Nuove prospettive: cosa si prova a cambiare casa dopo vent'anni?

Giulia Guizzardi
27 ottobre 2017

Dopo un lungo periodo passato all'interno di un'abitazione che abbiamo comprato o affittato, la sentiamo come una seconda pelle. È cresciuta con noi, è lì che abbiamo la maggior parte dei nostri ricordi, belli e brutti, ed è dove abbiamo fatto crescere i nostri figli, le nostre passioni e le relazioni.


I figli crescono, il mondo cambia e magari per un motivo o per l'altro ci ritroviamo a dover ricominciare da capo altrove, può essere dall'altro capo del mondo come dall'altro lato della strada, ma le sensazioni sono le stesse.


Chiediamo a voi, che avete avuto o state affrontando questa esperienza, com'è cambiare casa dopo vent'anni?

Quali sentimenti e quali paure vi hanno attraversato la mente o vi stanno attraversando proprio in questo momento?

Il sapore di una nuova sfida o la malinconia di un posto in cui riscrivere i propri ricordi e le proprie vite, da capo?



Condividete con noi le vostre esperienze, lasciando un commento e una foto delle vostre nuove e vecchie dimore!

Commenti (42)
  • PRO
    Fonte del Rustico

    Lo farò... Più avanti però... Cara Giulia, dopo 24 Anni, entro Natale lascerò la mia Casa amata... Di una cosa son certo: Non l'avrei mai lasciata! Misteri e Segreti fanno parte della Vita, talvolta sei costretto a seguire gli Eventi... Sono un grintoso da sempre, estremamente sensibile, soprattutto malinconico... Ma una cosa non so perdere: Il Sorriso! Ecco qui sotto la mia Casetta ancor per poco...

    Buonanotte di nostalgiche Stelle...

    Piero

  • Franco Diaco

    dopo 20 anni ho venduto la mia casa 3 mesi per imballare per il trasloco ..e meno male che ho iniziato prima.. sembra che le cose non finiscano mai.. sono ancora in balia della burocrazia per l'acquisto del nuovo immobile, sembra che non si è mai pronti e poi forse potro' ristrutturare il nuovo immobile


  • katia ornelli
    16 anni passati nell'appartamento che ora abita mio fratello.
    Adesso abbiamo costruito casa a partire dagli annessi agricoli a pochi metri di distanza dalla precedente.
    I mobili che abbiamo acquistato in questi anni ce li siamo portati dietro e il resto lo abbiamo fatto a nostro gusto : tetto con travi e pianelle, finestre in legno con gli scuri azzurro provenzale e un grande giardino per sbizzarrirci .
    Qualche errore lo abbiamo commesso ma la nostra nuova casa ci piace tanto e nessuna nostalgia per quella che abbiamo lasciato.
  • Alessandra Durigon
    Da marzo 2017 io e mio marito è il nostro gatto Oliver ci siamo trasferiti nella nostra nuovissima casa, dopo 22 anni di vita in appartamento e 9 mesi di transito ospiti da mia suocera. Nessun rimpianto verso il passato, siamo felici della nostra nuova abitazione anche se Oliver ora non è più con noi.
  • fausta donatiu

    All'inizio mi sono lasciata prendere dall'euforia di cambiare casa, non vedevo l'ora, dopo 19 anni, di abitare una casa più grande con una cucina spaziosa! Sognavo ad occhi aperti come mi sarebbe piaciuta, come disporre le stanze e le aperture, i pavimenti, etc. Poi, nel momento del trasloco l'emozione ha preso il sopravvento e non ho potuto frenare le lacrime. Mi dispiaceva lasciare la casa dove avevo visto nascere e crescere i miei figli, ogni angolo mi ricordava un particolare episodio di vita vissuta con loro, di giochi, risa e pianti. Ma la vita va avanti e i ricordi rimangono custoditi nel cuore, ce li portiamo sempre dentro, anche quando cambiamo casa, paese o nazione. Adesso, a distanza di qualche anno, sono molto felice di vivere nella mia nuova casa, anche se i figli se ne sono andati, la cucina spaziosa è il luogo ideale dove ritrovarsi tutti insieme la domenica e le occasioni speciali.

    come era nel 92
    adesso

  • marzia raimo

    Ciao Giulia, ti racconto un pò la mia esperienza: circa 4 anni fa, dopo 32 anni vissuti in una casa che pian piano avevo personalizzato rendendola davvero mia, abbiamo deciso di darla a una delle nostre figlie che stava per sposarsi, prendendo il coraggio a 2 mani e ristrutturare una vecchia officina meccanica con annesso cortile, in una corte nel centro storico della città. Non é stata impresa facile ma l'abbiamo fatto con entusiasmo , anche se i momenti di ansia e malinconia ci sono stati. Alcune scelte che abbiamo fatto sono state condizionate dall'urgenza di terminare i lavori per trasferirci ma devo dire che il cambiamento l'abbiamo affrontato con gioia e positività. Ora ne siamo contenti e pian piano stiamo cercando di personalizzare questa nostra nuova abitazione . Intanto abbiamo cercato di ricreare gli ambienti della nostra vecchia casa, riportando i nostri mobili e solo ora gradualmente stiamo apportando modifiche . In questo modo non abbiamo avvertito molto il cambiamento, anzi, tutto é apparso assolutamente naturale. Tanti auguri, i cambiamenti giovano sempre !

  • Enrico Dima
    Ciao Giulia, beh devo dire che questa discussione cade in un periodo bello ma allo stesso tempo strano... Sono nato e cresciuto nella stessa casa, adesso a 29 anni ho fatto il grande passo e mi sono comprato casa. sicuramente bello costruire un nido tutto mio, la scelta dei materiali i lavori in corso ed ora che stanno per finire scegliere l'arredamento; ma allo stesso tempo vivo un po l'amaro di lasciare la casa dove son sempre stato, cambiare le mie abitudini, i profumi di casa. un mix di emozioni che stanno cambiando la mia vita ed anche un Po me stesso. :)
  • Enrico Dima
    curiosità... dopo quanto tempo sentite la vostra nuova dimora veramente vostra?
  • Anna Casmiro

    Io ho cambiato tante case e tante città. Mi sono sempre trovata bene, le ho costruite sempre per il confort. Adesso ho appena comprato una nuova casa da ristrutturare e che mi riporterà nel mio Paese e nella mia città. Mi spiacerà lasciare questa in cui vivo ormai da 6 anni, ma che ho ristruttarato secondo il mio gusto e che mi piace tanto... pazienza! L’idea di ritornare in Italia dopo 15 anni vince su tutto. Mi farò una casa come da sempre la desidero.

  • isag30
    Finalmente sono riuscita a comprarmi casa....piccola, ma MIA! Il colpo di fulmine l'ho avuto appena l'ho vista.... croce e delizia arredarla perché minuscola! Il trauma del distacco dalla vecchia casa e dalla vecchia vita, c'è..... ma si apre un'altra pagina della vita, perciò va bene così.
  • cricro

    ENRICO nella vita sia per scelte familiari che per necessità varie ho cambito tante case, troppe, l'ultima serie di traslochi mi ha prima privato del mio sogno, un giardino grande al quale avevo dedicato 20 anni di lavoro, la vita in appartamento mi è subito stata stretta anche se era una casa grande, col matrimonio ho nuovamente cambiato, restringendomi per due anni, da 15 giorni sono di nuovo "larga" con un pò di spazio esterno.... devo dire la verità... forse riesco a sentire mia questa casa, le due precedenti le ho odiate a morte (specie la piccolina)........ Oggi cerco di adattarmi ad un nuovo quartiere a nuovi vicini ma anche banalmente a nuovi suoni e ad una casa che pur appena rifatta mostra già qualche difetto imprevisto (compreso l'allagamento durante il trasloco!!)

    E' difficile... un giorno la sentirò "casa" per ora... è un involucro tutto da creare da personalizzare e da imparare ad amare

  • aika avonlea

    dopo 30 anni vissuti nell'appartamento piuttosto buio farcito di mobili d'arte povera, (scelta materna), in cui mi son sentita ospite finalmente a quarant'anni, il mio compagno ed io abbiamo scelto una villetta col giardino in una zona verde e tranquilla in cui far crescere tre figli, uno mio e due suoi. Le scelte degli spazi ariosi e pieni di luce, i colori neutri pacificanti, gli accessori, l'idea folle di trasformare il bagno di servizio in bagno vivibilissimo e sfizioso,la cucina piccolissima trasformata in un ambiente bianco lucido e toni pastello, insomma cela stiamo gustando e creando con molte idee, cura e amore, nella


    prospettiva di far sorgere un camino e un luogo d'amore armonioso e allegro in cui sentire CASA!

  • PRO
    Showroom Le Porte

    Si prova una gran bella voglia di cambiamento!

  • Selvaggia Castelli

    stiamo per cambiare casa dopo 18 anni..abbiamo due ragazzi: uno di 18 e l'altra di 15 anni per cui la loro infanzia è passata nella "vecchia" casa, in affitto, che un Ente non ci ha più venduto, nonostante una legge del 2000 lo obbligasse a dismettere il suo patrimonio immobiliare. Ora abbiamo comprato una casa molto carina non lontano da quella dove ancora abitiamo; un sesto piano molto luminoso che stiamo ristrutturando. Sarà finalmente casa nostra, ma sarà anche l'inizio di un nuovo capitolo della nostra vita, siamo pronti??..ancora no forse perché stiamo tirando fuori dagli armadi 18 anni di vita ed i ricordi si susseguono con un po' di nostalgia. Traslochiamo tra circa un mese e sono sicura che sarà un bellissimo nuovo inizio. Vi aggiornerò!

  • PRO
    Falegnameria su misura

    Il cambio di casa porta a prendere per mano tanti oggetti pieni di storia, di quella storia personale che diventa emozione.


  • anninanina

    Dodici anni di ricordi e di vita: lasceró il mio spazioso appartamento per una casetta più piccola, ma indipendente e col giardino.

    Come mi sento?

    Sono completamente disorientata. Forse perchè ancora nel mezzo di una piccola ristrutturazione, ma é come se non mi sentissi pronta. Anzi, mi sento a tratti in profonda crisi.

    Non so cosa mi aspetterà.

    Riuscirò ad essere altrettanto felice come lo sono stata qui, con la mia famiglia, il mio bene piu' prezioso?

    lo me lo auguro, e lo auguro a tutti voi.

    Buona nuova vita, buona trasformazione.

  • Lauretta Borsieri
    Anch'io entro a Natale lascerò la casa in affitto dove abbiamo vissuto per 15 anni e dove è cresciuta mia figlia.
    Andremo a qualche isolato da qui ma passando sotto il nuovo appartamento mi pare di essere in un'altra città tanto lo sento ancora estraneo da me.
    Eppure mi piace davvero e passo molto del mio tempo a fantasticare come sarà e cosa mettere ,dove mettere, i colori,le atmosfere.
    So che piangerò quando chiuderò la porta della "mia"casa per l'ultima volta.
    Sono divisa proprio a metà.
    Ma sono sono comunque contenta di questa scelta e sono certa che presto sarà il nuovo appartamento ad essere la mia casa.
    Mi basterà vedere le gatte dormire sul divano !
  • Annarita Petrini

    Che bell'input...e che bello leggere i commenti...

    Ho dovuto lasciare nel 2004 la casa d'infanzia, dove ho vissuto per trent'anni, perchè aveva bisogno di una ristrutturazione importante e non avevo i mezzi; non c'era riscaldamento, e non era più vivibile per condizioni familiari complesse.

    Non mi sono pentita di averlo fatto, la mia strada è altrove senza ombra di dubbio, ma amavo quella casa da morire, una grande casa in pietra su due piani, che aveva un' "Anima"; un giardino di 800 mq nel quale sono praticamente cresciuta... ci ho giocato, corso, letto, riflettuto sull'Universo!... Pieno di fiori, cespugli e alberi da frutto... soprattutto fichi, un albero di cachi e un ciliegio meravigliosi. Tutt'oggi quando rivedo le foto mi prende un magone... ma sono stata fortunata ad aver vissuto lì!

    Non sento mia la casa in cui sto ora, non mi piace molto e non mi piace il posto, prima o poi troverò la casa giusta!

    Questa è la mia vecchia casa

  • PRO
    Falegnameria Grelli Danilo

    Si dice che Casa è dove stà il cuore e gli affetti.Cambiare non è mai facile ma può essere un grande stimolo.Importante che si riesca a traslocare anche cuore e affetti.

  • Maria Cristina Arienti

    L'unica gioia al mondo è cominciare. È bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, ad ogni istante. (C. Pavese)

    Casa vecchia

    Casa nuova....da 330 a 130 m2...una sfida...



  • anninanina

    Maria Cristina, affronterò la tua stessa sfida. Ridimensionare i ricordi sotto forma di oggetti da portare nella nuova casa sarà molto dura!

    Se hai qualche consiglio, sono qui...

    (OT: il tuo nuovo divano... è Vallentuna, Ikea? Ne sei soddisfatta?)

  • Maria Cristina Arienti

    Allora. Molto soddisfatta sotto l'aspetto modularità infinita che permette di dividere/aprire gli spazi...poi ti giro foto di casa mia che esemplificano...molto soddisfatta come divano letto, si apre tirandolo fuori con un gesto ed è incredibilmente comodo....molto soddisfatta anche delle sedute / contenitore dei moduli da 80...meno soddisfatta come divano....incredibile ma vero...per rilassarsi è troppo profonda la seduta e troppo rigido il tutto...peccato altrimenti sarebbe stato perfetto!!!



    Lo suddividi e sposti come vuoi....



  • Maria Cristina Arienti

    Per quanto riguarda gli oggetti...tranne pochi, gli altri lasciali pure, l'importante sono i ricordi e le persone...quelli non te li ruba nessuno...

  • Maria Cristina Arienti

    Questo è il letto che esce...

  • anninanina

    Grazie mille! Anche noi stiamo cercando una soluzione che sia anche letto. E complimenti per la casa nuova! ;-)

  • Maria Cristina Arienti

    Auguri per il nuovo inizio!

  • prof_ibba

    Questa domanda ha fatto centro nel mio cuore! Abbiamo lasciato la nostra casa, costretti ad acquistarla dopo vari traslochi, ad uno dei nostri tre figli. Così dopo 25 anni abbiamo provato a dormire per una notte nella casetta in campagna ancora in costruzione, in cima ad una collina, coperta di vegetazione arbustiva naturale. Abbiamo aspettato l'alba e poi il tramonto. Da quel giorno sono passati altri quindici anni e non siamo più andati via da quel nido, arredato con i mobili lasciati dai nostri cari genitori. Dalla casa in città abbiamo portato via a tappe i vestiti, qualche stoviglia e Lula, il nostro cane che ormai non c'è più. Ogni volta che torniamo a "casa" ci sembra di andare in villeggiatura! Il gatto e i due cani ci vengono incontro felici...come noi, insieme da oltre 50 anni.


  • Patrizia Montefusco
    Dopo 20 anni tra un mese lascio questa casa ed è un grande dolore. Infatti non so neanche se riuscirò a superarlo. Non è solo per la casa, ma anche un distacco da una figlia meravigliosa che vive ancora con me, ma che deve capire che deve crescere e staccarsi da me. Io alla sua età avevo già tre figli. Poi da milano centro a Monza non sarà facile abituarmi ma purtroppo non sono riuscita a comprare questa ma un bilocale a Monza che ho ristrutturato tutto. Comunque nella vita non si finisce mai di ricominciare!! Almeno questo il mil destino.
  • anninanina

    Anche io Patrizia sono fortemente in crisi. Non ho mai amato i cambiamenti; ma quando ho traslocato in questa casa tanti anni fa avevo sogni, speranze e un bimbo piccolo. Oggi è tutto diverso e mi sento senza difese...

  • Marta Grottesi

    A fine novembre ho lasciato una casa che ho amato e odiato allo stesso tempo per vari motivi che non sto qui a spiegare, la vista non era il massimo ma la casa era grande e l'avevo ristrutturata a mio gusto. Quando ho fatto il trasloco e l'ho svuotata ho pianto. Ho cambiato zona, mi sono avvicinata a mia madre, il posto è molto più bello c'è il bosco e il mare ma ho dovuto prendere una casa più piccola anche se con una vista pazzesca! Sto finendo di fare i lavori e tra un mese forse riuscirò a traslocare, mi sono portata tutti i miei mobili tranne il divano che era enorme, il tavolo ce lo farò entrare per forza perché non voglio rinunciare anche a quello, mi fa stare meglio emotivamente portare nel nuovo appartamento tutto quello che avevo nel vecchio. Non so se mi sentirò mai a casa, in realtà neanche in quella precedente avevo questa sensazione, diciamo che da quando ho perso mio nonno e la sua casa ho perso anche le radici, e quindi quel "aah finalmente a casa" è svanito nel nulla...sono diciassette anni che è così. Spero che gli sforzi per creare un posto che mi faccia stare bene mi ridiano quella sensazione persa, anche se so che per i miei cani sarà un po' dura visto lo spazio ridotto, mi auguro che i due terrazzi compensino...I cambiamenti sono faticosi.

  • Paola
    La vita è un viaggio: ogni partenza corrisponde ad un arrivo, ogni arrivo non è mai definitivo: è sempre e solo una tappa che ci porta alla tappa successiva.
    Sono stata felice nella prima casa in affitto con i miei genitori e la mia amatissima sorella, sono stata felice in quella comprata e arredata con entusiasmo. Sono stata felice quando sono andata a vivere da sola in affitto: ventidue anni (un'extraterrestre all'epoca) e una casa tutta per me, felice quando ho potuto comprarla.
    Sono stata contenta quando è arrivata la mia bambina e l'ho venduta per comprare questa in cui abito adesso un po' più grande e perfetta per noi.
    Non è niente di chissacchè, ma a me piace tanto con il suo minuscolo orto/giardino, i soffitti alti e gli stucchi e l'atmosfera un po' vintage, con i lavatoi al piano terra testimoni di un'epoca in cui la lavatrice non esisteva quasi, mi piace con tutti i suoi limiti e i suoi difetti....
    Se non sei felice non ti sentirai mai a casa da nessuna parte.
    Un abbraccio a tutti
  • Giusi Cavallin

    Se potessi cambierei casa ogni 6/7 anni.Non ho attaccamento alle cose materiali anzi mi piace cambiarle e provarne di nuove.Le emozioni vissute in un luogo restano sempre ovunque mi trovi




  • Marta Grottesi

    Sinceramente traslocare è stressante e cmq anche economicamente non è uno scherzo soprattutto se non riesci a portare tutto quello che hai nel nuovo appartamento per problemi di spazio e devi per forza sostituire i mobili. Dopo vari traslochi, di cui l'ultimo tra due settimane mi sono resa conto che il dispendio di energie è notevole...preferisco fare altro.

  • Cristina

    anche noi dopo 25 anni di vita in appartamento stiamo per traslocare in una villetta, ma non solo... stiamo passando dalla periferia di Milano alla periferia di Sassari. Due mondi completamente diversi. Un nuovo stile di vita che ci attende....tante incombenze da dover affrontare in questi mesi, tanti punti di domanda, tanto stress, ma anche tanta gioia all'idea di voltare pagina a 50 anni

  • Paola
    Cristina, auguri! Ogni svolta porta tante emozioni insieme: l'ansia per una pagina bianca da riempire e la gioia di cominciare qualcosa di nuovo....
    Saluti
  • Rosy
    Io dopo 20 anni vissuti in una casetta deliziosa con giardino e vista mare, mi trasferiró in una casa costruita da noi proprio sulla spiaggia , che dire di più! Non so ancora se la nostra casetta la venderemo o se ci verranno a vivere i nostri figli . Ho iniziato a eliminare molte cose superflue ma non le getto via, le dó a mia sorella che fa i mercatini dell’usato
  • Cat Firenze

    Anche per me, fra pochi mesi, ci sarà il momento di un trasferimento dopo 30 anni… per vari anni, e fino a poco tempo fa abbiamo sperato di poter rimanere, ma l'appartamento aveva bisogno di una ristrutturazione importante - l'ascensore - ed abbiamo trovato un'opposizione incredibile, immotivata e piccosa in alcuni condomini… nonostante non venisse fatto carico a loro di alcuna spesa e ci fossero già progetto e permessi!!

    Visto che i tempi giudiziari in Italia sono quelli che sono, ci siamo fatti coraggio: abbiamo trovato un appartamento non lontano, ancora nella posizione di ultimo piano con vista che ho sempre desiderato, un pochino più piccolo ma con spazio per tutti i miei libri, e con bei terrazzi abitabili… E ovviamente con ascensore...

    Certo qualche tristezza c'è - i pranzi e le cene con parenti e amici, la crescita di mio figlio, i tanti momenti di intimità legati a qualche angolo domestico - ma cercheremo in parte di ricreare i vecchi ambienti con i mobili di famiglia, in parte di rinnovare qualcosa… Quello che mi spaventa ancora è il trasloco vero e proprio… le cose belle da non poter lasciare sono tante… cercheremo di muoverci per tempo, vi saprò dire!


    Grazie per aver creato questo spezio di discussione sull'argomento, ho letto volentieri tutti commenti e mi sono accorta di condividere molti dei sentimenti e delle espressioni usate da altri!


  • Giada
    sto per cambiare casa, dopo 10 anni in appartamento andrò assieme alla mia famiglia in una casetta singola di 130mq...col giardino finalmente! l'appartamento,seppur sofferto per spazi e vita condominiale, mi rimarrà nel cuore:ha visto la convivenza e poi il matrimonio con mio marito, la nascita dei nostri 3 figli, si è adattato egregiamente alla crescita della nostra famiglia, l'abbiamo ristrutturato (con noi dentro!) per recuperare spazio anche dove non c'era,, ciiamo sviluppati in verticale ed è rimasto luminoso caldo e accogliente..ma nonostante il parco vicino sentiamo il bisogno di un giardino, di immergere gli occhi e noi stessi in po'di natura, noi e soprattutto i bambini ne sentiamo il bisogno... essere un po'meno cittadini e un po'più ortolani
  • Emmarose
    mi sono sentita sradicata!!
    ho passato un lungo periodo di sentimenti contrastanti, mi sentivo molto divisa...tutto aggravato dal fatto che la vecchia casa venduta all'istante, vista e piaciuta e la nuova era solo sulla carta!!! cambiamento sì, ma totale, dalla città alla campagna, a 50 km da prima!!!! ora va bene e sono felice ma evito di passare sotto la vecchia casa, perché mi fa ancora un certo effetto!!!
  • Franco2018

    Io più che cambiare casa l'avrei semplicemente allargata: peccato non aver avuto un vicino consenziente. :-)

  • Cristina

    Io mi sono recentemente trasferita in casa nuova, lasciandomi alle spalle la casa in cui sono nata e cresciuta e in cui ho vissuto (quasi continuativamente) per 38 anni.

    Gli ultimi 10 anni, venuti a mancare i miei, li ho vissuti in quella casa da sola e con il passare del tempo non vedevo l'ora di andarmene.

    Sono affezionata a quella casa e a tutti i ricordi che ha, belli e brutti e sono contenta che la famiglia che l'ha comprata la adori, tuttavia era veramente venuto il momento di trasferirmi definitivamente e di farmi una casa tutta mia.

    Essendo un passaggio fortemente voluto e maturato non ho rimpianti e anzi sono contenta di averlo fatto (anche se il processo di compravendita e dei lavori logisticamente è stato un lavoraccio lungo in totale quasi due anni!)

    Ora in casa nuova sto come un pisello nel suo baccello :D e chissà quali nuovi ricordi avranno vita in questa casa nei prossimi anni :)

Italia
Personalizza la mia esperienza utilizzando cookie

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.