clio82

Spostamento cucina e tubi del gas

clio82 clio82
10 mesi fa

Salve a tutti! Sto per affrontare la ristrutturazione della mia casa e vorrei spostare la cucina da un lato all'altro dell'appartamento: nessun problema per gli scarichi, avendo una fecale nel bagno accanto, ma ho ricevuto pareri contrastanti dall'architetto e dalle imprese riguardo allo spostamento del tubo del gas. Il contatore si trova infatti nel balcone della cucina attuale. Poiché prevedo di non rimuovere il pavimento esistente (marmo in lastre quadrate, edificio anni '60) ma di sovrapporre la nuova pavimentazione in parquet e gres, mi è stato inizialmente assicurato che sarà possibile portare il gas nella nuova cucina ponendo il tubo sottotraccia, adeguatamente protetto e posizionato in modo da rispettare le ultime norme UNI CIG, eventualmente scavando breccia nel pavimento originario. Le imprese contattate finora mi stanno dissuadendo dall'idea, per ragioni di sicurezza anche futura, e mi hanno proposto di chiedere alla società di fornitura del gas di ottenere un nuovo allaccio dalla montante condominiale che si trova proprio dal lato della futura cucina, ma che oggi arriva solo fino al primo piano (io abiterò al quinto): ci sarebbe da inserire un nuovo contatore e bucare il muro condominiale per raggiungere il piano cottura.

Secondo le vostre esperienze di professionisti e committenti, quale soluzione è la meno invasiva e la più sicura? Da un punto di vista dei costi, poi, ci sono grosse differenze? La richiesta alla società del gas, per esempio, che costo avrebbe grosso modo? Grazie sin da ora a chi risponderà.


Commenti (10)

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.