lauramolteni

Sondaggio: Vorresti il wc hi-tech che usano i giapponesi?

Laura Molteni
14 agosto 2018
Ultima modifica:14 agosto 2018

Per molti italiani rimane un gadget misterioso e bizzarro, mentre nei bagni delle case giapponesi è la normalità: stiamo parlando del wc hi-tech dotato di pannello di controllo con funzioni quali sedile riscaldato, bidet integrato (uno spruzzo di acqua tiepida che “colpisce” là dove serve), asciugatore ad aria ed effetti sonori o musica per coprire i propri rumori.



Ma se in Giappone il washlet (wash+toilet) era già diffuso negli anni Settanta (a partire da ospedali e case di cura per anziani), da noi è da poco che se ne parla poiché è da poco che è possibile acquistarlo.


Tu cosa ne pensi? Favorevole o contrario? (Costi e consumi a parte)

Lascia anche un commento qui sotto! (Magari l'hai provato?)



Sì, mi piacerebbe avere il wc hi-tech. Adoro le novità!
Sì, mi piacerebbe avere il wc hi-tech. Trovo comodo avere 2 prodotti in 1 (wc+bidet)
Non saprei, sembra interessante, ma non mi convince fino in fondo
No, è un prodotto che mi crea imbarazzo
No, non cambierei mai le mie abitudini / non ne vedo l’utilità
Altro (per favore scrivilo nei commenti)

Commenti (43)

  • PRO
    Luca Bonsiepe

    Io in casa anche no, ma in ufficio potrebbe essere assai comodo...

  • PRO
    Ingegnere Carlucci Pasquale
    Sono pienamente d’accordo con Luca Bonsiepe...in ufficio potrebbe anche essere comodo ma in casa meglio le vecchie abitudini!
    Laura Molteni ha ringraziato Ingegnere Carlucci Pasquale
  • Bruna ..

    Non è che se va via la corrente ... non puoi più andare in bagno?

    Laura Molteni ha ringraziato Bruna ..
  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo

    Non escludo che potrebbe piacermi, ma dovrei prima capire..!

  • Lorena
    Io in Giappone ci sono stata ed è una delle cose che avrei voluto portare a casa al mio ritorno!
    L'ho trovato comodo, non tanto per il getto d'acqua (che per la cronaca è regolabile in temperatura, e persino indirizzabile selezionando il pulsante uomo/donna...), ma quanto per la tavoletta riscaldata alla temperatura che si desidera!
    Vi assicuro che d'inverno è un accessorio piacevolissimo ;)
    Laura Molteni ha ringraziato Lorena
  • Irene Bo

    Se è possibile anche che si autopulisca da solo :-) :-) :-) :-)

    Laura Molteni ha ringraziato Irene Bo
  • PRO
    michele volpi - studio interior design

    li conosco ormai da anni e i casi di necessità li propongo, magari non quelli ipertecnologici, ma altrettanto funzionali, come quello Duravit, per esempio. A livello personale faccio un po' fatica ad accettarlo,la mia remora è dal punto di vista igienico, pur essendo vero che i migliori hanno un sistema di igienizzazione fantastico, rimane sempre un luogo "dove accade di tutto", quindi se le due cose sono separate è per me la cosa preferibile.oltretutto la scelta è abbastanza limitata.

    Laura Molteni ha ringraziato michele volpi - studio interior design
  • Irene Bo

    Scusi la mia curiosità, ha scritto (Volpi) "dove accade di tutto" ma parliamo del wc ? E il "tutto" non so come interpretarlo :-) o del luogo bagno?

  • PRO
    michele volpi - studio interior design

    buongiorno Irene, volevo dire che faccio fatica ad accettare un oggetto nel quale espletare i miei bisogni fisici e, contemporaneamente, provvedere alla mia igiene personale.

  • PRO
    michele volpi - studio interior design

    comunque, rispondendo alla tua precedente osservazione, "Se è possibile anche che si autopulisca da solo", esistono dei modelli che provvedono addirittura alla pulizia completa della seggetta.

  • Irene Bo

    Della serie :non "sputare" nel piatto dove mangi :) :)

    Può inviarmi link del wc autopulente?

  • PRO
  • PRO
    michele volpi - studio interior design

    se fai un po' di ricerca su internet, troverai anche modelli un po' più gradevoli esteticamente :)

  • Silvano Paternoster
    Questo è una meraviglia tecnica,
    Laura Molteni ha ringraziato Silvano Paternoster
  • PRO
    michele volpi - studio interior design
    non è poi così meraviglioso, gli uomini fanno pipì in piedi e quei due bottoncini sono una tentazione unica ;)
  • Irene Bo

    Provocazione: per forza in piedi bisogna farla per sentirsi uomini? nell'intimità della casa non è piu conveniente,( per chi pulisce :) :) :) ) più rilassante da seduti?

  • PRO
    michele volpi - studio interior design
    noi uomini sappiamo fare una sola cosa per volta, ma questa volta la risposta è positiva, si lo possiamo fare, ma solo a casa propria,in un locale pubblico sicuramente non lo facciamo, se non altro per igiene
  • Irene Bo

    Appunto a casa , è logico che in un locale pubblico non si fa . Nessuno lo fa (almeno spero) neanche noi donne che dobbiamo fare le contorsionistie per far plim , plim :) :) :)

  • PRO
    michele volpi - studio interior design
    ricordati però che se lo metti in casa, prima poi arriverà l'amico per una cena o il montatore dell'ikea a farti visita :);)
  • Ele Teo

    Quando ne ho avuto la possibilità non ho avuto il coraggio di usarli; i bagni giapponesi (anche quelli pubblici) sono pulitissimi ma pensare a quante persone si sono sedute lì e hanno fatto i loro bisogni mi blocca psicologicamente

    Laura Molteni ha ringraziato Ele Teo
  • Irene Bo

    :) :) :) :) Michele Volpi , perché il montatore del Ikea ? L'amico ci sta che venga a valutare prodotto per un futuro acquisto , ma il montatore ikea presumo ne abbia, o conosca gia prodotto.

  • Irene Bo

    Ele Teo, son d'accordo con lei , in un bagno pubblico , non mi verrebbe mai di sedermi , pulito quanto sia, avrei le mie perplessità

  • PRO
    michele volpi - studio interior design
    ahahah, Irene mi fai morire, il montatore dell'ikea era solo per fare un esempio.volevo dire che in una casa prima o poi arriva sempre qualcuno estraneo, dal quale non si può pretendere l'attenzione del padrone di casa.
  • Irene Bo

    Mi fa piacere che la faccio morir dal ridere sarebbe brutto se la facessi

    piangere :) :) :)

  • Mafalda Oggi Mordo

    In generale, per l'uso privato in casa propria, non mi piacerebbe assolutamente, anch'io preferisco avere due dispositivi separati per i diversi scopi. Però, ad esempio, potrebbe essere molto utile in una casa privata ove abiti una persona disabile, oppure, come si diceva, per ospedali, case di riposo, ecc. Penso che sia comodissimo per le persone con ridotta mobilità.

    Laura Molteni ha ringraziato Mafalda Oggi Mordo
  • PRO
  • PRO
    Falegnameria Grelli Danilo

    Trovo igenico e funzionale il nostro sistema classico: wc per i bisogni e bidet per l'igiene.Forse dovrebbero farci un pensierino i francesi....................

  • lmigani

    Il problema è il costo! Carissimo da Gerberit, ci sono alternative low cost?

  • Gattina71
    Al di là del suo utilizzo credo che sia anche un ottimo salvaspazio.... se ne avessi avuto la possibilità l'avrei collocato tranquillamente nei miei bagni... Posizionare wc e bidet in bagni stretti non è facile devi fare compromessi che a volte esteticamente non ti piacciono pur di averli entrambi o sacrificare il mobile lavabo perché non ci sta.... Fare rinunce insomma....quello mi avrebbe risolto parecchi problemi.... Pazienza.... In ogni caso non è proprio conosciuto aldilà dei costi, di cui non ho idea, nessuno me l'ha mai proposto in nessun negozio di sanitari o arredo bagno in cui sono andata...
    Laura Molteni ha ringraziato Gattina71
  • PRO
    Arch. Cecchetti Tommaso

    Sono una grandissima invenzione, tecnologicamente molto avanzata.

    Nei luoghi pubblici e sui treni veloci (shinkansen) è prevista addirittura la versione con sensore di presenza per azionare un risciacquo igienizzante automantico a fine ed inizio "seduta" e con ulteriore sensore per abbassare ed alzare la tavoletta in maniera automatica, senza che l'utilizzatore tocchi nulla.

    Da fumetto inoltre la funzione che riproduce suoni di torrenti e ruscelli per mascherare i rumori indesiderati.

    Voto 10 al toto washlet!

    Laura Molteni ha ringraziato Arch. Cecchetti Tommaso
  • Paola Patanè
    Sono stata in Giappone di recente e i washlet sono stati una piacevole sorpresa. A casa mi piacerebbe averne uno nel bagno piccolo, mentre in quello grande trovo più ‘elegante’ (ma anche pratica) la classica soluzione italiana. In Giappone la concezione di stanza da bagno è molto differente dalla nostra e ha quindi senso la soluzione del washlet, che comunque ho molto apprezzato. Da provare! :) :) :)
    Laura Molteni ha ringraziato Paola Patanè
  • PRO
    Uspa Europe S.r.l.

    Essendo una società italiana che opera in questo specifico settore,
    possiamo confermare come il bidet elettronico in questi ultimi anni stia
    sempre più prendendo piede anche qui in Italia in quanto rappresenta
    una soluzione efficace sia per coloro che hanno limitazioni di spazio
    nel proprio bagno o per chi ha a che fare con i disabili o ancora per
    chi vuole semplicemente concedersi un piccolo lusso nel proprio bagno di
    casa.

    Per chi ha sollevato la questione del prezzo, il nostro range di prezzi va dai 400 ai 900 € (senza IVA) chiaramente in base alle funzioni desiderate.

    Se siete interessati, date un'occhiata ai nostri prodotti https://goo.gl/DsuG83

  • lmigani

    Grazie per queste info, costate la metà di Gerberit ecc.

  • Franco2018

    Il tutto senza usar le mani?


    Già mi immagino le spiegazioni a cena con gli amici quando qualcuno chiede di andare in bagno. :D

  • ing_enuo

    Quando c'è da ristrutturare un bagno piccolo, lo consiglio sempre: ed a gli amici che mi guardano storto, dico: vieni a cena una sera. Ce l'ho, te lo faccio provare.

    E ora, alle volte, mi capita di sentirmi dire: ah, tu sei quello col bagno giapponese! ;D

    Fuori dal folklore, è una carta da giocarsi tranquillamente nei piccoli spazi e per persone con mobilità limitata - sì, sicuramente.

    Ma soprattutto nei piccoli spazi, secondi bagni. Ovviamente, nascondere alla vista un solo sanitario è più facile e rende la possibilità al progettista di realizzare soluzioni diverse anche in micro-spazi - ad esempio concedendo una doccia più ampia.

    Ovviamente Toto (che passo sempre a trovare durante i giorni del Salone del mobile, per vedere cosa si sono inventati), Geberit, ma anche Duravit: quest'ultima produce dei sistemi integrati nel coperchio (adattabili anche ad altri vasi, come nel mio caso) che permettono di spendere un po' meno.

    Ma, tornassi indietro, non avrei dubbi, lo reinstallerei mille volte, anzi ripenserei il bagno in alcune soluzioni per sfruttare i vantaggi associati ad oggetti del genere: in fin dei conti è un prodotto che uso quotidianamente, permettetemi, con soddisfazione (ok qui le battute si sprecano, ed anch'io ridacchio... ma intendo dire che tutti capiamo la differenza tra una cosa fatta bene e una 'buttata lì', tutti apprezziamo l'ergonomia, l'efficienza, la comodità. Considerata la frequenza d'uso, si può parlare di soddisfazione).

    e come diceva quello: provare per credere!

  • PRO
    Architetto Michele Abbate

    No, no: o le tre conchigliette di "Demolition Man" o roba tradizionale :)

  • PRO
    Rachele Biancalani Studio

    Ne approvo l'utilizzo sicuramente nei casi elencati dal collega Bertelli ma se penso al costo dell'oggetto mi resta difficile proporlo a meno che non si abbia un caso mobilità limitata. Preferisco spendere il budget del Cliente per altro. Comunque lascio libera scelta al Committente, non si può metter bocca su scelte così... INTIME! ;-) ;-) ;-)


  • Denis Vitali

    Anche io inizialmente avevo giudicato male tale oggetto, proprio perchè avevo le stesse perplessità di molti (bisogni ed igiene personale assieme?). Poi l'ho provato questa estate, in quanto nell'appartamento affittato per le vacanze era presente (proprio per problemi di spazio nel bagno), e devo dire che mi sono veramente dovuto ricredere!!!! Prima cosa: se si ha un bagno piccolo per cui è impossibile montare wc e bidet questo oggetto vi risolve il problema occupando uno spazio minimo e permettendovi di avere entrambe le comodità; poi è più comodo addirittura del bidet per vari motivi tra cui l'altezza più elevata rispetto al bidet e che vi permette di non piegare le gambe; la temperatura dell'acqua è facilmente regolabile e anche il getto. In poche parole è comodissimo anzi indispensabile per bagni di piccole dimensioni.

  • Bil

    E quando si rompe qualcosa, ti costa di più del cambio automatico della Toyota Yaris :)! Ahahah! Non è proprio cosa...

  • Denis Vitali

    Bil, a meno che tu non voglia acquistarne uno tecnologico (cosa che non farei mai), non vedo cosa si possa/debba rompere rispetto ad un normale wc o bidet visto che è un normalissimo wc con in più un rubinetto.

  • Bil

    Quelli giapponesi sono spesso molto tecnologici. Detto ciò, il rubinetto incorporato non mi convince. Che ti devo dire...sono tradizionalista

  • Denis Vitali

    Come scritto sopra, come te, anche io la pensavo diversamente. Quindi consiglio di provarlo e magari poi succederà come a me che ho cambiato idea. Tra l'altro se hai un bagno piccolo, dove non potresti montare wc e bidet assieme, è perfetto.

  • Irene Bo

    Sul provare sono sempre d'accordo; farsi un opinione sul sentito dire o sulle apparenze non è mai auspicabile (questo secondo me vale per tutto) Il problema è trovare un amico che c'è l'abbia o luogo per provarlo.

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.