrario. Nei post precedenti sono arrivati tanti suggerimenti ottimi e di buon gusto e la ringrazio per l'occasione che ci ha dato di tirar fuori il bello del nostro mestiere....tutto per un tavolo? potrebbe chiedersi qualcuno...sì anche per un tavolo, perché non sarà solo un tavolo.

    Buon Divertimento...e non dimentichi di provarli di persona i tavoli prima di scegliere, come fanno i bambini meglio usare anche qualche altro senso oltre la vista..... i materiali ci comunicano sensazioni e non a tutti fanno lo stesso effetto! Chi sà essere un po' bambino trova sempre le soluzioni più originali.

  • Paola

    Bene, resta da lavorare sulla disposizione di tv, divano e mobili.
    Io proverei il mobile a due ante, come suggerito da Officine Colombo, sul muro della scala. Resta il dilemma su TV e divano e se privilegiare lo schermo o il giardino.
    La soluzione migliore he mi viene in mente al momento è allungare la spalletta dell'ingresso per poter appendere la tv e il divano sulla parete opposta (invertendo la disposizione attuale). Sempre che sia possibile portare lì i cavi della televisione e consapevole che è un lavoro già più impegnativo. Varrebbe comunque la pena di lavorarci, perché renderebbe più fruibile tutto lo spazio. Il retro della spalletta potrebbe essere organizzato come mobile per l'ingresso, dovrebbero essere necessari pochi centimetri e non perderebbe troppo spazio aperto.
    Vediamo se qualcuno qui ha idee migliori da proporre...
    Saluti

  • PRO
  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM

    PS . il tavolo, qui nella versione hard è realizzato da OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

  • PRO
    Stefania Architetto

    Il genere heavy metal ridotto all'essenziale ....dice tante cose e ne ricorda ancora di più! il resto questione di gusti

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    Felici di averlo realizzato su disegno dell'arch. Masu

  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    Ecco la versione verniciata del tavolo hard di cui sopra (tinta a scelta, questo è un colore prototipo) e la versione lapidea (anche in questo caso prototipo, può essere scelta diversa versione dal cliente)




  • 6bar8

    Ciao Marta, lo so che hai richiesto un consiglio per il tavolo, quindi so di andare del tutto fuori tema. Il tuo spazio è molto bello e grandi sono le potenzialità, ma prima di scegliere un tavolo, mi soffermerei su altri punti focali che - se non valutati complessivamente - rischiano di generare insoddisfazione ed insuccessi anche nell’arredamento.

    Personalmente andrei a risparmiare su tutto (cibo, vestiti, ecc.) pur di realizzare la vetrata industriale che ha suggerito Officine Colombo, perché quella separazione tra cucina e sala è davvero molto molto poco valorizzante (per non parlare degli odori di cibo che si espandono e impregnano).

    Se l’investimento fosse troppo oneroso, eliminerei il muretto: ci sono altre soluzioni per valorizzare il retro dei mobili della cucina.

    Poi individuerei un colore/non colore almeno per la parete lunga, perché trovo che il bianco su quel pavimento proprio non funzioni.

    Il pavimento è veramente difficile e rischia di vanificare ogni sforzo, perciò appena puoi economicamente, valuta di coprirlo (piuttosto che investire in tappeti per nasconderlo alla meno peggio). I Pro di Houzz sapranno sicuramente consigliarti soluzioni non troppo dispendiose per donare armonia alla tua bella casa.

  • Marta Geri

    Grazie a tutti. Le vostre considerazioni sono state molto utili per riflettere sullo spazio principale della casa. Sicuramente sperimenterò il mobile contro il muro della scala, perché mi sono resa conto che in questo ambiente serve di più quello della libreria (ne ho una in un'altra parte della casa). Per il tavolo ho avuto molti spunti interessanti. Sulla posizione del divano la proposta di invertire con la TV ha senso ma devo capire come farlo, perché attualmente l'ingresso è del tutto aperto sulla sala (Paola, non ho capito bene a cosa ti riferisci quando parli di "spalletta". Mi puoi spiegare meglio?), mentre il discorso cavi non mi preoccupa troppo: è un costo ma so che si può fare.
    Stefania architetto, è vero, il vostro lavoro è quello di trovare la chiave dello stile di ciascuno. Un lavoro molto psicologico, che deve utilizzare le competenze tecniche per creare di volta in volta un arredamento "cucito" su misura sulla personalità del cliente.

  • Paola

    Molto primitivo lo schizzo: il concetto è di allungare quel tanto che basta
    con un pannello la parete per poter appendere/appoggiare la tv.
    In arancio la spalletta (che dall'altra parte potrebbe essere organizzata come mobile ingresso) e la linea verde l'ipotetico divano (che così non resterebbe troppo schiacciato verso le finestre)
    Saluti

  • Paola

    Aspe'

  • Paola

    Ecco ce l'ho fatta. Il telefono è smart, io un po' meno

  • Marta Geri

    Ho capito, grazie Paola!
    Però ho la sensazione che lo spazio-salotto in questo modo resti piccolo mentre si lasci molto spazio all'ingresso, che è un luogo usato alla fine poco (c'è un disimpegno cui si accede dal piano dei garage che, benché piccolo, si usa assai di più).

  • Paola

    Sì valutano delle ipotesi: se privilegiare il giardino e mettere il divano come proposto da Officine Colombo, oppure la televisione lasciando la disposizione attuale (ma psicologicamente ti lascia il collo allo 'scoperto'), oppure allungare la parete del termo dei cm. necessari per disporre lì la televisione (non far caso al segno così lungo, fatto con il mio ditone sul telefono!).
    Ognuna di queste soluzioni ha i suoi pro e i suoi contro...
    Vediamo se ne vengono di migliori qui su (senza buttar giù la casa e rifarla!)

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.