Cucina sbagliata - consigli

loredana
30 gennaio 2017

Ho acquistato da poco una cucina e purtroppo mi è andata male: è stata progettata male e realizzata peggio. La cosa peggiore esteticamente è quel "buco" di 25 cm sopra i pensili... avrei voluto che la cucina si armonizzasse con il cartongesso nella parte superiore arrivando fino al soffitto e invece "abbiamo dimenticato un pezzo". Cosa potrei fare per recuperare l'errore? Il rivenditore mi ha proposto, tra le altre cose, di "allungare" le ante dei pensili (!), ma resterebbe il problema della colonna frigo. Inoltre, vorrei capire se posso cambiare marca sostituendo eventualmente soltanto i pezzi della parte superiore (che forse sarebbe la soluzione migliore!) considerato che, nonostante il prezzo e la notorietà, le rifiniture della cucina sono pessime ... abbiamo chiesto già la sostituzione di 8 ante su 13 perchè "difettose". Aiuto! Provo ad allegare una foto del progetto... appena posso faccio anche una foto dell'ambiente.

Commenti (55)
  • PRO
    Studio AlFa

    Buonasera, dalle immagini sembrerebbe che non vi sia allineamento tra la cucina ed il soprastante abbassamento presso l'infisso. E' così? Nonostante questo, forse, si potrebbe pensare ad una veletta di cartongesso che vada a completare la verticalità della cucina. Una soluzione economica e di buona valenza estetica sarebbe, invece, quella di dipingere di antracite la nicchia soprapensile in modo da far evidenziare degli oggetti bianchi posti sopra i pensili stessi. Immagino una collezione di teiere in porcellana. Ma potrebbero andare anche questi:

    loredana thanked Studio AlFa
  • loredana

    Grazie a tutti... In effetti abbassare il cartongesso era stata la nostra prima idea però abbiamo il timore che l'effetto sia esteticamente troppo forzato perché interromperebbe la linea del controsoffitto... Non so come spiegare... vedete la seconda foto?

  • loredana

    Dipingere in antacite la nicchia sopra pensili è una bella idea ... Ma solo sopra? Non devo dipingere anche la parte inferiore?

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo

    Buona sera Loredana..perché non fa scendere il cartongesso a filo con in pensili e compensa quel vuoto se non lo vuole vedere e non vuole allungare i mobili.? Così spenderebbe meno di far sostituire o allungare i pensili.

    se non le scoccia, ci dice la marca della cucina..?

    P.S. Secondo me c'è stato un fraintendimento è un non capirsi con chi le ha venduto la cucina..!

  • loredana
    a gentile richiesta vi allego la foto di un'anta... Praticamente le finiture sono quasi tutte così. E le ante arrivate in sostituzione sono così:

    La cucina è una Ernestomeda.



  • loredana

    Sicuramente c'è stato un fraintendimento con il rivenditore... Fatto sta che io adesso ho una cucina che non mi piace. :)

  • PRO
    ForinoArchitetti

    Io seguirei l'indicazione dello studio Aifa: tinteggiare in grigio antracite la porzione di parete fra pensili e soffittatura fino all'attacco con l'infisso. Oppure, visto che c'è un'uscita elettrica, potrebbe realizzare al di sopra dei mobili, ma arretrata, una veletta di legno (o cartongesso) laccata bianca alta 8 cm., dietro alla quale alloggiare dei fluorescenti o dei tubi led. Avrà una bella luce diffusa lungo il perimetro dei mobili.


    Arredi su disegno · Maggiori informazioni

    Qui un esempio di veletta lignea realizzata al di sopra dei pensili per alloggio luce. Purtroppo la foto è scattata a luci spente, ma l'effetto nella realtà è molto gradevole. La luce dietro la veletta contribuisce all'illuminazione generale dell'ambiente cucina.

  • PRO
    Marianna Di Gregorio

    Buonasera,

    concordo con lo studio Aifa e non abbasserei assolutamente il cartongesso. Oltre a non seguire più l'andamento dell'attuale controsoffittatura, risulterebbe troppo imponente e sproporzionato all'ambiente. Tenterei piuttosto di enfatizzare quello spazio, colorandolo come suggerito e realizzando un arredo ligneo su misura. Potrebbe anche essere semplicemente una sorta di libreria orizzontale, scandita verticalmente. Non si disperi, spesso in architettura è proprio dalle difficoltà, dai brutti spazi, che escono le idee migliori a caratterizzare un progetto ;-)

    loredana thanked Marianna Di Gregorio
  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo

    Da quanto ha comprato la cucina..?

    la contesti e chieda che le venga sostituita. Ha 60 giorni dal montaggio per contestare il prodotto. Si informi danun legale. È suo diritto.

  • PRO
    MakeUpYourHouse di Monica Taroni
    concordo sul non abbassare il cartongesso per non interrompere la linearità del controsoffitto.
    purtroppo non penso sia contestabile al rivenditore se il progetto è conforme al risultato.
    io proverei semplicemente a sfruttare e a dare un seno a quello spazio con l' illuminazione (come le è già stato suggerito dall' architetto Forino): anche semplicemente con dei neon piatti a led a luce calda appoggiati sopra i pensili e al muro si creerà una piacevole ed efficace luce indiretta senza che si vedano i neon
    loredana thanked MakeUpYourHouse di Monica Taroni
  • PRO
    MakeUpYourHouse di Monica Taroni
    finiture inaccettabili
  • PRO
    Home di Valeria Miniussi

    Concordo con Bartolomeo chieda la sostituzione delle ante.

  • loredana
    grazie a tutti per i consigli... per quanto riguarda le finiture "purtroppo" sono state già sostituite ben 8 ante (anche se a voler essere pignoli avrei dovuto sostituirne di più). Quelle arrivate in sostituzione non sono poi così perfette... e già ne dovrei sostituire almeno un'altra. Considerato che ci sono voluti 6 mesi per avere il cambio, continuando di questo passo andremo avanti per anni. Per la mia personale esperienza direi che tornando indietro non sceglierei MAI più una cucina ERNESTOMEDA ... ne per le finiture, ne per l'assistenza ai clienti, ne per il prezzo (ovviamente). i mobili Ikea che ho in casa sono nettamente migliori ... scusate lo sfogo.
  • PRO
    Paola Lovera - Interior Design

    Assolutamente non farei spese per abbassamenti e tinteggiature. Forse lei si è spiegata male, ma il rivenditore è venuto a fare un sopralluogo. Avrebbe dovuto quantomeno farle delle domande in merito all'abbassamento ecc. Quanto alle ante rovinate, considerato il marchi di prestigio, devono sostituirle. Patteggerei con il rivenditore, arrivando ad un compromesso in termini economici e mi farei sostituire pensili e colonna. In fondo la ernestomeda non sará tanto contenta che vengano diffuse foto di lavori fatti male su un sito così popolare come houzz! Quanto è l'altezza fra abbassamento e pavimento?

    loredana thanked Paola Lovera - Interior Design
  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo

    Monica deve contestare le finiture.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo

    Ragazzi quelle finiture possono rientrare in vizi dell'opera..in questo caso è una cucina che ha delle finiture che neanche un principiante fa. A maggior ragione se la cucina è di marca io farei causa e mi farei sostituire tutta la cucina, onrimborsare dellemsoesensostenute e da sostenere pernle ante da rispistonare. Semplicemente perché i soldi che ha dato Loredana al negoziante non avevano difetti. Se si rivolge ad un avvocato vedrà che ha solo da guadagnarci su questa questione..!

  • PRO
    Erica Bagnasco Architetto

    Per le finiture, più che al rivenditore, io mi rifarei sull'azienda stessa. Telefonerei, da privato, direttamente all'ufficio commerciale e mi lamenterei. Se non ottenessi nulla minaccerei di procedere per vie legali. E' inaccettabile che uno paghi (qualsiasi cifra) e ottenga un risultato simile.

    Per il problema, poi, delle altezze, sono concorde con i colleghi Studio Alfa.

    loredana thanked Erica Bagnasco Architetto
  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo

    Erica ne rispondenil rivenditore..nel senso che quando ha lontatonla cucina doveva guardare assieme a Loredana se tutto era in regola. E di conseguenza scrivere alla casa e denunciare il problema. In questo caso le colpe sono reciproche e ci sono tutti gli estremi per fare causa e chiedere i danni..!

  • loredana

    Il montaggio della cucina è "iniziato" a giugno 2016 e solo la settimana scorsa sono venuti a montare i pezzi che mancavano. Era stata sbagliata la misura e il colore del top che è stato sostituito (circa 1 mese e 1/2), la cappa è stata ordinata bianca per errore (sostituita - 3 mesi), è stata sbagliata la misura del fianco dell'isola (quindi zoccolo "corto" da sostituire e fianco da rifare - 7 mesi!), zoccolo della cucina da adattare a causa del dislivello del pavimento (circa 7 mesi per ottenere una soluzione costituita da un fascione di acciaio attaccato con il silicone dietro allo zoccolo - 7 mesi e no comment!), piano cottura arrivato per errore alimentato a GPL (sostituito in due giorni dal rivenditore - io però ho dovuto contattare per la terza volta l'idraulico per gli allacci - NO COMMENT), cassetti ordinati il legrabox e arrivati in tandembox (errore del rivenditore che all'ultimo minuto ha cambiato modello di cucina credendo fosse uguale e non specificando che i cassetti dovevano essere in legrabox - PROBLEMA NON RISOLVIBILE ORMAI!), ante difettose richiesta a luglio 2016 e arrivate a gennaio 2017. Ci siamo trasferiti nella nuova casa cucinando sul barbeque e fino alla settimana scorsa avevamo gli zoccoli che cadevano ogni volta che qualcuno li sfiorava. Io sono sfinita .... se contatto pure un avvocato mi ci vorrà anche uno psicologo! Vorrei solo trovare qualcuno che sappia fare il suo lavoro e che possa aiutarmi a risolvere il problema... e questo qualcuno per ovvi motivi NON PUO' essere il rivenditore (!).

    P.S. Il servizio clienti Ernestomeda è pietoso. Le cucine sono peggiori di quelle del mercatone (almeno la mia lo è!).

  • PRO
    MakeUpYourHouse di Monica Taroni
    Sì, certo Bartolomeo che le finiture vanno contestate (l' ho scritto dopo che sono inaccettabili). io mi riferivo al progetto e all' altezza dei pensili
  • PRO
    MakeUpYourHouse di Monica Taroni
    però ho riguardato ora le foto del progetto troppo approssimativo perché non contestualizzato con l' ambiente e col cartongesso
    loredana thanked MakeUpYourHouse di Monica Taroni
  • loredana

    Arch. Fiorillo il rivenditore ha concordato con me che le ante erano difettose e ha richiesto la sostituzione. Il problema è che le ante sostituite sono di nuovo difettose. (Tra l'altro un frontale cassetto non è stato montato perchè avevano sbagliato le misure degli attacchi e un altro cassetto è arrivato sbagliato). Alla luce della mia esperienza posso affermare che forse MEGLIO DI COSì NON SANNO FARE!

  • PRO
    Erica Bagnasco Architetto

    Si è vero, Bartolomeo, ma è anche vero che le aziende temono di più il giudizio del privato, che ha più potere con il suo passaparola!

    Loredana, accidenti! Sei stata davvero sfortunata! Non so proprio cosa dirti. Rifarsi fare i lavori da questi rivenditori incompetenti non ne vale mica la pena...

    loredana thanked Erica Bagnasco Architetto
  • PRO
    MakeUpYourHouse di Monica Taroni
    in realtà il primo che si dovrebbe rivalere sull' azienda è proprio il rivenditore che per colpa loro ha fornito un prodotto non conforme (il cliente finale compra dal rivenditore e non dall' azienda ed è al rivenditore che deve fare riferimento, a sua volta il rivenditore si rifà all' azienda).
    Ernestomeda dovrebbe temere maggiormente il rivenditore che se lavorasse seriamente dovrebbe tagliare i ponti con una simile azienda
  • PRO
    MakeUpYourHouse di Monica Taroni
    se un' azienda come Ernestomeda si dovesse muovere spinta dalla cattiva pubblicità, dimostrerebbe soltanto di curare più l' immagine del prodotto stesso
  • PRO
    Erica Bagnasco Architetto

    Monica, ho avuto modo di assistere ad una cosa simile in passato. Il rivenditore ha provato in tutti i modi e l'azienda ha sempre risposto picche. Lui non ha più comprato dall'azienda, ma il cliente non ha comunque ottenuto nulla, fino a che sono intervenuta personalmente e non c'è stato bisogno di arrivare a vie legali: è bastato il mio avviso in qualità di architetto. Il danno che si accusava, tuttavia, era di entità inferiore rispetto a quello di Loredana, quindi non so esattamente come e cosa potrà guadagnare.

    Ps: dopo il post di Loredana, mi vedrò bene di consigliare questa azienda. Insomma, ci penserò su due volte.

  • solar65

    Penso che il rivenditore abbia grosse responsabilità in questa storia. Avendo effettuato più sopraluoghi doveva porsi il problema di armonizzare l'altezza dei pensili con quella del cartongesso. Ma soprattutto sembra impossibile che nell'effettuare l'ordine di una cucina, neanche particolarmente grande o complessa, sia riuscito a sbagliare praticamente tutto: misura e colore del top, colore cappa, fianco isola, zoccolo, cassetti e quant'altro. Anche i tempi per la sostituzione dei pezzi errati o difettosi mi sembrano assurdi e lo dico perché anche io ho una cucina Ernestomeda e quando mi è sta consegnata sono arrivati due pezzi sbagliati, per errore del rivenditore, che mi sono stati sostituiti nel giro di venti giorni nonostante ci fosse Natale di mezzo. Peraltro io sono decisamente soddisfatta della mia cucina che sto usando da un anno e che non presenta alcun difetto, le finiture sono perfette e nenche lontanamente paragonabili a quello che si vede nelle foto postate da Loredana. Sarò troppo sospettosa, ma mi viene da pensare che forse il rivenditore possa aver cercato di rifilarvi una cucina da esposizione cercando di adattarla al vostro progetto.

  • loredana

    Paola Lovera grazie per i consigli. Sostituire pensili e colonna sarebbe la cosa migliore ma non mi fido più del rivenditore e temo che un possibile nuovo progetto possa essere peggio del precedente. L'altezza fra abbassamento e pavimento se non ricordo male è 240cm.

  • loredana

    Solar65 magari! Quelle in esposizione almeno avrebbero avuto i cassetti in legrabox... e ti assicuro che erano anche meglio rifinite.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo

    Loredana ci dici di che marca è la cucina..?

  • PRO
    Marco Pesce Architetto

    Vano a giorno sopra colonna frigo e pensili, magari illuminato, mi piace molto di più che finire sotto un cartongesso! Complimenti anche per la casa!

    loredana thanked Marco Pesce Architetto
  • PRO
    MakeUpYourHouse di Monica Taroni
    Bartolomeo la marca e' Ernestomeda.
    a questo proposito, a voler pensare male ma a volte non si sbaglia...., e' sicura che la cucina sia veramente Ernestomeda?
    mi e' venuto il dubbio anche pensando alla storia dei cassetti.
    ci deve essere una scheda prodotto col marchio.
    non vorrei che il rivenditore abbia fatto il furbo ordinando una cucina di un' altra marca (ovviamente più economica), visto che il modello con anta liscia e gola e' comune praticamente a tutte le marche...
  • PRO
    Home di Valeria Miniussi

    ho guardato il sito ernestomeda. questo è link per registrare la cucina http://www.ernestomeda.it/emandme. se fossi in te Loredana registerei la cucina con le foto allegate e chiedendo al servizio clienti di essere risarcita del danno. Sarà pubblicità negativa per loro e forse penseranno cosa fare in proposito.

    loredana thanked Home di Valeria Miniussi
  • loredana
    Monica è la prima cosa che ho pensato ma "purtroppo" è ERNESTOMEDA... senza dubbio. Fino ad ora per una questione di correttezza ho interloquito solo con il rivenditore ... forse è il momento di contattare direttamente l'azienda.
  • PRO
    Erica Bagnasco Architetto

    Brava Loredana, fallo! Alla fine devi fare i tuoi interessi.

  • Renata V.
    ciso, mi dispiace x le tue disavventure con la cucina, potresti provare a fare pressione sulla ditta della cucina riportando la tua esperienza, ritardi, sostituzioni peggiorative etc sulla pagina facebook del produttore. di solito questo tipo di segnalazione produce una risposta rapida
  • PRO
    Paola Lovera - Interior Design

    L'altezza di 240 è una misura standard. Penso che anche ernestomeda abbia colonne di questa altezza e pensili da 90 circa. Contatta direttamente l'azienda, fatti mandare la scheda tecnica relativa alle misure del modello che hai scelto, in modo che possa verificarlo tu stessa e manifesta le tue insoddisfazioni, cercando di capire di chi è la responsabilità in modo tale che si faccia carico di risolvere il problema a sue spese.

    Fai la voce grossa, non mollare

    loredana thanked Paola Lovera - Interior Design
  • PRO
    Valentina Farassino

    Per le ante ed altri elementi con finiture poco più che passabili, si deve impuntare e pretendere di avere la qualità che le è stata promessa. Sia molto dura. Come soluzioni le propongo di abbassare la veletta a misura e magari di lavorare anche sui colori.

    loredana thanked Valentina Farassino
  • PRO
    Moroni Arredamenti

    Vendo cucine da una vita e quelle ante non sono rovinate, sono proprio fatte male. Ante in quelle condizioni vanno sostituite senza che il cliente chieda nulla e poi il mobiliere strappa le orecchie a chi le ha fabbricate. Non c'è azienda di cucine (anche solo poco conosciuto) che consegni una cosa del genere. I laminati (questo sembrano dalla foto) sono stati tagliati con i denti non con una sega e gli abs a bordo anta sembrano sciolti dal calore... Non riesco a credere che la cucina sia della marca che viene menzionata.

  • PRO
    habitat

    Secondo me, le hanno venduto una cosa per un'altra, chiami subito in Ernestomeda con la stesse obiezioni che ha postato qui. L'incompetenza del rivenditore è inqualificabile, anche questa è una indiretta responsabilità loro.

  • Ciro

    comprendo benissimo la sua situazione.

    Ho appena acquistato una cucina Nobilia e tra errori di progettazione, errori del fornitore e quelli del montatore alla fine non sono proprio riusciti a montarla!!!

    Anche a me le ante hanno dei difetti nella rifinitura degli spigoli, ma non così evidenti come nel tuo caso.

    A me l'avvocato ha detto che ho solo 8 giorni per contestare la cucina e segnalare tutti i difetti.

    Inoltre ho anche il dubbio di aver pagato molto di più del "giusto": https://www.houzz.it/discussions/4756427/m=23/cucina-nobilia-forse-ho-pagato-troppo


    Ecco come stiamo messi ad una settimana dal "montaggio":


  • PRO
    Interior e progettista di Cucine

    Buona sera a tutti, in particolar modo a Ciro e Loredana. Mi occupo di progettazione d'interni da circa 30 anni, in particolare da 20 del settore specifico della cucina. Per Ciro: normalmente a fine montaggio viene redatto un documento sul quale sono indicate le eventuali anomalie e/o i pregi della composizione e del personale addetto al montaggio. Anche trascorsi gli 8 giorni si può contestare un difetto sulle ante, laccatura, bordature male eseguite sui laminati, ecc.ecc., cioè tutti quei difetti effettivamente imputabili ad una cattiva lavorazione della casa costruttrice. Ovvio che non si possono contestare difetti come tagli su top, spaccature ecc. che adrebbero contestate subito dopo il montaggio, in quanto potrebbero essere frutto dell'uso quotidiano. Sta qui alla serietà del punto vendita o dell'Azienda accollarsi quanto contestato successivamente e non dimostrabile come frutto di cattiva lavorazione. Purtroppo l'errore è sempre dietro l'angolo, non è una scusante, e avolte per riuscire a chiudere i preventivi, molto spesso risicati, si adottano "soluzioni poco funzionali" ma molto più ecocnomiche. Io personalmente quando un cliente mi chiede di progettare la luna con un budget di 5000 euro, li invito con grande tatto a rivolgersi ad altri miei colleghi. Il dramma purtroppo e che la grande distribuzione buttando fumo negli occhi ( cucina da ml. 2,1 con eldo a euro 1.200,00) incasina le idee dei cliente e spinge i professionisti a progettare male pur di restare nel budget. Ma appena si supera la soglia del 2.1 ml. si sale improvvisamente e senza una ragione apparente, a cifre che superano a volte anche di molto i 5.000,00. Quindi il primo suggerimento è quello di fare molta attenzione a queste pubblicità. Per ciò che so della Nobilia, posso dirti che attualmente è forse il più grande produttore di cucine al mondo, sempre disponibile alla risoluzione delle problematiche. Per il prezzo non so cosa dirti, dovrei sapere che tipo di finitura hai scelto, che tipo di elettrodomestici (se non sbaglio vedo una lvs MIELE). Tutte queste componenti concorrono al costo finale, che puo trasformare una composizione non grande in una composizione costosa ( mi è capitato di avere composizoni da 2.5 ml a 7.500 euro, colme di accessori, con top in dekton e sistemi di illuminazione digitali ecc. ecc. Quindi altro consiglio: fare sempre 3 o 4 preventivi con la stessa composizione e con gli stessi elettrodomestici, altrimenti non avrete mai un termine di paragone. Per Loredana, hai tutta la mia comprensione e tutte le ragioni del mondo per tutto quello che riguarda la componentistica consegnata in maniera direi "disastrosa". Purtroppo per quanto riguarda la progettazione non hai possibilità di appellarti a nulla, in quanto immagino che tu abbia visto il progetto, il preventivo, e quant'altro occorreva prima della firma dei documenti. Era quindi tuo compito :-( far presente la mancanza di elementi che chiudessero fino all'altezza del controsoffitto. Purtroppo la poca professionalità o la mancanza di esperienza del venditore ti hanno portata a questa situazione. Io farei presente al venditore, se non lo hai già fatto, l'eventualità di una lettera da parte del tuo legale, indirizzata direttamente ala casa madre, normalmente la cosa funziona. Per la risoluzione del tuo problema, avendo tu una cucina senza maniglia, ONE, ERMETIKA O ELEKTRA non riesco a vedere bene, ti consiglio di farti realizzare un pensile con apertura premi/apri non fissato a muro (attualmente sarebbe impossibile) ma sulla tastata dei pensili sottostanti, con l'anta 3 mm. più corta, che si apre verso l'alto, senza maniglia con sistema SERVO-DRIVE per AVENTOS e telecomando per chiusura. Non ha un costo eccessivo e ti facilita la vita sul piano pratico ed estetico. Stessa cosa dicasi per il mobile sopra frigo, solo che in questo caso il mobile dovrà avere la larghezza di quello sottostante più la gola ed il fianco, con uguale profondità. Spero di esservi stato utile. Un saluto

    Daniele

  • PRO
  • Ciro

    Grazie per i consigli Daniele.

    E' da tanto che non seguo questo post quindi ci vuole un aggiornamento.

    La progettazione di questa cucina è andata avanti per mesi: abbiamo preferito anticiparci proprio per poter progettare la casa, ed in particolare la cucina, con tutta calma. Di preventivi ne abbiamo fatti parecchi e parte della ristrutturazione è stata fatta in funzione della cucina e non il contrario (di solito si adatta una cucina alla stanza, noi abbiamo adattato la stanza alla cucina).

    Attualmente LA CUCINA NON E' ANCORA FINITA!

    Dopo il primo intervento di luglio, in cui non sono riusciti ad allacciare alcun elettrodomestico, sono ritornati a settembre (hanno allacciato solo il microonde ed il forno) e poi ad ottobre (dove hanno montato i fornelli ed il lavabo) ed è più di un mese che aspetto che tornino nuovamente per portare gli ultimi elementi.

    Riguardo gli elettrodomestici penso di averli pagati almeno un 30% in più e mi sento di consigliare a chi sta pensando di acquistare una cucina di non prendere gli elettrodomestici dal mobiliere ma di acquistarli su internet e farseli montare da qualcuno perché il risparmio è notevole!

    Riguardo Nobilia devo dire che mi aspettavo qualcosa di meglio: gli spigoli presentano in alcuni punti dei "refusi", il truciolato usato non è ad alta densità e la laminatura è molto sottile.


  • PRO
    Moroni Arredamenti

    Sig Ciro, tralasciando per un attimo la sua cucina, vorrei fare un chiarimento sugli elettrodomestici. Lei dal mobiliere non acquista soltanto gli elettrodomestici, ma un servizio. Io da molti anni progetto e vendo cucine e mi è capitato di venderle senza elettrodomestici, senza top, perfino senza trasporto e montaggio e, le posso assicurare, che nel 90% dei casi sono stato ricontattato dai clienti per sistemare i danni fatti da altri. Il prezzo degli elettrodomestici va visto nel globale, nel senso: quanto mi costa l'elettrodomestico montato a casa mia? Montare un p.cottura su un top presuppone le misure di dove va posizionato il foro che lo conterrà, le dimensioni del foro e il foro stesso. Dentro una colonna, per mettere un certo modello di frigo va dimensionato lo spazio in modo tale che le ante dell'elettrodomestico non interferiscano nell'apertura con le ante del mobile... e così via per tutto il resto. Un lavoro che spesso il mobiliere non fa pagare quando si acquista la cucina senza elettrodomestici (probabilmente sbagliando e creando falsi "miti"). Poi ammetto che nel settore succede di tutto :-(

    Domenico

  • Ciro

    Infatti il problema principale è stato proprio nel servizio "personalizzato" fornito dal mobiliere.

    Come ben sa lo spazio per il frigo ed i forni richiede davvero un minimo di progettazione, non ci sarebbe bisogno di un esperto nel settore...eppure "l'esperto" è riuscito a sbagliare le misure!!!!

    Riguardo al posizionamento nel foro del top: il mobiliere non ha fatto praticare il foro dalla fabbrica ed il montatore ha provato a tagliare il foro sul posto (spezzando a metà il top!!!). Quando ho fatto notare che di solito non si lavora così, il mobiliere s'è giustificato in parte dando la colpa alla casa costruttrice ed in parte dicendo che in questo modo all'ultimo momento possono modificare leggermente il progetto.

    Come dice lei, se pago il servizio di progettazione, allora queste cose non devono succedere; altrimenti mi compro su internet gli elettrodomestici e li faccio montare all'esperto della casa madre (suppongo che il tecnico Miele sappia come montare gli elettrodomestici Miele).

  • PRO
    Moroni Arredamenti

    Mmmmh!! Sig Ciro non ho parole. Mai fatta in vita mia una cosa del genere riguardo i fori sul top. Se il top fosse quarzo o marmo o granito non voglio sapere per quanti anni raccoglierebbe la polvere il cliente. Con il top in legno o laminato su supporto di truciolare è più semplice, ma il foro sarà fatto col seghetto alternativo... il mobiliere risparmia e i montatori imprecano. Non mi sento di dare la colpa a nessuno però... diciamo che in genere si sbaglia in due.
    Auguri per la sua cucina.
    Domenico.

    p.s. (suppongo che il tecnico Miele sappia come montare gli elettrodomestici Miele) Anche in questo caso (magari non sarà nel caso specifico) non prenda tutto per scontato, se ne vedono di tutti i colori. :-)

  • Ciro

    già che ci sono ne approfitto per fare una domanda ai venditori: come vi regolate sulle modalità di pagamento?

    A me il venditore ha richiesto il 10% del valore come anticipo per bloccare le "offerte" sugli elettrodomestici; poi un 30% alla firma del contratto, poi 50% all'arrivo della merce in magazzino e l'ultimo 10% dopo il montaggio.

    In pratica uno dovrebbe pagare il 90% della cifra senza aver mai visto la cucina!

    E' una pratica comune? Voi come fate?

  • ammila

    Potrebbe essere...a me un mobiliere ha chiesto il saldo all'arrivo in magazzino senza lasciare neanche un euro a dopo il montaggio.

  • Franco2018

    Discussione vecchia e non si sa come è finita. Non ho capito però una cosa: perchè la cosa più semplice, aggiungere una fila di pensili in alto sembra non esser stata presa subito in considerazione (a parte solo uno).

Paese:
Italia

Continuando, accetto che il gruppo Houzz utilizzi cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i suoi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più.