webuser_133934924

pavimento microcemento...aiuto...

Roberta
22 luglio 2019
Ultima modifica:22 luglio 2019

Buongiorno, stiamo per ristrutturare una casa rurale del '700, seguiti da un ingegnere, e ho un dubbio sul pavimento da scegliere. La zona giorno a piano terra (cucina e salotto insieme) è un rettangolo con il soffitto a volta (volta a botte unica). Abbiamo deciso di lasciare due pareti (le due più corte, una delle quali è l'ingresso) con sasso a vista mentre il resto sarà bianco; lo spazio è molto luminoso perchè verranno aperte tre vetrate. Non mi piace l'idea di utilizzare il legno e siamo orientati su un gres (effetto pietra o cemento) oppure un pavimento in microcemento (evitando una finitura uniforme) per creare un pò di contrasto e poter seguire più facilmente le irregolarità delle pareti. Sul microcemento (non resina) continuo a sentire pareri discordanti in particolare sulla durata (graffi, cambio colore, crepe...) e non so più cosa fare... Per quanto riguarda il gres invece non so se un effetto pietra (simile alla pietra già presente in casa nelle cornici delle finestre e in una scala esterna) è consigliabile o se è meglio staccare e scegliere qualcosa di neutro. Chiedo un aiuto e un consiglio! L'idea è quella di realizzare un arredo minimal e poco "invasivo"per valorizzare la struttura che cvi piace molto e utilizzare lo stesso pavimento in una veranda esterna. La scelta del pavimento e delle finiture sta diventando un problema...grazie mille a chi mi aiuterà!

Commenti (6)

  • PRO
    Caterina Martini

    dal punto di vista estetico non avrei alcun dubbio: microcemento! in una casa antica è un peccato a mio parere utilizzare materiali finti, che per quanto di qualità.. restano finti. Preferisco senza dubbio passare a materiali dichiaratamente moderni, che proprio per contrasto valorizzano maggiormente il resto della struttura, autenticamente antico.

    detto questo.. il microcemento (come il parquet vero, come la pietra vera… ) è ovviamente più delicato di un gres (che è - quasi - indistruttibile) Nessuno ti potrà mai dire che un pavimento in microcemento sia eterno, che non soffra se si graffia ecc...

    devi fare una scelta. Se fosse casa mia preferirei il microcemento, accettando la possiilità di avere dei graffi e delle zone che si possono rovinare nel tempo, e non metterei un gres effetto pietra in una casa rurale del '700.

    puoi valutare anche ri posare pietra vera: più delicata di un gres ma probabilmente(trattata con idro/oleo repellenti) più resistente di un microcemento . Ma l'bbbinamento di antico e moderno (microcemento) a me piace molto e lo consiglierei.

    Roberta ha ringraziato Caterina Martini
  • vecchiosetter

    Faccio resine e microcemento, il microcemento se di qualità è più resistente al graffio e all abrasione di una resina.

    Ovvio non ha la resistenza di un gres, per darti un idea, puoi paragonarlo ad un ottimo parquet. Altro vantaggio, soprattutto se cromaticamente difforme, non vedi eventuali graffi ed è facilmente ripristinabile.

    Roberta ha ringraziato vecchiosetter
  • PRO
    OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS

    d'accordo con chi mi ha preceduto: microcemento! Anche se si graffierà, a mio avviso, sarà un valore aggiunto =)

    Roberta ha ringraziato OFFICINE VITTORIO COLOMBO SAS
  • Roberta

    Grazie mille a tutti! Proverò a informarmi se esiste una ditta migliore di altre che produce il microcemento...magari che sia facilmente ripristinabile in caso di danni...

  • PRO
    Studio Tecnico Metroquadro

    Nessun dubbio anche per me: Microcemento!

    Aggiungo anche che così come nel parquet, i segni del vissuto arricchiscono il materiale, non vanno considerati dei difetti.

    Ovviamente il consiglio è di affidarsi sempre ad aziende specializzate e che fanno solo questo nella vita. Evitate i cugini o gli amici degli amici.

  • vecchiosetter

    In caso di danni è ripristinabile in base a 2 fattori: quanto è cromaticamente uniforme o difforme, e L abilità del posatore.
    Mi spiego, più viene fatto in modo uniforme piu eventuali rappezzi si notano, più sono evidenti segni di spatola e chiaroscuri più è facile rappezzarlo.. poi ovviamente incide molto la capacità nel farlo.
    Aggiungo ulteriori info, più la finitura è opaca meno si vedono piccoli graffi, se satinato o lucido (anche se lucido non lo fa nessuno) più si notano.

    Altro fattore da Considerare, il lavoro di posa iniziale è dato da preparazione del fondo, stesura di 2-3-4 strati ecc.. in caso di graffi o comunque dopo qualche anno si volesse “rinfrescarlo” con minimo lavoro e spesa relativamente contenuta basta dare una ulteriore mano sopra (su tutto il pavimento) ed è nuovo.. non è come rifarlo da zero.


    adm370@live.it questa è la mia mail, se vuoi scrivermi dicendomi che effetto vorresti ottenere ti rispondo indicandoti le marche migliori da cercare con le rispettive caratteristiche (c è quello più uniforme, quello più stonalizzato, più liscio, più materico), per correttezza non le pubblico nel forum per evitare un commento negativo su un prodotto che magari qualcuno qui commercializza :-)

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.